I cani anziani possono avere la malattia di Alzheimer?

Nessuno sa esattamente perché i cani o gli umani diminuiscono le loro capacità quando invecchiano. Una teoria suggerisce che mentre il materiale genetico (DNA) si riproduce in ogni nuova cellula, le trascrizioni successive diventano meno accurate, un po 'come fare copie di copie di copie su una fotocopiatrice, dove ognuna diventa progressivamente più grintosa e più difficile da leggere. Il danno al DNA può anche verificarsi a causa di danni da radiazioni naturali da raggi cosmici e altre fonti terrestri (come la respirazione di inquinanti atmosferici o fumi da alcuni solventi) che a loro volta potrebbero portare a una produzione enzimatica difettosa. Quando ciò accade, spesso provoca la morte cellulare nel sistema nervoso e altrove. Altre teorie sull'invecchiamento accusano la semplice usura, suggerendo che vari sistemi fisici e neurali si disgregano per l'uso frequente, e possono rompersi ancora più velocemente se sottoposti a stress. Altre teorie suggeriscono che l'invecchiamento deriva dall'accumulo di prodotti metabolici di scarto nelle cellule o dall'aumento di sostanze chimiche instabili (radicali liberi) che interagiscono con le molecole nelle cellule e interferiscono con il loro funzionamento.

Clipart division of Vital Imagery
Fonte: divisione ClipArt di Immagini Vitale

Indipendentemente dalla fonte degli effetti dell'invecchiamento, il cervello e il sistema nervoso dei cani (e delle persone) cambiano notevolmente man mano che invecchiano. I cani anziani hanno cervelli più piccoli e più leggeri dei cani giovani. Il cambiamento è abbastanza significativo e il cervello più vecchio potrebbe essere più leggero del 25 percento. È importante notare che questo cambiamento non è necessariamente dovuto alla morte delle cellule cerebrali. In realtà, per lo più perdiamo parti delle cellule nervose, i rami (dendriti e filamenti di assoni) che si connettono con altre cellule nervose. Queste connessioni ad altre cellule iniziano ad abbattere con l'età. Se potessimo considerare il cervello come un computer cablato in modo complesso, sarebbe come se i vari circuiti nel processore centrale smettessero semplicemente di funzionare perché le connessioni erano interrotte. Per la maggior parte, è la perdita di queste connessioni che riduce le dimensioni e il peso del cervello.

Con l'età, ci sono anche cambiamenti chimici nel cervello che influenzano il comportamento, la memoria e l'apprendimento. Nei cani e negli esseri umani i mitocondri, piccole strutture a trefolo nel nucleo delle cellule, sono responsabili della conversione delle sostanze nutritive in energia. Quando i cani e gli uomini invecchiano, l'efficienza mitocondriale diminuisce. I mitocondri cominciano a comportarsi come se fossero diventati perditempo, poiché ora iniziano a rilasciare "radicali liberi", sostanze chimiche che ossidano composti essenziali per la normale funzione cellulare. La perdita di questi composti mette a rischio la cellula. Mentre i tessuti degenerano, i depositi di proteine ​​chiamati "amiloidi" si accumulano nel cervello. Alti livelli di amiloidi, specialmente se associati a gruppi di cellule nervose morte e morenti, sono considerati parte delle prove che l'individuo soffre del morbo di Alzheimer. Gli studi condotti presso l'Università di Toronto da un team di ricercatori, incluso lo psicologo Norton Milgram, hanno dimostrato che i cani con alti livelli di amiloidi nel cervello hanno ricordi più poveri e difficoltà nell'apprendimento di nuovo materiale, specialmente se implicano un pensiero più complesso e una soluzione dei problemi. Questo equivalente al morbo di Alzheimer nei cani è chiamato Sindrome da disfunzione cognitiva canina .
Come la malattia di Alzheimer, l'evidenza fisica, trovata solo nelle autopsie, rivela lo stesso tipo di lesioni degenerative del cervello nei cani e negli esseri umani. Con l'età, i cani, come gli umani, accumulano naturalmente depositi di beta amiloidi. Questa proteina amidacea si accumula, diventa cerosa e forma una placca. Quando la placca si accumula, intasa il cervello e inibisce la trasmissione dei segnali dal cervello. Sia nella disfunzione cognitiva di Alzheimer che in quella canina, il livello di questa placca accumulata predice la gravità del danno mentale o cognitivo.

