Haircut & Walk-Outs: il lato negativo del controllo parentale

Tagli di capelli forzati e capricci materni sono esempi di disciplina sbagliata.

Quando i bambini maturano e i loro caregiver passano molto tempo, energia e risorse finanziarie a loro nome, anche il genitore più ragionevole può essere spinto alla rabbia quando un bambino si discosta dalle aspettative della sua famiglia. Sfortunatamente, quando questo accade, i genitori a volte rispondono in modi stravaganti puerili, scatenando il caos sul benessere dei loro figli.

Casi e contesti

In un caso recentemente condiviso da un genitore sui social media, un’adolescente che aveva messo in risalto i capelli biondi come regalo di compleanno da sua madre è stata punita dal padre per aver sfoggiato il suo nuovo stile. La sua conseguenza? Un taglio di capelli drastico che le riduceva le lunghe e fluenti trecce che si estendevano oltre le sue spalle fino a raggiungere a malapena il pollice – solo pochi centimetri di lunghezza. La madre del bambino ha riferito che sua figlia è ora devastata e indossa una parrucca per nascondere i suoi capelli molto corti e molto corti. Supponendo che questo resoconto degli eventi sia accurato, le azioni di questo padre hanno esemplificato il controllo autoritario, che è stato documentato per avere un effetto controproducente sul buon comportamento dei bambini.

In un altro episodio appena registrato in video in una conferenza stampa, la madre di un atleta studente stella, Jacob Copeland, viene vista allontanarsi da lui in apparente disgusto al National Signing Day, durante uno dei momenti più cruciali della sua vita. La madre di Copeland fu presumibilmente seccata dal suo annuncio che intendeva “andare con il cuore”, impegnandosi a frequentare un college che fosse contrario alle sue preferenze. Mentre lei ritorna per abbracciare suo figlio poco dopo aver camminato, questo incidente sembra essere un caso di controllo psicologico.

Il controllo psicologico è uno sfruttamento intrusivo del legame genitore-figlio. Comprende il ritiro dell’affetto o l’induzione di colpa su un bambino come mezzo per influenzare il suo comportamento. Il controllo autoritario, come dimostrato dal padre della ragazza adolescente i cui capelli sono stati tagliati, ha anche un impatto negativo sui bambini. Privando la sua figlia di autonomia sul proprio corpo, questo padre ha fatto di più per allevare risentimento e disprezzo piuttosto che ispirare riflessioni o cambiamenti interiori.

Indubbiamente, vi sono ulteriori informazioni di base che inquadrano la narrativa di ciascun genitore, e i genitori possono probabilmente esprimere preoccupazioni legittime che hanno preceduto le loro azioni, siano esse relative alle dinamiche familiari, alla storia dei bambini di comportamenti problematici o ad altri fattori rilevanti. Anche così, snobbare pubblicamente un bambino o imporre radicalmente la propria volontà sul corpo di un bambino è una risposta genitoriale inutile a qualsiasi situazione.

Come i genitori gestiscono il loro potere nelle relazioni genitore-figlio aiuterà a prevedere la qualità delle relazioni familiari in seguito. Ci si aspetta che i genitori siano la voce per i loro bambini piccoli. Decidono, ad esempio, se il loro bambino sia battezzato o meno nella loro chiesa locale, o se debbano o no perforare le orecchie del loro bambino. Anche i genitori prendono decisioni potenzialmente modificanti la vita, come scegliere tra un ambiente Montessori o una scuola più convenzionale per il loro bambino. Col passare del tempo, i genitori rilasciano normalmente alcuni dei loro controlli, tenendo conto di varie variabili, tra cui il livello di maturità del bambino, il loro track record di buon giudizio e l’impatto che una determinata decisione può avere sulla vita di un bambino. A un adolescente può essere concesso il permesso dei genitori di farsi un tatuaggio ma hanno dei limiti imposti a lei in merito alle dimensioni e alla posizione del tatuaggio che le è concesso di ottenere. Oppure, uno studente delle scuole superiori può essere autorizzato a decidere tra prendere una lezione di falegnameria e una classe di cucito, ma non avere altra scelta quando si tratta di prendere una classe matematica avanzata che fornirà opzioni più ampie per l’immatricolazione al college. La chiave è che le decisioni vengano prese in un contesto che favorisce la conversazione bidirezionale e dimostra l’empatia dei genitori.

Un percorso verso un futuro migliore

Costruire relazioni affettuose, impegnarsi in un ascolto attivo ed essere rispettosi dei punti di vista di un bambino, avvicina il bambino alla piena fiducia e all’investimento dei genitori, mentre le tattiche punitive emotivamente aggressive fanno esattamente l’opposto. Una presa del controllo parentale simile a una morsa rende i bambini più probabilità di provare ansia e depressione. E, quando i genitori adottano un approccio “a modo mio o dell’autostrada”, di solito trascurano di concentrarsi sullo stato emotivo di un bambino e di sviluppare le proprie capacità di autoregolamentazione, il che solo ostacola la capacità dei bambini di prendere buone decisioni quando diventano adulti.

Se l’influenza è ciò che un genitore vuole avere sulla vita di un bambino – e quale dei genitori non fa – vale la pena ricordare che le pratiche di genitorialità bidirezionali si sommano a una scommessa molto più sicura per il successo rispetto alle dure azioni unilaterali adottate per esercitare il controllo parentale.

Riferimenti

Larzelere, Robert E., et al, (eds) (2013). Parenting autorevole: sintetizzare la nutrizione e la disciplina per lo sviluppo ottimale del bambino. Washington, DC: American Psychological Association Press.

Solutions Collecting From Web of "Haircut & Walk-Outs: il lato negativo del controllo parentale"