Hai l'inverno blues?

Adobe Stock/Viktor
Fonte: Adobe Stock / Viktor

Di Carina Storrs

Si stima che il 5% degli americani soffra di disordine affettivo stagionale (SAD) un tipo di depressione che si manifesta durante i giorni più brevi dell'autunno e dell'inverno e dura fino alla primavera.

Il SAD è attivato dal numero ridotto di ore di luce durante i mesi invernali, sebbene altri fattori, come le basse temperature e la luce del giorno, possano peggiorare i sintomi. "Il modo in cui diagnostichiamo SAD è diagnosticare la depressione che segue uno schema stagionale, afferma Kelly Rohan, PhD, professore di scienze psicologiche all'Università del Vermont, Burlington. "Molti dei sintomi del SAD sono gli stessi dell'umore clinico, o maggiore, depressione-basso, perdita di interesse in attività piacevoli, stanchezza." Ma ci sono alcune differenze tra il SAD e la depressione maggiore.

La differenza tra SAD e depressione maggiore

Le persone affette da SAD spesso dormono e mangiano di più, forse aumentando di conseguenza il peso, a differenza delle persone con depressione maggiore che tendono ad avere difficoltà a dormire e non hanno molto appetito. È anche meno comune per le persone con SAD pensare al suicidio. "Penso che sia perché c'è una luce alla fine del tunnel", dice Rohan. "La gente sa che sta arrivando la primavera, e alla fine si sentiranno meglio", dice Rohan.

Chi è a rischio per il SAD?

Oltre alle persone che vivono più vicine ai poli nord o sud, quelli a più alto rischio di SAD includono donne, persone di 20 anni, persone con una storia familiare di SAD e quelli che hanno anche depressione maggiore o disturbo bipolare. Alcune ricerche suggeriscono che le donne che soffrono di depressione durante la gravidanza potrebbero sperimentare sintomi depressivi peggiori durante i mesi invernali.

Gravidanza e SAD

Un piccolo studio su 19 donne incinte con depressione ha rilevato che quelli valutati nei giorni in cui c'era meno luce diurna (come le giornate invernali) avevano sintomi gravi, mentre quelli valutati in una lunga giornata estiva avevano solo sintomi lievi. Al contrario, tra una dozzina di donne che non soffrivano di depressione durante la gravidanza, non vi era alcun aumento dei sintomi depressivi durante i mesi invernali. Anche se sono necessarie ulteriori ricerche, "la carta intende avvertire le persone che trattano le donne con depressione durante la gravidanza che gli effetti stagionali stanno anche giocando un ruolo nella gravità di quella depressione", dice Charles Meliska, PhD, autore principale dello studio e scienziato del progetto nel dipartimento di psichiatria dell'Università della California, a San Diego.

Ma per le donne che non stanno già sperimentando la depressione prenatale, la ricerca non suggerisce che la gravidanza sia un fattore di rischio per lo sviluppo di SAD, aggiunge Meliska. "La gravidanza può scatenare la depressione", dice Rohan, "ma non posso davvero immaginare uno scenario che creerebbe una depressione specifica per la stagione." Tuttavia, Rohan concorda sul fatto che "se qualcuno ha già SAD, la gravidanza potrebbe peggiorare la situazione".

Esiste una connessione tra SAD e PPD?

Non è chiaro se i mesi invernali potrebbero aumentare il rischio o la gravità della depressione dopo che una donna ha consegnato. Sebbene diversi piccoli studi abbiano rilevato tassi più elevati di depressione postpartum (PPD) tra le donne che hanno partorito in inverno, un ampio studio su donne in diverse parti degli Stati Uniti non ha trovato un legame tra la PPD e la stagione di nascita.

Se si verificano sintomi di depressione durante la gravidanza, è importante informare il proprio medico. Può controllarti per la depressione per determinare se vedere un professionista della salute mentale potrebbe aiutarti a sentirti meglio.

Che cosa causa SAD?

