I medici part-time sono cattivi per la salute della medicina?

Ironia della sorte, mi è sfuggita la provocatoria opinione del Dr. Karen Sibert quando è arrivata per la prima volta sul sito del New York Times la scorsa settimana perché ero impegnata con i miei quattro figli. (Sono in quel momento di crisi quando la scuola finisce e le attività estive non sono ancora iniziate.) Il suo pezzo richiede che chiunque entri in medicina lavori a tempo pieno o trovi un altro lavoro. O come dice lei, ha "un grande rispetto per i genitori casalinghi, e penso che va bene se i giornalisti, i cuochi o gli avvocati scelgono di lavorare part-time o di lasciare definitivamente il lavoro. Ma è diverso per i medici. Qualcuno deve prendersi cura dei pazienti. "

Inutile dire che ha colpito un cordone sensibile non solo con i medici part-time ma tutti noi mamme che cercano di crescere i nostri figli e mantenere una carriera. Il dottor Sibert e io siamo entrambi medici. Lavora a tempo pieno e pensa che tutti i MD dovrebbero. Io, d'altra parte, sono andato alla scuola di medicina e non mi sono mai esercitato.
Uso la mia formazione (quattro anni di scuola medica) per scrivere di medicina e insegnare scrittura medica. Probabilmente non sarebbe d'accordo con le mie scelte di vita.

Ieri eravamo su Tell Me More di NPR (beh, le nostre voci erano insieme, ma eravamo in studi separati). Abbiamo parlato dell'equilibrio vita-lavoro insieme al Dr. Michele Au, anestesista e autore di This Will not Hurt a Bit (e altre bugie bianche): La mia educazione in medicina e maternità e la dottoressa Laura Ment, preside di ammissioni e professore di Pediatria e Neurologia Pediatrica presso la Yale School of Medicine.

La conversazione è stata scioccantemente civilizzata rispetto ai commenti infiammatori del pezzo di opinione della dott.ssa Sibert. (Alcuni blogger sentivano che il dottor Sibert stava tornando indietro ai tempi in cui le donne potevano essere rifiutate dalla scuola medica perché sembravano il tipo da sposare.) Ascoltando la sua conversazione, però, ho iniziato ad apprezzare da dove veniva. Dr. Sibert è un professionista dedicato che ama quello che fa. Ha detto che ha scritto il suo pezzo in risposta a una conversazione sconfortante che ha avuto con una giovane studentessa universitaria. La donna stava pensando di andare a scuola di medicina, ma voleva assicurarsi che fosse il tipo di carriera che ha funzionato con la crescita di una famiglia. Pensava di poterlo fare part-time. Il dott. Sibert, naturalmente, sarebbe stato più felice parlare con qualcuno che voleva sapere della stimolazione intellettuale e della gratificazione di diventare un guaritore.

Quando sei veramente appassionato di qualcosa, è difficile capire chi non condivide l'amore. Sento il dolore della dottoressa Sibert. Ma ecco cosa non capisco. I dottori part-time sono apatici? Si preoccupano meno dei loro pazienti? Non sono convinto. Conosco un bel po 'di donne che hanno scelto di essere internisti e pediatri e lavorano meno ore quando i loro figli sono più giovani e hanno in programma di aggiungere tempo all'ufficio mentre i loro figli crescono.

La dottoressa Sibert ha cercato di far avanzare la sua argomentazione sottolineando la carenza di medici e il finanziamento governativo per l'educazione medica. Come ha detto nel suo pezzo del New York Times:

"Dal 2005 la forza lavoro medico part-time è cresciuta del 62%, secondo i recenti dati dell'indagine dell'American Medical Group Association, con circa 4 donne su 10 tra i 35 ei 44 anni che hanno riferito di aver lavorato a tempo parziale. Questo può sembrare una decisione personale, ma ha gravi conseguenze per i pazienti e il pubblico. L'educazione medica è supportata dal denaro delle tasse federali e statali sia a livello universitario – le tasse scolastiche non si avvicinano a coprire i costi delle scuole – e negli ospedali universitari dove i residenti sono formati. Quindi, se i medici non stanno facendo pieno uso della loro formazione, i contribuenti stanno perdendo il loro investimento. Con una crescente carenza di medici in America, non possiamo più permetterci di continuare a formare medici che non trascorrono le loro carriere nella pratica a tempo pieno della medicina ".

Capisco che c'è carenza di medici. Abbiamo bisogno di più persone per scegliere le specialità di assistenza primaria. Abbiamo bisogno di medici in aree rurali poco servite e in quartieri indigenti. Non credo che la relazione sia così netta come suggerisce lei. Che dire dei dottori a tempo pieno che scelgono di lavorare per le case farmaceutiche? O quelli che diventano chirurghi cosmetici? Sono più apprezzati nella forza lavoro rispetto al geriatrico part-time?

E mentre molti degli scherzi da quando è stato pubblicato il suo articolo sono stati un ridimensionamento dei dibattiti sulla guerra della mamma, mi sembra che piuttosto che parlare di come le donne giochino, dovremmo concentrarci su come rendere più facile l'equilibrio. Per uomini e donne. Il dottor Ment ha parlato di tutti gli sforzi fatti da Yale per incoraggiare un ambiente adatto alle famiglie, tra cui l'asilo nido in loco e le foglie per la maternità che non penalizzano le possibilità di raggiungere il mandato.

Piuttosto che incoraggiare le donne a giudicare le loro scelte di vita, concentriamoci su ciò che conta davvero. Scopriamo come incoraggiare gli uomini e le donne migliori e più brillanti e compassionevoli nel campo della medicina. Facciamo delle specialità di cure primarie un'opzione di carriera più appetibile. E accettiamo e valutiamo questi medici appassionati, anche se stanno mettendo meno ore dei loro antenati e dei loro antenati.

Solutions Collecting From Web of "I medici part-time sono cattivi per la salute della medicina?"