I medici dicono di tagliare le luci di notte

I medici americani hanno recentemente lanciato un forte avvertimento sul modo in cui illuminiamo le nostre strade, sollecitando i limiti all'uso di luci a LED ad alta intensità durante la notte per proteggere la salute umana, la sicurezza e il sonno. L'esposizione notturna alla luce blu è riconosciuta come un serio pericolo per un sonno sano e una normale funzione circadiana.

La nuova e solida posizione dell'American Medical Association (AMA) arriva quando città e città degli Stati Uniti stanno passando a lampioni a LED per la loro efficienza energetica e risparmio sui costi. Circa il 10% dell'illuminazione stradale negli Stati Uniti è già stato convertito in luce LED, secondo la dichiarazione AMA.

La dichiarazione AMA cita due importanti preoccupazioni:

  • Il bagliore dell'illuminazione a LED ad alta intensità rappresenta un pericolo per la sicurezza dei conducenti di notte
  • L'esposizione notturna all'illuminazione LED ad alta intensità influisce negativamente sul sonno sopprimendo il rilascio della melatonina "ormone del sonno", che successivamente interrompe i ritmi circadiani

È importante essere chiari: l'AMA non sta suggerendo che le comunità rifiutino interamente le luci a LED, ma raccomanda che le comunità utilizzino le più basse emissioni di luce blu negli spazi pubblici e che l'illuminazione a LED sia attenuata durante le ore non di punta per ridurre l'impatto umano e ambientale .

I rischi per la salute di esposizione alla luce notturna

L'AMA è giustamente preoccupata per i compromessi relativi al sonno e alla salute derivanti dall'eccessiva esposizione dei lampioni a LED. La ricerca indica che i lampioni a LED, come attualmente progettati, possono essere cinque volte più dirompenti dei ritmi circadiani e del sonno rispetto ai lampioni tradizionali, ma non devono esserlo.

La luce blu della lunghezza d'onda è molto aggressiva nella sua soppressione della melatonina e interruzione dei ritmi circadiani, i ritmi biologici di 24 ore che aiutano a regolare i cicli sonno-veglia. Il rilascio di melatonina, a volte indicato come ormone del sonno, è stimolato dall'assenza di luce. Quando troppa luce artificiale è presente nell'ambiente durante la notte, i livelli di melatonina e i ritmi circadiani vengono eliminati dal loro programma naturale.

Gli studi dimostrano che l'esposizione notturna alla luce artificiale interferisce con un sonno sano e di alta qualità. In effetti, l'esposizione alla luce notturna è stata anche collegata ad un aumento dei rischi per molte delle nostre più comuni malattie gravi e croniche, tra cui malattie cardiovascolari, diabete e obesità e alcuni tipi di cancro.

Le raccomandazioni AMA riflettono la gravità della luce notturna come un problema di salute pubblica, che le comunità devono prendere sul serio quando pianificano l'illuminazione negli spazi pubblici e la transizione verso fonti di luce efficienti dal punto di vista energetico. Viviamo in un'era di accesso costante e abbondante alla luce, secondo un programma che è separato dai nostri bisogni biologici di oscurità.

Cosa si può fare per evitare la sindrome della luce blu

Ritornare a un'età più semplice e più oscura non è pratico, né è necessario. Ci sono alcuni semplici passaggi che possiamo intraprendere per proteggere la nostra salute e il sonno: evitare l'esposizione a luce intensa, inclusa la normale illuminazione domestica, i dispositivi mobili e la televisione per un'ora prima di andare a dormire.

Se l'oscurità completa non è pratica e probabilmente non lo è, si consideri il passaggio a luci che sono state progettate scientificamente per emettere livelli più bassi e più sicuri dello spettro della luce blu. La ricerca mostra che riducendo al minimo la nostra esposizione allo spettro della luce blu dopo il tramonto, compresi i lampioni e l'illuminazione domestica, è dimostrato che supporta il naturale rilascio di melatonina del nostro corpo, rendendo più facile addormentarsi e rimanere addormentati più a lungo.

Sogni d'oro,
Michael J. Breus, PhD, The Sleep Doctor ™
www.thesleepdoctor.com

Michael J. Breus, Ph.D. è membro del comitato consultivo scientifico del Lighting Science Group. Lighting Science (OTCQB: LSCG) è un leader globale nel settore dell'illuminotecnica impegnato a migliorare la vita e la salute delle persone e del nostro pianeta inventando lampade LED e apparecchi di illuminazione innovativi e biologicamente compatibili. Il comitato consultivo scientifico consiglia LSGC sull'impatto biologico e l'applicazione commerciale della tecnologia LED su esseri umani, piante e animali. Scopri di più su Blue Light Syndrome unendoci su Facebook e Twitter: #BlueLightSyndrome

Solutions Collecting From Web of "I medici dicono di tagliare le luci di notte"