I selfie sono un segno di narcisismo e psicopatia?

Si è parlato molto di selfie nei media. In effetti, la parola selfie è stata recentemente aggiunta al dizionario online di Oxford. Ma gli psicologi sanno sorprendentemente poco sugli effetti dei selfie o sulle persone che li pubblicano. Un nuovo studio che appare in un numero imminente di Personality and Individual Differences ha esaminato la relazione tra post-selfie, fotoritocco e personalità. 1 Le persone che pubblicano selfies sui siti di social media sono narcisistiche e psicopatiche o auto-oggettivanti o entrambe le cose?

In questo studio, gli autori hanno esaminato l'auto-oggettificazione, insieme a tre tratti, noti come "Triade Oscura": narcisismo, psicopatia e machiavellismo. 2 Sono definiti "oscuri" perché hanno una connotazione quasi malvagia e sono associati a un modo calloso e manipolativo di interagire con altre persone. 3

Narcisismo: estrema egocentrismo e una visione grandiosa di se stessi. I narcisisti hanno un eccessivo bisogno di essere ammirati dagli altri e hanno un senso di diritto. È probabile che siano d'accordo con affermazioni del tipo: "Sono più capace della maggior parte delle persone" e "Solitamente mi farò vedere se ne avrò la possibilità." 4

Psicopatia: impulsività e mancanza di empatia. 5 Quelli con un alto grado di psicopatia sono probabilmente d'accordo con affermazioni del tipo: "Il recupero deve essere rapido e antipatico" 3

Il machiavellismo : manipolazione senza riguardo per i bisogni degli altri. Quelli in alto su questa caratteristica tendono ad avere poca preoccupazione per la morale. 6

Auto-oggettificazione : questa è una tendenza a vedere il tuo corpo come un oggetto basato sul suo valore sessuale. Quelli in alto nell'auto-oggettivazione tendono a vedersi in termini del loro aspetto fisico e basano la loro autostima sul loro aspetto. 7

Per esaminare l'associazione tra selfie e personalità, Fox e Rooney hanno utilizzato i dati di un campione rappresentativo a livello nazionale di 1.000 uomini tra i 18 ei 40 anni. 1 I partecipanti hanno completato questionari sulla personalità valutando la triade oscura e l'auto-oggettificazione. A loro è stato chiesto quanti selfie hanno fatto e pubblicato sui social media nell'ultima settimana, così come quante altre foto hanno postato e quanto tempo hanno speso sui siti di social media. Inoltre è stato chiesto loro di valutare la frequenza con cui hanno usato vari metodi per apparire migliori nelle immagini, come ritagliare, filtrare e ricollegare.

I risultati hanno mostrato che sia il narcisismo che l'auto-oggettivazione erano associati a passare più tempo sui siti di social network e con più fotoritocco. Pubblicare numerosi selfie era legato al narcisismo e alla psicopatia più elevati, controllando il numero complessivo di altri tipi di foto pubblicate. Il machiavellismo non era correlato al comportamento delle foto quando prendevano in considerazione queste altre variabili.

Questo studio suggerisce che i narcisisti sono più propensi a mettersi in mostra con i selfie e fare uno sforzo in più per apparire al meglio in queste foto. È interessante notare che gli uomini psicopatici hanno pubblicato più selfie, ma non tendono a modificarli più delle loro controparti meno psicopatiche. Gli autori dello studio hanno ipotizzato che questo potrebbe essere dovuto al fatto che mancano di autocontrollo e che non filtrano in realtà ciò che hanno messo su Facebook. Le foto di editing suggeriscono un livello di attenta auto-presentazione che difficilmente troveresti tra coloro che sono in alto nella psicopatia.

