I cani si impegnano nel sogno lucido?

Gli esperti valutano se potremmo studiare il sogno lucido nei cani.

Glenn Geher

Nico!

Fonte: Glenn Geher

“… in realtà sarebbe più sorprendente se i cani non sognassero.” Stanley Coren (pagina 89, 2012).

Nella primavera del 2014, ho avuto la fortuna di incontrare il leggendario esperto di comportamento canino, Stanley Coren, in una riunione della Western Psychological Association. All’incirca in quel periodo, io e mia moglie discutevamo se dovevamo prendere un secondo cane. Sosteneva che un secondo cane avrebbe aiutato a mantenere il nostro primo cane, Cujo, compagnia. Avevo paura di avere il doppio delle responsabilità legate agli animali domestici! Ho fatto questa discussione al dottor Coren quando l’ho incontrato. Ci ha pensato, mi ha dato diversi aneddoti relativi alla situazione, e circa 15 minuti dopo, stavo mandando un messaggio a mia moglie dicendo che avremmo preso un secondo cane. Quel cane finì per essere Nico, un grande, stupido, laboratorio misto che, beh, è ​​sorta come il mio spirito animale (anche se a volte può essere un dolore!). Ad ogni modo, abbiamo una casa piena di due grandi cani e un sacco di peli di cane, che abbaiano, ululano e caos di conseguenza. Quindi, come molti di noi, mi trovo a pensare molto ai cani.

L’altro giorno al nostro incontro settimanale del New Paltz Evolutionary Psychology Lab, la mia studentessa Jacqueline Di Santo, co-supervisore del laboratorio, ha dato una grande presentazione sul sogno da una prospettiva evolutiva. L’attenzione particolare di Jacqueline era sul sogno lucido , uno stato di sogno in cui si è consapevoli di sognare e, in effetti, è spesso in grado di controllare il sogno stesso. Fantastico, giusto?

Risulta che sono state pubblicate alcune ricerche davvero interessanti sulla psicofisiologia del sogno lucido, incluso il lavoro di Voss et al. (2009) dimostrando che, usando la tecnologia dell’elettroencefalogramma (EEG), i ricercatori sono stati in grado di dimostrare che i partecipanti che hanno descritto di essere impegnati in sogni lucidi avevano dimostrato onde cerebrali che avevano componenti di REM (Rapid Eye Movement, o sonno da sogno classico) e tutti fuori dalla veglia cosciente. Inoltre, la tendenza a impegnarsi in sogni lucidi sembra corrispondere a tassi relativamente alti di problemi del sonno e persino a sintomi dissociativi. In effetti, la letteratura corrente in questo campo in generale sembra non essere del tutto chiara se avere un’alta frequenza di sogni lucidi è buona o cattiva per te (vedi Aviram & Soffer-Dudek, 2018).

Cani e sogni lucidi

Un’intensa discussione sul sogno lucido con un gruppo di giovani brillanti, risulta, è molto stimolante. Ho lasciato la mia squadra quella notte pensando a vari possibili progetti di ricerca legati al sogno lucido. E poi sono tornato a casa e ho camminato con i cani. Immediatamente, ho iniziato a pensare se i cani sono capaci di sognare lucidamente! Inoltre, come scienziato comportamentale, mi sono trovato più interessato alla domanda se sarebbe stato possibile progettare studi che sarebbero stati in grado di testare empiricamente questa domanda.

Pensaci. Tutti abbiamo visto i nostri cani sognare, giusto? Le loro piccole zampe si agitano. Fanno piccoli lamenti. Le loro orecchie si rianimano. È carino, vero? E in generale, gli esperti sul comportamento dei cani concordano sul fatto che i cani, in effetti, sognano in modi molto simili a come sogniamo (vedi Coren, 2012).

