Hai raggiunto il culmine! Ora cosa?

Avviare un'impresa da zero è diverso dall'entrare e aggiungere valore a un'azienda esistente. Gli imprenditori amano le sfide, i rischi e le emozioni di fare ciò che altri non hanno fatto, immaginando nuovi orizzonti, esplorando l'ignoto, passando al picco successivo e raggiungendo infine la cima.

Judith E. Glaser
Fonte: Judith E. Glaser

Quindi, perché tanti alti dirigenti e imprenditori ambiziosi e talentuosi continuano a bruciare, a volte regrediscono quando "raggiungono la cima" di qualsiasi scaletta, montagna o struttura organizzativa che hanno scalato?

La mia risposta, basata sia sulla ricerca che sulla riflessione, è che mentre tendono ad essere grandi chiacchieroni (perché propongono continuamente visioni, strategie, prodotti e servizi a investitori, banche, dipendenti, clienti, clienti e partner), possono plateau quando si tratta di connettersi profondamente con gli altri .

Raggiungere il summit oggi ci impone di sviluppare una nuova prospettiva e un paradigma di leadership e di scalare due picchi: 1) creare e vendere la visione e 2) connettersi con altre persone mentre costruiamo il business attorno alle nostre idee innovative. Connettersi con gli altri ci consente di costruire cerchi concentrici di coinvolgimento con dipendenti e clienti per espandere il marchio in modi magnifici ed entusiasmanti. Gli imprenditori che mettono le relazioni prima dei compiti e costruiscono ponti per la connessione diventano moltiplicatori del DNA per l'imprenditorialità, un percorso potente per raggiungere il prossimo livello di grandezza.

Espandi il tuo profilo di connessione

Judith E. Glaser
Fonte: Judith E. Glaser

Con gli strumenti digitali giusti, ora possiamo collegarci 24 ore su 24, 7 giorni su 7 da qualsiasi parte del mondo, in qualsiasi momento, ma non è sufficiente avere gli strumenti per connettersi. Abbiamo anche bisogno della saggezza per connetterci. Abbiamo bisogno di Conversational Intelligence ® (C-IQ), una struttura per sapere quali conversazioni attivano la nostra attività cerebrale di livello inferiore, come istinti primitivi per lotta, fuga, congelamento e pacificazione, contro ciò che provoca attività cerebrale di livello superiore, come la fiducia , integrità, pensiero strategico, empatia e capacità di elaborare situazioni complesse. Più vediamo quanto del nostro cervello è dedicato alla connessione sociale, più ci rendiamo conto di come il collegamento con gli altri in modi sani e produttivi diventa vitale per il nostro reciproco successo in team e organizzazioni.

Problema: cosa inibisce le connessioni sane?

Qui ci sono quattro comportamenti che spesso inibiscono le connessioni sane:

  • Avere punti ciechi di comunicazione . Tristemente, vedo molti leader bombardare in riunioni e situazioni critiche a causa del basso C-IQ: non parlano per influenzare e quindi non riescono a connettersi. C-IQ è una valutazione del livello di fiducia che creiamo con gli altri e della qualità delle nostre interazioni. Le persone con alto C-IQ attivano la corteccia prefrontale del loro pubblico, una sezione del cervello che consente fiducia e buon giudizio. Le persone con C-IQ basso coinvolgono il cervello inferiore, dove risiedono la paura e la sfiducia. High C-IQ si correla con i turnaround aziendali e il successo continuo.
  • Parlando a vicenda. Le interruzioni si verificano quando le persone parlano tra loro, non l'una con l'altra. Una volta che riconosci i tuoi punti ciechi di conversazione, puoi potenziare il tuo C-IQ identificando ciò che non va nelle conversazioni e nelle situazioni e capovolgi il passaggio nel cervello e nel cervello degli altri per riportare le comunicazioni su un percorso produttivo e neurale.
  • Non vedere oltre la tua visione. La dura strada della leadership e dell'imprenditorialità richiede totale fiducia nell'impresa e nella sua visione. È uno stato emotivo tonificante con un alto dopamina naturale. Sfortunatamente, avere una convinzione totale può impedirti di vedere oltre la tua visione e guadagnare il consenso di diversi componenti, o ascoltare il loro respingimento se inizialmente non sono d'accordo.
  • Non cedere il divario. Per superare i punti ciechi, devi occuparti del divario ed entrare nel mondo del tuo partner di conversazione, passare dal parlare di te stesso e delle tue soluzioni e iniziare la co-creazione concentrandoti sul successo condiviso. Ciò comporta l'identificazione di ciò che le persone nel loop vogliono da te. Ad esempio, se si presenta un piano aziendale agli investitori di capitale di rischio, è necessario concentrarsi su come il piano genera entrate, poiché il loro obiettivo è il ROI.