Ma questi risultati mostrano anche che gli uomini che vedono i loro corpi come oggetti hanno più probabilità di modificare le loro foto. L'auto-oggettificazione tende ad essere associata a una bassa autostima 8- esattamente l'opposto del narcisismo, che è correlato con l'alta autostima. 9 Ma questo è coerente con altri risultati che sia il narcisismo che la bassa autostima sono collegati a un maggiore uso di Facebook. 10 È anche importante notare che coloro che erano in alto nell'auto-oggettivazione non pubblicarono più selfie – erano solo più consapevoli del loro aspetto in quelli che pubblicarono. Date le maggiori tendenze di auto-oggettivazione delle donne, sarebbe interessante esaminare queste domande anche in un campione femminile. 1

Ma prima di iniziare ad accusare tutti gli amici di Facebook che pubblicano selfie di essere narcisisti e psicopatici ossessionati da se stessi, comprendi che queste correlazioni (sebbene statisticamente significative) erano relativamente piccole, e il campione studiato non includeva le donne.

Da quando ho pubblicato questo articolo, sono state condotte nuove ricerche su selfie e narcisismo, questa volta esaminando sia uomini che donne. Clicca qui per leggere le nuove scoperte.

Gwendolyn Seidman, Ph.D. è un professore associato di psicologia presso l'Albright College, che studia relazioni e cyberpsicologia. Seguila su Twitter per aggiornamenti su psicologia sociale, relazioni e comportamento online.

Riferimenti

1 Fox, J., & Rooney, MC (2015). The Dark Triad e tratto auto-oggettivazione come predittori dell'uso degli uomini e dei comportamenti di autorappresentazione sui siti di social network. Personalità e differenze individuali, 76 , 161-165. doi: 10.1016 / j.paid.2014.12.017

2 Paulhus, DL, & Williams, KM (2002). La triade oscura della personalità: narcisismo, machiavellismo e psicopatia. Journal of Research in Personality, 36 , 556-563. http://dx.doi.org/10.1016/S0092-6566(02)00505-6.

3 Jones, DN, Paulhus, DL (2010). Differenziare la Triade Oscura all'interno del circpesso interpersonale. In Horowitz, LM, Strack, SN Manuale di teoria e ricerca interpersonale . New York: Guilford. pp. 249-67

4 Raskin, R., & Terry, H. (1988). Un'analisi delle componenti principali del Narcisistic Personality Inventory e un'ulteriore prova della sua validità costruttiva. Journal of Personality & Social Psychology, 54 , 890-902. http://dx.doi.org/10.1037/0022-3514.54.5.890

5 Jonason, PK, & Krause, L. (2013). I deficit emotivi associati ai tratti della triade oscura: empatia cognitiva, empatia affettiva e alexithymia. Personalità e differenze individuali, 55 , 532-537. http://dx.doi.org/10.1016/j.paid.2013.04.027

6 Christie, R., & Geis, FL (1970). Studi nel machiavellismo New York: Academic Press.

7 Fredrickson, BL, & Roberts, TA (1997). Teoria dell'oggettivazione: verso la comprensione dei rischi vissuti e mentali vissuti dalle donne. Psicologia delle donne trimestrale, 21 , 173-206. http://dx.doi.org/10.1111/j.1471-6402.1997.tb00108.x

8 Strelan, P., Mehaffey, SJ, e Tiggemann, M. (2003). Auto-oggettificazione e stima nelle giovani donne: il ruolo di mediazione delle ragioni per l'esercizio. Ruoli sessuali, 48 (1/2), 89-95.

9 Campbell, KW, Rudich, EA, Sedikides, C. (2002). Narcisismo, autostima e positività delle opinioni di sé: due ritratti dell'amore per se stessi. Bollettino di personalità e psicologia sociale, 28 , 358-368. doi: 10.1177 / 0146167202286007

10 Mehdizadeh, S. (2010). Auto-presentazione 2.0: narcisismo e autostima su Facebook. Cyberpsychology, Behaviour e Social Networking , 357-364. doi: 10,1089 / cyber.2009.0257

Solutions Collecting From Web of "I selfie sono un segno di narcisismo e psicopatia?"