Ma dimostrare un sogno lucido nei cani sarebbe un intero altro animale, per così dire! Per uno, una caratteristica che definisce il sogno lucido è la tendenza ad essere consapevoli del fatto che si sta sognando. Negli esseri umani, possiamo valutare questo tramite l’autoanalisi verbale. In altre parole, possiamo chiedere a qualcuno “Ehi, ieri sera, mentre stavi sognando, eri consapevole che stavi sognando? E sei stato in grado di controllare il contenuto del tuo sogno? “Mentre i cani sono molto intelligenti, qui c’è molta sfumatura linguistica per quanto riguarda il modo in cui valuteremo preliminarmente se un essere umano si sta impegnando in un sogno lucido. Da un punto di vista della scienza comportamentale, quindi, questa domanda è qualcosa di sottaceto!

Quindi, ovviamente, ho deciso di crowdsourcing questa domanda via Facebook! Molti dei miei amici di Facebook sono esperti di scienze comportamentali e i miei amici tendono a essere divertenti. Così ho pensato che avrebbero giocato insieme!

Ecco l’esatto post di Facebook che ho messo là fuori ai miei amici:

Sfida sulla scienza comportamentale: sarebbe possibile progettare uno studio per testare empiricamente se i cani sono capaci di sognare lucidamente? Jacqueline Di Santo ha sollevato una domanda relativa a questo nel nostro recente incontro di laboratorio. E ora sono curioso. Attenzione: le tue risposte potrebbero essere utilizzate solo in un prossimo blog di Psychology Today. Sono curioso di vedere cosa pensa la gente. Qui, taggo il famoso evoluzionista e esperto di “volpe-a-cane”, (tag) Lee Dugatkin e ricercatore onirico emergente, (tag) Daniel Glass – QUALUNQUE altro è libero di cantare! Insieme, potremmo capirlo!

Ed ecco un riassunto delle diverse risposte:

Vedi cosa ha da dire Stanley Coren (Dr. Lee Dugatkin, esperto di comportamento animale da una prospettiva evolutiva):

Un buon accademico sa quando puntare. Il noto esperto di comportamento animale, Lee Dugatkin, intervenne all’inizio, dicendo essenzialmente che non era un esperto su questo argomento, ma suggerì di guardare il libro Do Dogs Dream? , di Stanley Coren (2012). Se qualcuno nel mondo ha la risposta a questa domanda, sarebbe il dottor Coren. Ricorda, è lui che mi ha convinto ad avere il mio migliore amico Nico! Ho controllato il suo libro e nessun dado. L’argomento del sogno lucido nei cani non è apparso.

Cerca correlazioni fisiologiche del sogno lucido negli umani e vedi se possiamo osservare questi fenomeni nei cani (Dr. Barbara Chatr-aryamontri, pneumologo di alto profilo ed esperto di disturbi del sonno) :

Si scopre che il Dr. Chatr-aryamontri è una ricchezza di informazioni su questo argomento! Il Dr. Chatr-aryamontri studia la narcolessia e ha indicato che i cani vengono spesso usati come organismo modello nella ricerca su questo argomento. Apparentemente, lo stato in cui si trovano i narcolettici è simile a uno stato di sogno lucido, con entrambi elementi dissociativi. Inoltre, ci sono farmaci che hanno l’effetto di portarne uno in uno stato dissociativo. Forse tali farmaci, dati a cani assonnati, potrebbero portare a cani impegnati a sognare lucidamente. Sì, questa è una specie di bug-out!

Fabio Danisi (used with permission)

Pete the Pub

Fonte: Fabio Danisi (usato con permesso)

Offerta di ricerca di tipo gentile: Pete the Pug (Dott. Fabio Danisi, Direttore di Neurologia, Mid-Hudson Regional Hospital) :

L’inchiesta scientifica spesso richiede varie forme di sacrificio nel nome di far progredire la nostra comprensione del mondo. Sono rimasto impressionato quando il mio buon amico Dr. Danisi ha offerto il cane della sua famiglia, Pete the Pug, come possibile soggetto di prova nella ricerca sulla domanda in questione. Il profondo e incrollabile impegno della dott.ssa Danisi nei confronti della scienza è, ovviamente, ammirevole. Sfortunatamente, tuttavia, il dott. Danisi riferisce che Pete potrebbe non essere il miglior soggetto di prova sul tema del sogno lucido, poiché, nelle parole del Dr. Danisi, “(Pete) ha smesso di essere lucido anni fa.” Dovremo dare questo più pensiero …

Brain Regions potrebbe fornire un indizio (Dr. Joel Alexander, direttore del Neurocognitive Laboratory presso Western Oregon University) :

Il mio amico Dr. Joel Alexander, che ha studiato intensamente i processi cerebrali per decenni, ha fornito una vera boccata di risposta. Ho intenzione di incollarlo proprio qui!

