I giovani, le relazioni e la scogliera dell'avversità

iStock Photo
Fonte: iStock Photo

Amanda conosce molto sulle avversità. I suoi genitori erano drogati e, di conseguenza, soffriva di trauma e abbandono in giovane età. Fu vittima di bullismo a scuola e alla fine se ne andò.

La vita divenne presto più severa. Amanda (abbiamo cambiato il suo nome per proteggere la sua identità) è diventata una prostituta e aveva bisogno dell'aiuto della polizia per sfuggire a un pappone abusivo. Alla fine ha trovato un programma locale che ha fatto la differenza, collegandola con adulti di supporto che hanno fornito servizi sociali ed educativi. Oggi, Amanda ha conseguito il diploma di scuola superiore ed è sulla strada per un futuro migliore.

Abbiamo incontrato Amanda e molti giovani come lei nella nostra ricerca per Do not Quit on Me: quali giovani hanno lasciato la scuola riguardo al potere delle relazioni. Amanda era uno dei tanti giovani che abbiamo intervistato che hanno vissuto un livello di avversità che infiamma una risposta quasi quotidiana di lotta o fuga.

Center for Promise
Fonte: Center for Promise

Questo stress tossico condiziona la loro salute mentale e fisica e presto la scuola diventa irrilevante nelle loro vite. La confluenza di senzatetto, un catastrofico evento di salute familiare, abuso fisico o trascuratezza porta quasi 500.000 giovani a lasciare la scuola ogni anno senza laurearsi.

Sulla base di questa intesa, i miei colleghi e io al Center for Promise della Boston University hanno cercato di capire se e in che modo le relazioni di supporto possono aiutare i giovani a rimanere o riprendere a scuola. Abbiamo intervistato quasi 3.000 giovani e abbiamo avuto conversazioni approfondite con altri 120.

I giovani ci hanno detto che le relazioni respingono le avversità e aumentano le loro possibilità di diplomarsi in tempo – ad un certo punto. L'abbiamo trovato:

  • Il sostegno complessivo degli adulti a scuola riduce la probabilità che i giovani abbandonino la scuola del 25% . Il supporto strumentale (ad es. Riparo, cibo, abbigliamento, trasporti, tutoraggio) dagli adulti fuori dalla scuola riduce la probabilità che i giovani abbandonino la scuola del 17% .
  • Per i giovani che presentano livelli di rischio medi, un alto sostegno da parte di genitori e adulti al di fuori della scuola rende l'iscrizione ininterrotta di 11 punti percentuali più probabile di un elevato sostegno da parte dei genitori. L'aggiunta di una terza fonte di supporto – amici – aumenta la probabile iscrizione continua di altri 5 punti percentuali .
  • Ma, per i giovani che segnalano cinque o più esperienze di vita avverse , il sostegno sociale da solo non fa molto per aumentare la laurea a tempo pieno. La laurea ininterrotta rimane ben al di sotto del 50% anche con un supporto elevato da più fonti.
Center for Promise
Fonte: Center for Promise

Il trauma vissuto da questi giovani ogni giorno li avvicina sempre più a una scogliera avversa , che molti ricercatori hanno messo in relazione con livelli elevati di condizioni di salute acuta e cronica, uso di droghe, comportamenti sessuali a rischio, e lasciare la scuola senza laurearsi.

Quando si considera il livello di avversità che affrontano questi giovani, l'inclinazione dei professionisti e dei policymaker è quella di andare su scuole miopi (senza scuse!), Andare troppo larghe (eliminare la povertà!) O semplicemente alzare le mani nella sconfitta (è troppo !)

Capisco. Questo livello di avversità è troppo per un genitore, un insegnante, un allenatore o un mentore da risolvere da solo. Ma non è un motivo per noi per smettere. I giovani che affrontano le maggiori avversità dovrebbero ottenere il massimo aiuto. Hanno bisogno di sforzi intenzionali e professionalizzati per risolvere traumi, problemi di salute e barriere sociali ed economiche.

Programmi come Community in Schools, Turnaround for Children e LIFT aiutano i giovani a togliere le barriere che fanno deragliare gli adolescenti. Forniscono servizi di salute mentale per i traumi, buoni alloggio per i senzatetto e accesso ad altri servizi sociali molto necessari. Con gli ostacoli risolti, i giovani hanno la larghezza di banda per concentrarsi su obiettivi a lungo termine, tra cui la scuola.

Amanda è scesa dalla scogliera, ma c'erano persone – insegnanti, mentori, amici – che l'hanno afferrata in tempo. Con il giusto tipo di aiuto, è sopravvissuta.

Con l'aiuto, Amanda è stata in grado di dirigere i suoi punti di forza verso gli obiettivi educativi che possono spingerla verso i suoi sogni. Se è quello che vogliamo per tutti i giovani, non possiamo smettere di camminare in modo precario vicino al limite.

Solutions Collecting From Web of "I giovani, le relazioni e la scogliera dell'avversità"