I migliori consigli per una disintossicazione digitale

Negli ultimi anni c'è stato un uso crescente del termine "disintossicazione digitale". Secondo l' Oxford Dictionary , la disintossicazione digitale è "un periodo durante il quale una persona si astiene dall'utilizzare dispositivi elettronici come smartphone o computer, considerata un'opportunità per ridurre lo stress o concentrarsi sull'interazione sociale nel mondo fisico" . Devo ammettere che trovo spesso difficile staccare dal lavoro (soprattutto perché amo il mio lavoro). Dato che il mio lavoro si basa sulla tecnologia, implicitamente significa anche che ho difficoltà a spegnere la tecnologia. Il blog di oggi è tanto per me quanto chiunque lo sta leggendo e fornisce alcuni suggerimenti su come ridurre l'uso della tecnologia, anche se è solo per il fine settimana o per una vacanza. Ho raccolto questi suggerimenti da molti articoli online diversi e alcune delle mie strategie personali.

Disintossicare digitalmente in incrementi: per alcune persone è difficile passare alcuni minuti senza controllare il loro smartphone o e-mail. Per molti, l'impulso è riflessivo e abituale. Se sei una di quelle persone, sono necessari "piccoli passi". Tali individui devono imparare a disintossicarsi digitalmente con piccoli incrementi (ad esempio, seguire una "dieta digitale"). Inizia dimostrando a te stesso che puoi andare 15 minuti senza tecnologia. Col passare del tempo, aumentare il periodo di tempo senza controllare (ad esempio) Twitter, Facebook ed e-mail (ad esempio, 30 minuti, 60 minuti, un paio d'ore) fino a quando non si abitua quotidianamente a poter trascorrere alcune ore senza necessità essere online Un altro semplice trucco consiste nel mantenere solo i dispositivi mobili parzialmente rabboccati. Ciò significa che gli utenti devono risparmiare nel controllare i propri dispositivi mobili.

Metti da parte i periodi quotidiani di tempo non programmato autoimposto: uno dei segreti per ridurre l'uso della tecnologia a livelli accettabili è quello di tenere da parte alcuni orari del giorno senza tecnologia (i pasti e l'ora di andare a letto sono un buon punto di partenza – in effetti , queste stanze dovrebbero essere rese prive di tecnologia). Ad esempio, raramente guardo le e-mail tra le 18:00 e le 20:00, poiché questa è riservata all'ora della famiglia (ad esempio, cucinare e cenare con la famiglia). Un'altra strategia da provare è avere una giornata senza tecnologia nei fine settimana (ad esempio, non accedere a Internet per 24 ore). Tuttavia, guardare la televisione o usare un e-reader va bene. Un'altra semplice strategia è quella di avere orari dei pasti privi di tecnologia (sia a casa che al lavoro). Non portare il tuo smartphone o tablet sul tavolo.

Rispondere alle e-mail e ai messaggi solo in determinati momenti della giornata: solo alcune persone sono "su chiamata" e devono presumere che il messaggio ricevuto sarà un'emergenza. Guardare e-mail (diciamo) solo tre volte al giorno (9:00, 13:00, 16:00) farà risparmiare molto tempo a lungo termine. Spegnere e-mail e social media, disabilitare le notifiche push, o semplicemente girare l'impostazione del volume su silenzioso sui dispositivi elettronici ridurrà anche l'esigenza di controllare costantemente i dispositivi mobili.

Non utilizzare lo smartphone o il tablet come sveglia: utilizzando una sveglia standard per svegliarti al mattino, eviterai la tentazione di guardare e-mail e testi proprio mentre stai per andare a dormire o semplicemente svegli (o nel mezzo della notte se sei un maniaco del lavoro!).