Durante il sogno lucido, i precari bilaterali, il cuneus, i lobuli parietali e le cortecce prefrontali e occipito-temporali sono attivati ​​fortemente rispetto al sonno REM non lucido.

Mi sembra che se possiamo studiare l’attività cerebrale dei cani durante il sonno e trovare prove di attivazione di queste parti del cervello, ciò potrebbe indicare un sogno lucido. Forse questa misurazione potrebbe essere fatta in congiunzione con uno studio che manipolava sperimentalmente farmaci a base dissociativa prima di episodi di sonno per cani assegnati in modo casuale.

Glenn Geher

Nico (primo piano), Cujo (sfondo)

Fonte: Glenn Geher

Probabilmente no (Dr. Daniel Glass, psicologo clinico e presidente della Applied Evolutionary Psychology Society, ricercatore onirico) :

Come uno dei miei allievi di maggior successo, lasciatemi dire che adoro Dr. Glass … Ma detto questo , forza Dr. Glass ! Sembri un po ‘un guastafeste * su questo! Ecco la risposta del Dr. Glass:

Posso essere convinto del contrario, ma la mia prima reazione è sul lato meno ottimistico che possiamo verificare se i cani hanno sogni lucidi. Sono d’accordo che potrebbero averli, ma per verificare se lo fanno è difficile. Se definisci un sogno lucido come quello in cui il dormiente è consapevole di stare sognando e quindi avere il pieno controllo mentre stai sognando, potresti entrare in questioni di meta-cognizione canina, che è abbastanza difficile per i cani coscienti, figuriamoci per i cani incoscienti. Come potremmo sapere se un cane sa che sta sognando? Dovremmo anche sapere quali comportamenti e indicatori fisiologici sono possibili nel sogno lucido ma non nei sogni non lucidi, e questo sarebbe il modo.

La chiave può essere trovata nella frequenza degli episodi REM (Dr. Gordon Gallup, professore di psicologia presso l’Università di Albany, editore passato di Comparative Psychology, uno degli scienziati comportamentali più altamente pubblicati nella storia del settore) :

Nelle parole del dott. Gallup: domanda interessante. Prevedevo che l’entità e la durata degli episodi di movimento rapido degli occhi (REM) durante il sonno nei cani sarebbero positivamente correlati con il sogno lucido. Ci sono prove nell’uomo che le nuove esperienze durante il giorno promuovono episodi REM più intensi durante la notte. Quindi potresti sperimentalmente manipolare la presenza o l’assenza di nuove esperienze per i cani per vedere se valgono gli stessi risultati.

Questa risposta è semplice e, come molte delle idee del Dr. Gallup, è eminentemente testabile.

La consapevolezza di sé è un elemento necessario del sogno lucido? Se è così, allora la risposta è no! (Dr. Kristina Spaulding, Ph.D. in neuroscienze, titolare di Smart Dog Training and Behaviour) :

Di tutte le risposte che ho ricevuto, devo dire che il Dr. Spaulding mi ha colpito come, forse, il vincitore. È interessante notare che il Dr. Spaulding era uno studente laureato del Dr. Gallup diversi anni fa. E la sua risposta riposa in realtà nel lavoro pubblicato dal Dr. Gallup nel 1970.

