I costi nascosti di Overparenting

Google images for reuse
Fonte: immagini di Google per il riutilizzo

Troppi studenti universitari sono ansiosi e insicuri, mancano della fiducia per dichiarare le proprie major, pianificare i loro programmi o gestire i compiti da soli (American College Health Association, 2008). Credendo che le forze esterne controllino le loro vite, gli studenti universitari di oggi hanno un maggiore controllo esterno dell'80% dei loro coetanei negli anni '60 e '70 (Twenge, Zhang e Im, 2004).

Locus of control (LOC) rivela come ci relazioniamo con il mondo. Con una LOC interna, crediamo che i nostri sforzi e le nostre azioni facciano la differenza. Gli studenti con una LOC interna ottengono voti migliori, affrontano efficacemente lo stress e sono mentalmente e fisicamente più sani, mentre quelli con una LOC esterna sentono che altri potenti o una stranezza del destino controllano le loro vite (Twenge et al., 2004). Sentendosi impotenti e dipendenti da autorità esterne, questi studenti hanno una salute peggiore e livelli più alti di ansia e depressione (Burger, 1984; Chorpita, 2001, Peterson, 1979; Peterson & Stunkard, 1989; Twenge, 2000; Twenge et al, 2004).

Qual è la causa di questa tendenza malsana? Due possibilità sono i genitori in overcontrolling e la comunicazione elettronica.

Dagli anni '90, abbiamo assistito all'ascesa di "genitori di elicotteri", che si muovono al di sopra dei loro figli, inibendo il loro naturale impulso di esplorare il mondo. La mia ricerca (Dreher, Feldman e Numan, 2014) ha rivelato che gli studenti universitari cresciuti con genitori controllanti hanno un LOC esterno significativamente più alto e una minore maturità emotiva, speranza e ottimismo. Non una combinazione salutare.

I progressi nella tecnologia della comunicazione hanno prodotto un "cavo elettronico" che collega

Google images for reuse
Fonte: immagini di Google per il riutilizzo

studenti universitari ai loro genitori su base giornaliera (Hofer, Souder, Kennedy, Fullman, e Hurd, 2009). Gli studenti portano i telefoni cellulari a consigliare appuntamenti per chiedere a "mamma" o "papà" quali corsi dovrebbero seguire. I genitori controllano i compiti dei loro studenti sui loro curricula e persino scrivono i loro documenti, inviandoli insieme in allegati e-mail (Hofer et al, 2009). Gli studenti insicuri cercano istantanee "risposte" su Internet, spesso scaricando testi e commettendo plagio. L'accesso elettronico alle autorità esterne e le risposte facili non rinforza gli studenti a pensare da soli, a prendere le proprie decisioni – competenze vitali necessarie per il successo non solo nell'università, ma come cittadini adulti in un mondo complesso.

Per invertire questa tendenza malsana, Gloria DeGaetano, fondatrice e CEO del Parent Coaching Institute e autrice di Parenting Well in un'età mediatica , consiglia ai genitori di limitare il tempo di schermatura dei loro figli incoraggiandoli a esplorare, seguire la loro naturale curiosità, sviluppare le loro vite interiori e abilità interpersonali e coltivano la loro immaginazione creativa. Sottolinea l'importanza di un legame genitore-figlio amorevole unito alla lettura, all'esercizio fisico, al tempo non strutturato e al gioco cooperativo per sostenere la crescita dei bambini in autonomia e autonomia.

Riferimenti

American College Health Association. (2008). American College Health Association-National College Health Assessment Spring 2007 report dei gruppi di riferimento (abbreviato). (ACHA-LPN). Journal of American College Health, 56 , 469-480.

Burger, J. M (1984). Desiderio di controllo, luogo di controllo e propensione alla depressione. Journal of Personality, 52 , 71-88.

Chorpita, BF (2001). Controllo e sviluppo di emozioni negative. In. MW Vasey & MR Dadds (Eds.), La psicopatologia dello sviluppo dell'ansia (pp. 112-142). New York, NY: Oxford University Press.

DeGaetano, G. (2004). Genitori bene in un'età dei media. Fawnskin, CA: Personhood Press. Per ulteriori informazioni sul lavoro di DeGaetano e sul Parent Coaching Institute, consultare http://www.parentcoachinternational.com/ e http://gloriadegaetano.com/

Dreher, DE, Feldman, DB, e Numan, R. (2014). Indagine sui genitori controllanti: misurare l'influenza del controllo parentale sullo sviluppo personale negli studenti universitari. College Student Affairs Journal, 32, 97-111.

Hofer, BK, Souder, C, Kennedy, EK, Fullman, N, e Hurd, K. (2009). Il "cavo elettronico": comunicazione e monitoraggio dei genitori durante gli anni del college. In MK Nelson & AI Garey (Eds.), Chi sta guardando: Pratiche quotidiane di sorveglianza tra famiglie contemporanee (pp. 277-294). Nashville, TN: Vanderbilt University Press.

Peterson, C. (1979). Incontrollabilità e auto-colpa nella depressione: indagine sul paradosso in una popolazione universitaria. Journal of Abnormal Psychology, 88 , 620-624.

Peterson, C. & Stunkard, AJ (1989). Controllo personale e promozione della salute. Scienze sociali e medicina, 28 , 819-828.

Twenge, JM (2000). L'età dell'ansia? Cambio di coorte di nascita in ansia e nevroticismo, 1952-1993. Journal of Personality and Social Psychology, 79, 1007-1021.

Twenge, JM, Zhang, L., & Im, C. (2004). È al di fuori del mio controllo: una meta-analisi cross-temporale di crescente esternalità nel locus of control, 1960-2002. Rassegna di personalità e psicologia sociale, 8, 308-319.

***********************************

Diane Dreher è un'autrice di best-seller, personal coach e professore alla Santa Clara University. Il suo ultimo libro è Your Personal Renaissance: 12 passaggi per trovare la vera vocazione della tua vita. Visita il suo sito Web all'indirizzo www.dianedreher.com

Solutions Collecting From Web of "I costi nascosti di Overparenting"