Impegnarsi in attività fuori dal lavoro in cui è impossibile (o disapprovato) utilizzare la tecnologia: al giorno d'oggi, attività ricreative come andare al pub, consumare un pasto o andare al cinema, non impediscono alle persone di utilizzare la tecnologia wireless . Impegnandosi in attività digitalmente incompatibili in cui è impossibile accedere simultaneamente alla tecnologia (ad es. Jogging, nuoto, meditazione, passeggiate all'aperto nelle aree senza wi-fi) o andare in luoghi in cui la tecnologia è disapprovata (ad es. Luoghi di culto, lezioni di yoga , ecc.) e l'individuo diminuirà automaticamente la quantità di tempo sullo schermo. Nelle situazioni sociali, puoi trasformare il bisogno delle persone di controllare i loro telefoni in un gioco. Ad esempio, nel pub, potresti avere un gioco in cui il primo a controllare il proprio telefono deve acquistare un giro di bevande per tutti gli altri.

Dì ai tuoi colleghi di lavoro e ai tuoi amici che stai facendo una disintossicazione digitale: il controllo delle e-mail e dei testi può diventare un comportamento quasi compulsivo a causa di ciò che gli psicologi hanno definito "FOMO" (paura di perdere) che si riferisce all'ansia che un evento interessante o eccitante potrebbe accadere altrove altrove Dicendo a tutti che sai che non sarai online per alcune ore, sarà meno probabile contattarti e in primo luogo sarà meno probabile che controlli i messaggi online. In alternativa, invia la notifica di "fuori sede" per qualche ora e fai qualcosa di più produttivo con il tuo tempo.

Riduci i tuoi elenchi di contatti: un modo per trascorrere meno tempo online è ridurre il numero di amici sui siti di social network, smettere di seguire blog (ma non i miei, ovviamente!), Eliminare app inutilizzate e annullare l'iscrizione ai gruppi online che hanno pochi vantaggi . Inoltre, elimina le app di gioco che possono richiedere molto tempo (ad esempio Angry Birds, Candy Crush Saga , ecc.).

Ottieni un orologio da polso: uno dei motivi più comuni per guardare uno smartphone o un tablet è controllare l'ora. Se il controllo del tempo porta anche le persone a notare che hanno un testo, e-mail o tweet, finiranno per leggere ciò che è stato inviato. Usando un orologio da polso vecchio stile (al contrario di nuovi orologi intelligenti come l' Apple Watch ), l'urgenza di rispondere ai messaggi diminuirà.

Pensa ai vantaggi di non essere costantemente online: se sei il tipo di persona che risponde alle e-mail, ai testi e ai tweet mentre arrivano, scrivi risposte più lunghe rispetto a quando le guardi tutte in un blocco. La linea di fondo è che è possibile risparmiare un sacco di tempo da dedicare ad altre cose se non si spende così tanto tempo a reagire costantemente a ciò che accade nel mondo online.

Goditi il ​​silenzio: troppe persone non riescono ad apprezzare il fatto di essere nel momento in cui si lasciano resistere all'impulso di accedere ai loro laptop, cellulari e tablet. È in questi momenti che alcune persone potrebbero interpretare la noia che possiamo contemplare e essere consapevoli. Questo potrebbe essere reso più formale introducendo la meditazione in una routine quotidiana. Ci sono anche molti posti che durano interi fine settimana e brevi pause in cui la tecnologia è proibita e gran parte del tempo può essere spesa in contemplazione silenziosa.

Riempi il vuoto: per sottoporsi a una disintossicazione digitale per un certo periodo di tempo, un individuo deve sostituire l'attività con qualcosa che sia altrettanto gratificante (che sia fisicamente, psicologicamente o spiritualmente). Quando sono in vacanza, raccolgo tutti i romanzi che ho intenzione di leggere. Nei periodi di tempo più brevi (come sedersi in riunioni noiose) scarabocchio, scrivo liste "da fare", genera idee su cui scrivere o semplicemente non fa nulla (e sii consapevole, consapevole del momento presente). In breve, cerco di essere produttivo (o improduttivo) senza dover ricorrere alla mia tecnologia.

Usa la tecnologia per battere la tecnologia: una cosa che può scioccare gli utenti della tecnologia è quanto tempo impiegano effettivamente sui loro dispositivi mobili. Calcolare quanto tempo viene effettivamente speso online può essere il primo passo nel voler ridurre. (Ad esempio, qualcuno con cui ho lavorato una volta è rimasto scioccato nello scoprire che aveva trascorso 72 [24 ore] giorni in un anno giocando a World of Warcraft). Gli utenti di tecnologia possono scaricare app che indicano loro quanto tempo spendono online (ad es. Moment ). Essere consapevoli di un problema è spesso il primo passo per abilitare cambiamenti comportamentali.

