I nostri figli cresciuti andranno mai d'accordo?

È quello che speriamo, ma non è un affare fatto. "Forse sul mio cadavere", rifletté il genitore di tre bambini che hanno gareggiato e si lamentano l'un l'altro fin dall'infanzia – più di trent'anni fa! . Un recente sondaggio condotto da Ameriprise Financial Family Wealth Checkup http://www.nextavenue.com ha indicato che solo il 15% dei fratelli di età compresa tra 25 e 70 anni sono in conflitto tra loro sul denaro, e quando lo fanno si tratta del denaro dei genitori. Ma ci sono altri problemi che li dividono, alcuni derivanti dai loro primi anni e altri manifestati nelle loro relazioni una volta che sono usciti di casa, quando tocca a loro, non ai loro genitori, mantenere o disimpegnare la loro connessione.

È difficile per i genitori di fratelli e sorelle resistere alla naturale necessità di mediare tra loro o tra di loro, ma spesso questo porta a più conflitti. Ancora più difficile da evitare è la triangolazione: tentare di influenzare o comunicare con un fratello o l'altro. "Se solo parlassi con tuo fratello ( perché beve così tanto, non ci presenta mai le sue amiche, è così irascibile con tuo padre )" ecc., O "Tu Davvero dovresti dire a tua sorella che (suo padre è molto arrabbiato con lei, lei ha un gusto terribile nei fidanzati, perché non ci chiama mai?) ecc. La triangolazione appesantisce tutte le relazioni coinvolte – le tue con loro e le loro tra loro . , Se hai una domanda (al contrario di un commento discutibile!), Chiedi direttamente – non impostare trappole per i tuoi figli adulti o chiedi loro di violare le confidenze.

La gelosia è un tema prevalente nelle discussioni sulla rivalità tra fratelli; quando è particolarmente intensamente sentito nell'età adulta, molte persone lo esprimono per evitamento o rifiuto e, fatta eccezione per occasionali riacutizzazioni (specialmente durante riunioni di famiglia), queste strategie funzionano la maggior parte del tempo. Ma le emergenze dei genitori spesso portano nuovamente fratelli e sorelle in stretto contatto. A volte questo offre loro l'opportunità di uscire dai ruoli che li hanno definiti come bambini – l'avventato, il favorito, il principe o il raccolto – e portare le capacità e la fiducia che hanno sviluppato da adulti alla situazione. Altre volte l'inversione di ruolo inerente all'emergenza – i bambini che accudiscono i genitori che praticano il foraggiamento – catapulta e rienergizza tutti i problemi e le emozioni che hanno tormentato le relazioni tra fratelli sin dall'infanzia.

In un recente articolo intitolato. "Flying in a V Formation" http://www.JournalofAppliedCommunicationResearch.com, i ricercatori hanno caratterizzato temi ricorrenti di (in) equità, realtà e solidarietà nelle spiegazioni narrative dei fratelli adulti riguardo al caregiving genitoriale condiviso che riflette il loro senso di equità, di ideale vs la condivisione effettiva e la loro interconnessione. , Riflette le scoperte di altri ricercatori che riunendo in uno spirito di unità per svolgere responsabilità critiche verso i loro genitori è un compito vitale per i fratelli adulti e quando fanno uno sforzo per offrire supporto e gratitudine l'uno all'altro durante il processo, forniscono un ambiente di caregiving più collaborativo. (Amaro, LM, ibid Vol. 45 (1) 2017).

La morte di uno o entrambi i genitori cambia frequentemente le relazioni tra fratelli adulti … Emergono alcuni modelli comuni, che vanno da "ancora più vicino" a "dal male al peggio". (Greiff & Woolley, 2016 http://dx.doi.org/10. 1080 / 15524256.2015.1021435). E i bambini sopravvissuti spesso si spintonano per la posizione, soprattutto se c'è una proprietà parentale da sistemare. Alcuni genitori stabiliscono questioni su chi controlla la disposizione dei loro effetti personali, diventa il loro esecutore o trustee e maneggia il loro procuratore sanitario ben prima del bisogno; mantenere l'informazione per sé può sembrare il modo migliore per evitare di esacerbare le tensioni tra i loro figli, ma in effetti rende ancora più difficile per loro agire in modo cooperativo quando devono, specialmente in un momento in cui le emozioni sono già aumentate. Il letto di morte di un genitore è spesso la scena in cui si svolgono molti drammi fratelli, soprattutto per quanto riguarda il "lasciar andare", indipendentemente dai desideri espressi o addirittura scritti del paziente in condizioni critiche o in stato di coma.

Vogliamo tutti che i nostri figli sentano di essere stati trattati equamente e in modo equo dopo la morte – "Anche se non riesco a gestirlo mentre sono vivo", come mi ha detto un padre, sottolineando i suoi sforzi scrupolosi di pareggiare il suo patrimonio, costituito principalmente da un'azienda familiare in cui lavorano solo due dei suoi figli, mentre il terzo non ha né l'abilità né l'interesse a partecipare.

Indipendentemente dai nostri sogni per i nostri figli cresciuti, i nemici giurati potrebbero non essere mai i migliori amici, nonostante i nostri sforzi per avvicinarli, trattarli equamente nella disposizione delle nostre proprietà. e ricorda loro che il sangue è più denso dell'acqua. Sta a loro ora,

Solutions Collecting From Web of "I nostri figli cresciuti andranno mai d'accordo?"