Ci sono alcuni cambiamenti evidenti nei cani con Sindrome da disfunzione cognitiva canina, che, come l'Alzheimer, non sono una parte normale dell'invecchiamento. I sintomi principali possono essere facilmente riassunti con l'acronimo DISH che è l'abbreviazione dell'orientamento di D , i cambiamenti di interazione, i cambiamenti del leep e la sporcizia.

I segni di disorientamento spesso includono:

  • Si blocca rispondendo a comandi ben appresi
  • Potrebbe persino smettere di rispondere al suo nome
  • Non ricorda più le routine domestiche
  • Può fissare nello spazio o alle pareti
  • Può camminare o vagare senza meta, e fuori può vagare fuori dal proprio cortile e agire perso o confuso
  • Può sembrare che cammini in schemi ripetitivi senza scopo, ad esempio intorno a un tavolo o da una stanza all'altra
  • Può sembrare perso o confuso, anche in ambienti familiari, e a volte può sembrare di rimanere incastrato in angoli, sotto o dietro i mobili, avere difficoltà a trovare la sua via d'uscita.
  • A volte, i cani precedentemente ben temperati possono sembrare facilmente agitati e possono abbaiare molto senza una ragione apparente.

I sintomi della diminuzione delle capacità di interazione includono:

  • Spesso la prima cosa che si nota è che il cane non sembra più preoccuparsi di essere accarezzato e può persino andarsene anche quando viene accarezzato e ricevere affetto.
  • I cani affettuosi precedentemente socievoli non possono più cercare di attirare l'attenzione
  • Il cane non va più ad accogliere visitatori o membri della famiglia

I tipici cambiamenti nei modelli di sonno includono:

  • Il cane può dormire di più durante il giorno
  • Il cane può dormire meno di notte e invece passeggiare nel buio

A volte i sintomi includono apparentemente dimenticare Housetraining :

  • Alcuni cani smettono di segnalare che vogliono uscire
  • Alcuni cani possono iniziare ad avere "incidenti" in casa. Questi "incidenti possono verificarsi anche solo poco tempo dopo essere stati fuori
  • Sembra che il cane dimentichi la ragione per cui sono fuori, semplicemente girovagando senza meta e senza eliminare

Osservare tali cambiamenti in un cane più vecchio e amato può essere molto doloroso per il suo proprietario e la sua famiglia, tuttavia la buona notizia è che ci sono alcune cose che possono rallentare il cane e forse persino invertire l'effetto Sindrome da disfunzione cognitiva canina. È noto da tempo che mantenere attivo il cane può essere di aiuto (vedi Creazione di un cervello migliore per il tuo cane). Tuttavia nel mio prossimo post di blog ti parlerò di un modo sorprendentemente semplice per rendere il cervello del tuo cane più sano e più efficiente e per evitare gli effetti dell'invecchiamento sulle abilità mentali del tuo cane.

Stanley Coren è l'autore di molti libri tra cui: The Modern Dog, Why Do Dogs Wet Noses? Le impronte della storia, come pensano i cani, come si parla il cane, perché amiamo i cani Facciamo, cosa sanno i cani? L'intelligenza dei cani, perché il mio cane agisce così? Comprensione dei cani per i manichini, i ladri del sonno, la sindrome di sinistra

Copyright SC Psychological Enterprises Ltd. Non può essere ristampata o ripubblicata senza autorizzazione.

Solutions Collecting From Web of "I cani anziani possono avere la malattia di Alzheimer?"