Soluzione: Co-creating Conversations®

Le conversazioni di co-creazione ti consentono di co-creare il futuro. Non si tratta di una soluzione rapida o di una nuova politica, di conferenze o di tell-sell-yell : si tratta di navigare con gli altri dentro e fuori dagli scenari da molte prospettive. Tali conversazioni creano pratiche e rituali salutari per come il lavoro viene svolto all'interno della cultura. Ci permettono di creare uno schermo cinematografico sul quale proiettare scenari per il futuro in modo che possiamo esplorarli e scegliere i percorsi migliori.

Comprendendo le prospettive degli altri, possiamo formare una visione WE-centrica piuttosto che una visione I-centrica del futuro. Quando creiamo uno spazio di conversazione per il cambiamento, riduciamo paure e minacce e aiutiamo le persone a trovare il loro posto nel processo di cambiamento. Possiamo quindi respirare in modo coerente e collaborativo. Respirare significa aspirare . Quando siamo calmi e collegati agli altri durante il cambiamento, le nostre aspirazioni diventano più grandi e le nostre capacità aumentano.

Applica questi suggerimenti per promuovere un C-IQ più elevato in quattro situazioni specifiche:

Judith E. Glaser
Fonte: Judith E. Glaser

1. Quando incontri qualcuno di nuovo. Di '"Sono così felice di averti incontrato!" O "Sembri familiare!" I nostri cervelli sono progettati per essere social. La necessità di appartenere è più potente del bisogno di sicurezza. Sentirsi respinti attiva le nostre reti di paura e aumenta il livello di cortisolo, che ci porta a comportamenti protettivi. Un senso di inclusione riduce i livelli protettivi di cortisolo aumentando l'ossitocina e promuovendo l'adesione.

2. Quando fai un brainstorming con un gruppo eterogeneo. Apprezza i contributi degli altri, commenta come la loro idea ti ha aiutato e fagli sapere quanto apprezzi il loro pensiero. L'apprezzamento rimodella le nostre reti neurali. Quando apprezziamo i doni degli altri, abbiamo un impatto positivo sulle loro reti neurali. L'apprezzamento attiva una struttura più ampia di neuroni nel nostro cervello che consente livelli più elevati di vista, udito e pensiero sempre più ampi. Tendere fuori per connettersi e apprezzare le prospettive altrui, anche se non si è d'accordo, aumenta la fiducia, o si sente come un amico , creando così un quadro più ampio per pensare insieme.

3. Quando vuoi convincere qualcuno. Mettiti nei panni dell'ascoltatore. L'empatia attiva la rete di neuroni specchio localizzata nella corteccia prefrontale o cervello esecutivo. Quando ci specchiamo, possiamo vedere e sperimentare il mondo attraverso gli occhi dell'altro. Ciò attiva una produzione di ossitocina più elevata, che facilita l'unione, la collaborazione e la co-creazione e aumenta la fiducia e l'apertura. Ci sentiamo a nostro agio nel condividere ciò che è veramente nelle nostre menti.

4. Quando hai bisogno di risolvere un problema difficile. Di ': "Dimmi i tuoi pensieri". E ascolta la connessione. Quando non siamo sicuri, allo stesso tempo vengono attivate sia le reti di fiducia che quelle di fiducia. Riteniamo più facilmente in groupthink di essere al sicuro tra la folla, o chiudiamo per paura che sembreremo deboli. Assicurati di essere trasparente su ciò di cui non sei sicuro. Non penalizzare quelli che parlano – incoraggiali a condividere.

C-IQ è la capacità di padroneggiare la potenza della connessione per migliorare le relazioni e ottenere migliori risultati aziendali e personali. Anche quando pensi di essere arrivato in cima, devi affrontare un'altra montagna da scalare, coinvolgendo un pubblico più vasto di potenziali partner, sia all'interno che all'esterno dell'azienda. Quando aumenti il ​​tuo C-IQ, diventi più intelligente nella navigazione sulla tua autostrada sociale. C-IQ non riguarda quanto sei intelligente, ma quanto sei aperto all'apprendimento di rituali di conversazione efficaci che innescano il cervello per avere fiducia, collaborazione e successo reciproco.

Judith E. Glaser è CEO di Benchmark Communications, Inc. e Chairman di The Creating WE Institute. È un'antropologa organizzativa e consulta le aziende Fortune 500. Judith è l'autrice dei 4 libri di business più venduti, compresa la sua più recente Intelligence conversazionale: come i grandi leader costruiscono la fiducia e ottengono risultati straordinari (Bibliomotion, 2013).

Visita www.conversationalingelligence.com; www.creatingwe.com; jeglaser@creatingwe.com o chiama il 212-307-438.

Segui Judith E. Glaser su Twitter e Facebook.

Solutions Collecting From Web of "Hai raggiunto il culmine! Ora cosa?"