Heart Transplant Survivor aiuta la sorella Heal di Donor's Lending

Il grande cuore di Lynn Hunter mi sta aiutando a guarire il mio cuore spezzato.

Lynn è una mamma della Virginia nella sua metà degli anni '40 che, esattamente un anno fa, ha ricevuto il dono supremo della vita – un trapianto di cuore.

Donare la vita

Ci siamo "incontrati" dopo aver scritto dell'esperienza di aver perso per me la persona più cara al mondo, mio ​​fratello, che era un donatore di organi e un partner perfetto per ogni singolo paziente dall'altra parte. Il team di donatori di organi mi ha detto che era il più raro del raro, un "donatore di homerun". Ha salvato ogni vita che toccava. Questo aveva perfettamente senso nella morte, perché era proprio come lo era nella vita: un regalo del giorno del papà a mio nipote: tuo padre guariva tutti quelli che incontrava.

Questo non mi è stato di conforto. Volevo solo (volere) il mio amato fratello – la testimonianza della mia vita, il mio migliore amico, il mio confidente più fidato e sebbene fosse mio fratello minore, era il mio più grande e più saggio insegnante. Lo volevo indietro. Ho scritto sull'orribilità di essere dalla parte sbagliata della donazione di organi qui:

Dick Cheney è troppo vecchio per un trapianto di cuore? La sorella di un donatore dice che è la domanda sbagliata

Inizia il nostro viaggio insieme : fai la vita? La sorella di un donatore di cuori trova conforto nel dono di qualcun altro

Trovare la guarigione dal dolore e dalla perdita

E poi Lynn Hunter mi ha scritto del suo cuore, della sua gratitudine e del suo senso di colpa e della complicata esperienza di essere alla gioiosa fine della donazione di organi. Il suo appunto mi ha dato inizio per quello che è diventato per me una conversazione cruciale, continua ed estremamente salutare. Ciò che ha scritto ha offerto l'unico conforto che ho trovato riguardo al dolore davvero unico e solitario di avere la persona amata come donatrice di cuore.

La sua nota iniziò:

È la gioia più grande che puoi provare, ma sempre, sempre, sei consapevole del prezzo che è stato pagato per ogni piccolo momento di gioia che senti. Non so come conviverci. Cerco solo di vivere la mia vita nel modo migliore che conosco e prego ogni giorno per la famiglia e i cari del mio donatore. Non so perché ti sto contattando, tranne che per dire, grazie. Le tue parole mi hanno toccato oggi e mi hanno aiutato a mettere in prospettiva i miei sentimenti riguardo a questa domanda.
Cordiali saluti,
Lynn Hunter

Ho scritto dal mio posto di profondo dolore e disperazione:

Cara Lynn –

Grazie per averci contattato. Ti sono grato che hai avuto il coraggio di annotare ciò che sentivi. Non ho mai parlato con un destinatario. Mai. Ho una pila di lettere di persone le cui vite e corpi sono stati resi integri dall'intero corpo di mio fratello. Non posso scriverli indietro Ma in qualche modo, perché non sei connesso a mio fratello, ma sei collegato in questo modo profondo all'esperienza, mi sento grato e sicuro.

Non ho mai pensato di parlare con qualcuno che ha ricevuto organi da qualcun altro. Ho mille domande ma non mi è mai passato per la testa che potessi entrare in contatto con qualcuno che ha avuto l'esperienza all'altra parte della nostra, ma che non era direttamente correlato al mio dolore. E, ad essere onesti, sono contento di aver appena visto la tua nota perché non so se fossi pronto qualche mese fa. Ma mi sento davvero pronto ora. Che regalo mi hai dato. Sono stupefatto dai tuoi commenti perché non ho mai veramente pensato al peso di vivere con la consapevolezza di come le migliori notizie della tua vita fossero la peggiore notizia per qualcun altro. Immagino di essere stato così concentrato sulla mia estremità del tunnel che ho pensato che tutti stessero solo festeggiando. Francamente, era troppo doloroso pensare molto a quello che accadeva all'altro capo della nostra esperienza perché la nostra era pura sofferenza.

Mi conforta che tu sia abbastanza gentile e abbastanza premuroso da sentirti onorato e sentirti in qualche modo all'altezza di qualcosa. Ma io sento davvero per te. Questa è tanta pressione. Come dovresti sentire? Cosa dovresti fare con questa conoscenza? So che non abbiamo mai ricevuto alcun consiglio o supporto su come gestire il dolore di perdere mio fratello. Immagino che tutti voi non abbiate alcuna guida su come gestire le emozioni, l'intensità e il senso di colpa di ricevere un tale dono.

Voglio farti fuori dai guai. Presumo che tutti voi non abbiate alcuna guida su come gestire le emozioni, l'intensità e il senso di colpa di ricevere un tale dono. Voglio dirti che vivendo la tua vita il modo migliore per sapere come è tutto ciò che puoi chiedere a te stesso. È il modo migliore per onorare quel regalo. Ma liberati del peso di vivere fino a qualcosa. Questo è semplicemente troppo. Capisco.

Eppure, devo essere onesto. Uno dei motivi per cui non voglio essere in contatto con la persona che ha avuto il cuore di mio fratello, conoscendo tutto l'incredibile bene che ha messo nel mondo, è che non voglio sapere se è un idiota. Non potevo vivere con l'idea che in qualche modo non fosse all'altezza dello stupefacente livello di gentilezza, giustizia, empatia, contributo di mio fratello. Vorrei sapere che il ragazzo che camminava con quel cuore lo usava ogni giorno per creare la rettitudine.

È una relazione così complessa, no?

Tutto quello che posso dirti è: so che stai onorando la vita del tuo donatore vivendo il tuo. Stai facendo domande ed essendo pensieroso. Sono così felice che tu sia qui.

Prendersi cura,

Pam

Solutions Collecting From Web of "Heart Transplant Survivor aiuta la sorella Heal di Donor's Lending"