Nel 1970, il dott. Gallup pubblicò un articolo rivoluzionario sul tema dell’auto-consapevolezza. La capacità di un animale di essere consapevole di sé come entità autonoma e indipendente è in realtà piuttosto rara nel regno animale. Il modo basilare con cui il Dr. Gallup misurava la consapevolezza di sé era con il “test dello specchio”: mettere un animale davanti a uno specchio con un segno (ad esempio, usando un po ‘di rossetto sulla fronte). Il compito è semplice: l’animale lavora per cancellare il marchio? Tale atto mostra la sensazione che l’animale si rende conto che lui o lei è quella nello specchio. Gli esseri umani iniziano a farlo relativamente presto nello sviluppo, di solito intorno ai 12 mesi di età. Gli scimpanzé possono farlo. Ma molti altri primati non umani non possono. Inoltre, sulla base di ricerche approfondite su questo argomento, i cani, forse a sorpresa, non possono. Come il mio collega di Psychology Today, Nigel Barber (2017) suggerisce, sulla base di tutte le ricerche che sono là fuori, non siamo nella posizione di dimostrare che i cani sono consapevoli di sé.

Bene, allora la domanda è se l’auto-consapevolezza è necessaria affinché un animale possa vivere il sogno lucido. Devo dire, dottor Spaulding, buon punto qui! Se non ti rendi conto di essere un’entità autonoma nel mondo sociale, allora forse non sei in grado di comprendere che anche tu sei un’entità autonoma in un sogno. Questo potrebbe essere il vincitore!

Glenn Geher

Cujo (l), Nico (r)

Fonte: Glenn Geher

Linea di fondo

I cani si impegnano in sogni lucidi? Come puoi vedere, potremmo non sapere mai la risposta a questa domanda. Da una parte, se riusciamo a trovare una costellazione di risposte psicofisiologiche che caratterizzano in modo affidabile il sogno lucido negli umani e possiamo documentarle empiricamente nei cani, potremmo avere un caso da fare. Detto questo, la mia valutazione complessiva delle risposte suggerisce che la risposta alla domanda se saremo mai in grado di testare empiricamente se i cani si dedicano al sogno lucido probabilmente non lo è . Dico questo principalmente perché i cani non sono mai stati in grado di dimostrare in modo affidabile la vera auto-consapevolezza. E sulla base di ciò che è il sogno lucido, sembra semplicemente che l’auto-consapevolezza possa essere richiesta per il sogno lucido di avere luogo.

Per quanto riguarda se Nico si impegna in sogni lucidi, la risposta potrebbe essere semplicemente che sarebbe impossibile per lui rendersi conto che è in un sogno e poi iniziare a controllare le cose. Per fortuna, perché è una manciata così com’è!

Ringraziamenti: Grazie ai membri del New Paltz Evolutionary Psychology Lab per aver fornito il carburante intellettuale per queste idee. E a tutti i miei amici di Facebook, che sono buoni sport. E a Pete the Pug, grazie per l’offerta di essere in questo studio. Ci penserò e forse tornerò da te!

* Nota che inizialmente avevo usato il termine “sport rovinato” in questa frase. In una conversazione a margine, il Dr. Glass ha cortesemente corretto il mio uso, scrivendo “… Penso che volevi chiamarmi” guastafeste “, come in, uno che rovina lo sport, al contrario di uno” sport viziato “, che significherebbe uno sport che ha rovinato. “Se non vedi l’ironia, per favore rileggi! 😉

Riferimenti

Aviram Liat, Soffer-Dudek Nirit (2018). Lucid Dreaming: l’intensità, ma non la frequenza, è correlata alla psicopatologia. Frontiers in Psychology, 9, DOI = 10.3389 / fpsyg.2018.00384

Barber, N. (2017). I cani sono consapevoli di se stessi? Blog di psicologia oggi.

Coren, S. (2012). I cani sognano? New York: Norton.

Gallup, GG (1970). Auto-consapevolezza nello scimpanzé. Scienza, 167, 86-87.

Skoglund, P .; Ersmark, E .; Palkopoulou, E .; Dalén, L. (2015). “Il genoma del lupo antico rivela una prima divergenza degli antenati e della mescolanza di cani domestici nelle razze ad alta latitudine”. Biologia corrente.

Voss U; Holzmann R; Tuin I; Hobson A. Sogno lucido: uno stato di coscienza con caratteristiche sia del sogno sveglio che non lucido. SLEEP 2009; 32 (9): 1191-1200.