Riferimenti e ulteriore lettura

Goodnet (2013). 7 passaggi per pianificare la tua prossima disintossicazione digitale. 22 ottobre. Si trova all'indirizzo: http://www.goodnet.org/articles/7-steps-to-planning-your-next-digital-detox

Hosseini, MD (2013). I 10 migliori consigli per staccare la spina quest'estate con una disintossicazione digitale. Social Club della settimana pubblicitaria, 28 giugno. Si trova su: http://www.theawsc.com/2013/06/28/top-10-tips-to-unplug-this-summer-with…

Huffington Post (2013). 10 hack per la vacanza detox digitale per aiutarti a staccare davvero la spina. 31 luglio. Si trova all'indirizzo: http://www.huffingtonpost.com/2013/07/31/vacation-hacks-_n_3676474.html

Levy, P. (2015). 15 consigli per una totale detox digitale. Mind Body Green , 15 gennaio. Si trova all'indirizzo: http://www.mindbodygreen.com/0-17030/15-tips-for-a-total-digital-detox.html

Lipman, F. (2015). 12 consigli per la tua prossima disintossicazione digitale. 2 marzo. Si trova all'indirizzo: http://www.drfranklipman.com/shake-it-off-12-tips-for-your-next-digital-…

Lipman, F. (2014). 8 modi per disconnettersi dalla tecnologia e ottenere di più. 5 novembre. Presso: http://www.drfranklipman.com/8-ways-to-disconnect-from-technology-and-ge…

South China Morning Post (2015). Cinque consigli per una disintossicazione digitale. Situato all'indirizzo: http://www.scmp.com/lifestyle/technology/article/1673273/five-tips-digit…

Vozza, S. (2013). Una disintossicazione digitale realistica in 5 semplici passaggi. Imprenditore , 12 novembre. Si trova all'indirizzo http://www.entrepreneur.com/article/229783

  • Messaggio da un bombardiere
  • La spada a doppio taglio di Monogamy
  • La distribuzione irregolare di violenza e notizie
  • Per quelli che soffrono il dolore cronico dell'osteoartrosi, non sei dimenticato
  • Imparare a essere un buon sport
  • Prevenzione del suicidio nel pronto soccorso
  • Progettare per decompressione
  • Hai un capo Micromanaging?
  • Masturbazione femminile: "È brutto!"
  • Ho'oponopono: Ancient Concept for a Modern World
  • Roadblock to Intimacy & Trust VI: The Break: Independence
  • First Do No Harm e DSM - Parte II: prendere seriamente la malattia
  • Come individuare e fermare manipolatori
  • Voglio andare d'accordo con la mia matrigna
  • La ricerca di Harvard mostra come il cervelletto regola i pensieri
  • Le nove leve per decisioni migliori
  • Fermati, respira e pensa
  • È il morbo di Alzheimer? Invecchiamento normale? O semplicemente un sovraccarico informatico?
  • Perché consultare uno psicologo clinico? Parte 3
  • Il lato oscuro della dipendenza
  • La biologia del cavallo ragazzo
  • Meno male: formiche e una risoluzione semplice per il nuovo anno
  • Oltre la diversità
  • Perversità umana: indovina cosa? È normale
  • La funzione di rabbia e risentimento
  • 4 modi per cancellare la mente
  • Cluster Borderline di personalità e ADHD in famiglie
  • Genitali o mutilazioni da designer?
  • Fatti e finzioni: storie di un artista della fame e di una lattuga
  • Sonno irrequieto
  • Nuove mappe del cervello Acquisiscono il comportamento genitoriale nelle istantanee vivaci
  • Dipendenza da zucchero: può essere molto reale
  • Hai sentito? Una storia su Gossip
  • Per sesso o non sesso, questa è la domanda
  • La psicologia di "Road Rage"
  • Una mancanza di coinvolgimento dei genitori aiuta a creare scuole in errore