I pericoli di e-mail, Facebook e Twitter

Abbiamo tutti inviato un'email, un tweet o pubblicato su Facebook. Ma gli altri stanno ricevendo il messaggio che stiamo cercando di inviare?

In uno studio, i partecipanti sono stati invitati a inviare un'e-mail che trasmette il saracasmo, l'umorismo, la serietà o la tristezza. Hanno quindi inviato l'e-mail, e i destinatari hanno dovuto indovinare ciò che il mittente stava cercando di esprimere.

Il 90% delle volte, il mittente ha pensato che il destinatario avrebbe avuto il significato desiderato. Ma, solo il 60% delle volte il ricevitore poteva indovinare con precisione quale emozione il mittente stava cercando di ritrarre.

Ci sono due lati di questo. Il mittente si trova in una posizione unica di essere in grado di sapere esattamente cosa sta significando. A sua volta, ciò che ha senso per il mittente non ha necessariamente senso per il ricevente, perché il ricevitore ha meno informazioni; ma, il mittente pensa di sì.

Dal lato del destinatario, è anche estremamente difficile discernere ciò che qualcuno intende senza segnali non verbali. Scrollate di spalle, espressioni della mano e reazioni facciali giocano un ruolo importante nella nostra normale comunicazione orale. Ma niente di tutto questo è disponibile su Twitter o Facebook o in una email (o un post di Psychology Today!). E la calamità può emettere.

Quindi, la prossima volta che invii un'email o tweet, potrebbe essere una buona idea considerare che le persone che la ricevono potrebbero fraintendere ciò che stai cercando di esprimere, soprattutto perché non possono vedere la tua faccia o il tuo linguaggio del corpo. Ad esempio, quello che sembra un chiaro sarcasmo potrebbe essere preso sul serio da loro.

Il tuo lavoro, la tua amicizia o anche la tua reputazione pubblica potrebbero dipendere da ciò.

Solutions Collecting From Web of "I pericoli di e-mail, Facebook e Twitter"