I ruoli non presi

Mi sono imbattuto nel mio vecchio amico, l'Altro generalizzato, mentre stavo passeggiando per Washington Square Park nel tardo pomeriggio. Stava ammirando l'albero di Natale scintillante sotto l'arco.

"Che glorioso" disse, mentre sollevava l'iphone e catturava l'attimo in tempo. "Voglio che tu veda questo", ha offerto, "Mi sto divertendo così tanto con questa app Hipstamatic."

Prima che potessi chiedere, "Cos'è un'app Hipstamatic?", Mi ha detto: "È incredibile. Posso ottenere l'immagine in una scatola quadrata, simile alle istantanee che usavamo quando eravamo bambini, i colori come il bubble gum di Bazooka. "

Sebbene pensassi che la foto fosse orribile, ho potuto vedere che era pieno di timore reverenziale. Era il periodo natalizio e al crepuscolo si trovava a Washington Square Park, inalando colori, forme e suoni, riflettendo sugli anni passati in cui il parco era al centro della scena dei Beatnik a New York. Poco prima di andarsene, ne ha presi altri ancora con la sua app Hipstamatic e ha chiesto: "Come va il business della terapia drammatica? Guarisci qualche attore ultimamente? "

Prima che potessi ricordargli che la terapia teatrale non è una terapia per gli attori, e che le persone, inclusi gli attori, si curano da sole, lui se n'è andato. Ho ricordato le parole di un ragazzo adolescente con cui avevo lavorato molti anni fa quando gli instamatori erano di gran moda: "Allegati, Landy!"

Non una cattiva idea, pensai, meglio di giudicare un uomo felice con il suo Hipstamatic, un albero di Natale in tutto il suo splendore, un momento di nostalgia per un passato carico di pastello, un attaccamento all'ecologia. E così, in uno stato d'animo più leggero, questo blog riguarderà diversi ruoli non presi, alcuni dei quali spero di concretizzarsi durante le vacanze e nel nuovo anno.

I ruoli non presi

Alla fine del suo memorabile e spesso citato poema, Robert Frost scrive:

"Due strade divergevano in un bosco, e io,

Ho preso quello meno visitato,

E ciò ha fatto la differenza."

Se una strada è un ruolo, o almeno una destinazione espressa nel ruolo, allora

qui ci sono alcuni che desidero assumere:

Subway Panhandler: Ho commutato per molti anni nella Grand Central Station, passando per interminabili mendicanti nella stazione e nelle metropolitane. Facevano parte dello sfondo, un gruppo generalizzato di mendicanti con chitarre e tamburi d'acciaio. Voglio vedere il mondo dei privilegi che una volta ho abitato da questa prospettiva. Chi sono i passeggeri? Chi ero io per tutti gli anni in quel ruolo? Chi sono io adesso? Qual è il privilegio del mendicante?

Musicista: la musica è stata ed è ancora la mia prima arte, quella che amo il meglio. È la strada che ho percorso solo in parte, quella che si alza profondamente nel mio petto in momenti casuali, solo per recedere quando è il momento e soffocare la mia capacità di ascoltare. La mia "ascia" giace sepolta nella parte posteriore dell'armadio, il vecchio pianoforte di Knabe, una volta nel mio seminterrato, in una vecchia arenaria vittoriana a Hoboken, ormai lontana. Se riesco a suonare di nuovo, i momenti di ispirazione diventeranno meno casuali?

Sciocco: Sono così stanco di cercare di essere saggio e aderente a così tanti limiti. Non ho mai giocato a un pagliaccio, neanche da bambino. Voglio prendere in giro gli altri, specialmente me stesso. Non riesco a ricordare l'ultima volta che ho riso così forte da farmi male. Penso di avere un'età in cui posso sopportare il ridicolo. O sto solo scherzando?

Celebrante: non si può mettere a riposo questo, già? Quante volte devo cimentarmi con questioni di religione e spiritualità, solo per venire a corto? Sì, nei miei viaggi, visiterò i templi e le chiese locali, come sempre. Ma quest'anno, desidero qualcosa di diverso. Forse è solo l'abbandono di un bisogno di affermare una singola identificazione spirituale. Sarò in Corea a Natale e mi verrà chiesto se voglio andare in chiesa, e quando mi identifico come ebreo e mi siedo con le reazioni, voglio sentirmi in pace. Sono un ebreo culturale, immerso nella religione, ma la mia spiritualità viene da altri luoghi e voglio celebrare quelli nelle prossime stagioni. Voglio celebrare il tempio dell'immaginazione, della solitudine e della relazione.

Principiante: gli unici veri ruoli da principiante a cui posso pensare sono la nascita e la morte, e anche quelli sono non fissati nel tempo e nello spazio, la loro verità è relativa. Ho combattuto con tutte le mie forze con la nozione di qui e ora, anche se insegno il suo vangelo ai miei studenti laureati. Ho infuriato contro Fritz Perls, ho combattuto per decenni con gli psicologi umanisti e guru della new age. Non è ora di arrendersi, di arrendersi? Mi piace di più quando posso ricominciare. I ruoli che ho menzionato sopra non sono davvero nuovi. Niente è, davvero, non è così? Ho pregato per soldi, ho suonato musica, ho fatto il buffone, celebrato i giorni di festa. Ho fatto quello che ha fatto la maggior parte degli uomini della mia età: vissuto tra e all'interno dei miei ruoli familiari, quelli che si estendono dal mio corpo e genere e sessualità, le mie convinzioni spirituali e politiche, la mia complessità di pensieri, sentimenti e impulsi. Quindi, perché penso che questi ruoli siano nuovi? È sufficiente dire che sono almeno rinnovabili come si avvicina il nuovo anno?

Si sta facendo tardi e ho fame. È ora di andare a casa. È ora di salutare il parco, con il suo albero e arco scintillante, i suoi orgogliosi monumenti a George Washington e Giuseppe Garibaldi, la sua fontana e le porte, i cerchi all'interno, il suo mix di residenti e pendolari, studenti e pensionati, commercianti e compratori, giocatori e passanti. È ora di andare a casa. Sono tratto dalle mie fantasticherie da un saluto di uno studente appena laureato. Lei mi dice che è stata appena assunta come terapeuta teatrale e inizierà nel nuovo anno. È eccitata e lo sono anche io. Un nuovo inizio. Ci abbracciamo e, mentre me ne vado, penso: "L'unica cosa che conta è il qui e ora, giusto? Non è vero? "

Mando a tutti calorosi saluti di festa per molti nuovi inizi, quelli che spuntano dal passato e indicano il futuro.

Solutions Collecting From Web of "I ruoli non presi"