Hai voglia di un nuovo cellulare? Non così tanto

Molti di noi vogliono un cellulare migliore, ma non nel modo in cui si potrebbe pensare. Siamo stufi dei modi sempre più intelligenti in cui le grandi marche di telefoni cercano di vendere aggiornamenti dubbie. Quello che vogliamo invece è poter dire che il miglior telefono è quello che già possediamo.

Eppure, Apple ha annunciato l'imminente uscita del settimo nella sua linea di cellulari. Un buon tempismo per loro: le vendite di telefoni della società sono diminuite del 7,7% negli ultimi tre trimestri, nonostante gli eserciti di appassionati di i-Thing zampillassero su tutto – Apple in 24/7 scambi di pettegolezzi e pettegolezzi su radioamatori.

In un settore che non riesce a capire come realizzare un dispositivo che duri – simboleggiato più recentemente dal richiamo Samsung di telefoni ignifughi – Apple si distingue soprattutto per un particolare tipo di genio che non ha nulla a che fare con la realizzazione dei telefoni : può produrre momenti veramente sublimi di anticipazione di massa in un mondo di iper-consumo centrato sui media.

Ma anche qui potrebbe perdere la presa sui consumatori, come mostrato in un sondaggio condotto lo scorso mese in mezza dozzina di importanti mercati mondiali (Russia, Corea, Cina, Messico, Germania e Stati Uniti).

Risulta che le persone in questi paesi possiedono tra tre e cinque cellulari. I russi e i messicani sono i più in media, gli Stati Uniti e la Germania il meno. Solo un terzo delle persone riceve un nuovo telefono semplicemente perché è disponibile un nuovo modello, un altro terzo perché ha perso il vecchio telefono o non funziona più.

Pochissimi clienti hanno riparato i telefoni dalle società che li hanno venduti, ad esempio il 9% dei tedeschi. Mentre la maggior parte dei coreani e dei cinesi ha riparato i propri telefoni da altri specialisti, solo un quarto dei consumatori statunitensi lo ha fatto.

Anche il riciclaggio mostra notevoli variazioni. Ben oltre la metà dei coreani ha dichiarato di inviare i propri vecchi telefoni a riciclatori specializzati, rispetto a un solo tedesco su dieci.

Questo non perché gli utenti non erano a conoscenza del danno ecologico prodotto da Apple e del suo genere. Numeri molto importanti ovunque hanno insistito sul fatto che i telefoni dovrebbero essere fabbricati senza l'uso di sostanze chimiche pericolose.

Ma il risultato più significativo ha rilevato che metà degli intervistati – e tre quarti dei messicani – credevano che sarebbero stati rilasciati troppi nuovi modelli, mentre i numeri considerevoli sarebbero contenti di continuare con i loro telefoni esistenti se la riparazione fosse facilitata.

Con ampie maggioranze in tutti i paesi che desiderano telefoni cellulari progettati per durare, con opzioni di riparazione convenienti, è chiaro che sta emergendo un nuovo consenso dei consumatori contro l'obsolescenza e i materiali tossici. Forse è il momento per gli stancati e cliché della cultura del consumo per ottenere il proprio aggiornamento. Non abbiamo bisogno dei valori usa e getta di un'industria della moda veloce più di quanto ci sia bisogno della costante arroganza della pubblicità commerciale che ci dice di acquistare fino a che non cadiamo.

È tempo che Apple raggiungesse i suoi clienti e smettesse di cercare di affrontare un mercato saturo con il trucco di una "innovazione" sostenuta. È ora che l'azienda renda facile ai proprietari riciclare i modelli usati come servizio aziendale di routine e attingere materiali recuperati come basi per il rinnovo del modello.

I consumatori non sono gli unici a essere stufi di questi imbrogli aziendali. La Apple è stata finalmente presa di mira dall'Unione Europea per aver preso quello che è stato un enorme omaggio da parte di un piccolo, non particolarmente ricco paese in Irlanda che è così disperato da attirare la divinità degli investimenti esteri che rinuncia a entrate fiscali adeguate.

Questo schema finanziario è stato istituito per evitare di pagare le tasse nei paesi al di fuori degli Stati Uniti, dove la società vende i suoi telefoni vantati. L'Irlanda ospita gli uffici di Apple Sales International e applica i suoi profitti ad uno dei più bassi tassi d'interesse in Europa. Il problema per l'UE è che la maggior parte dei profitti imponibili della Apple non sono segnalati dalla filiale irlandese, ma piuttosto trasferiti in un'entità statica, inattiva (non tassata) chiamata "sede centrale", un accordo sostenuto dal governo irlandese. Il risultato è che l'aliquota fiscale effettiva di Apple sui profitti è una frazione dell'uno per cento all'anno. Questo è il motivo per cui l'UE caratterizza l'accordo irlandese come una sovvenzione statale illegale che distorce la concorrenza all'interno dell'UE.

Inutile dire che la compagnia è in balia delle richieste dell'UE di pagare al governo irlandese miliardi di dollari. Il governo irlandese sostiene Apple in questa battaglia, così come il Tesoro degli Stati Uniti e un campionamento bipartisan del Congresso degli Stati Uniti. Questa è una posta in gioco alta che illustra il potere fuori misura che Apple deve influenzare politica e politica. Probabilmente continueranno a possedere il futuro nonostante gli sforzi dell'UE per rendere il campo di gioco equo ai suoi concorrenti.

In un futuro non di proprietà di Apple, non vogliamo solo telefoni migliori, ma un comportamento migliore da parte delle aziende che realizzano i telefoni. La nostra lista è lunga, ma iniziamo chiedendo loro di reinvestire i loro profitti in miglioramenti duraturi, non solo nella tecnologia, ma anche nell'ambiente e nella vita dei lavoratori che costruiscono i telefoni.

Apple ha ora abbastanza soldi per sovvenzionare le magre retribuzioni dei lavoratori su e giù per la catena di approvvigionamento; pagare per l'educazione dei lavoratori per aiutare a sviluppare le carriere oltre la fabbrica e l'officina; e investire in ricerca e sviluppo verdi. Diavolo, hanno persino abbastanza soldi per pagare le tasse arretrate agli Stati Uniti per i profitti nascosti all'estero.

Nel frattempo, aspetteremo di vedere se il grande frutto morso del cielo si degna di pagare il conto a dubbiosi cittadini irlandesi disorientati. Hanno avuto un periodo più duro da quando la crisi finanziaria globale di quanto la società e i suoi azionisti viziati potrebbero mai immaginare.

Solutions Collecting From Web of "Hai voglia di un nuovo cellulare? Non così tanto"