Anche se sembra intuitivo che i giorni più bui possano portare a stati d'animo più oscuri, la causa del SAD non è ben compresa. La maggior parte degli esperti ritiene che derivi da cambiamenti nei tempi della produzione di melatonina, un ormone prodotto di notte che segnala al tuo corpo che è ora di dormire, dice Rohan. Secondo questa ipotesi, la gente continua a fare la melatonina più tardi nelle mattine d'inverno perché l'alba arriva dopo, facendoli sentire stanchi e intontiti quando dovrebbero svegliarsi. In una piccola parte di persone affette da SAD, le prime sere potrebbero spronare i loro corpi a produrre la melatonina prima, e stanno "cadendo in faccia per la stanchezza" in prima serata, dice Rohan. Insieme alla stanchezza, le persone possono avere altri sintomi di depressione, come un umore basso.

Come viene trattato il SAD?

Il trattamento di prima linea per il SAD è la terapia della luce, che consiste nel sedersi di fronte a una fonte speciale di luce intensa da 30 minuti a 2 ore, poco dopo il risveglio. (Le scatole luminose usate per trattare il SAD filtrano la maggior parte o tutti i raggi ultravioletti.) Per le persone che hanno una crisi di sera, una sessione veloce di fronte a una scatola luminosa al crepuscolo potrebbe anche aiutare. L'idea è che la scatola luminosa "dovrebbe disattivare la produzione di melatonina e riportare il ritmo nella posizione normale, come sarebbe in estate", dice Rohan.

Meliska osserva che è cauto nel prescrivere la terapia della luce per le persone con depressione bipolare perché può portare a sintomi maniacali.

Sebbene la maggior parte dei pazienti affetti da SAD ottenga un certo sollievo dalla terapia della luce, un recente studio di Rohan e dei suoi colleghi ha suggerito che la terapia cognitivo comportamentale (CBT) potrebbe avere un beneficio più duraturo. Tra i 177 partecipanti allo studio, 89 hanno ricevuto un light box per sei settimane e altri 88 hanno ricevuto sei settimane di CBT per apprendere nuovi modi di pensare e agire durante l'inverno. I due gruppi hanno avuto tassi simili di recidiva il prossimo inverno, ma dal secondo inverno dopo il trattamento, solo il 27 per cento del gruppo CBT ha avuto un altro attacco di SAD, rispetto al 46 per cento del gruppo di terapia della luce.

Non c'è ragione per cui le donne in gravidanza che stanno vivendo una depressione stagionale non potrebbero beneficiare della terapia della luce o della CBT, dice Rohan. Tuttavia, nota che le donne dopo il parto che allattano non devono allattare al seno davanti alla scatola luminosa perché la luce intensa potrebbe ferire gli occhi di un neonato.

Le pillole di melatonina sono un'altra opzione terapeutica potenziale per il SAD. "Stiamo sperimentando la melatonina orale, e la ragione è perché noi e altri abbiamo scoperto che agisce in modo opposto alla luce nel cambiare l'orologio biologico di 24 ore", dice Alfred J. Lewy, MD, PhD, e psichiatra all'Oregon Health & Science University di Portland. Invece di (o in aggiunta a) terapia leggera al mattino, un paziente potrebbe prendere una pillola di melatonina nel tardo pomeriggio, dice Lewy. In alternativa, alcune persone con SAD riescono meglio a ottenere l'esposizione a luce intensa di sera e a prendere una melatonina a basso dosaggio al mattino. Alcuni pazienti preferiscono assumere la melatonina perché è più conveniente di stare seduti davanti a una scatola di luce, dice Lewy.

Ma il trattamento è ancora considerato sperimentale, quindi le persone devono comprare le pillole da banco destinate ad essere prese proprio prima di andare a dormire per farti dormire. Per ottenere una dose più bassa e ridurre al minimo la sonnolenza, devono essere tagliati in circa decimi, dice. Inoltre avverte che le persone che hanno ancora sonnolenza con le pillole a basso dosaggio non devono assumere la melatonina durante il giorno.

Sebbene le pillole di melatonina siano disponibili al banco, parlate sempre con il vostro medico prima di assumerle per trattare il SAD, specialmente durante la gravidanza. Sebbene non esista alcuna ricerca che indichi che la melatonina è dannosa, non ci sono prove che il supplemento sia sicuro. Lavora a stretto contatto con il tuo fornitore per trovare il trattamento che è meglio per te.

"La buona notizia qui è che per la maggior parte la depressione associata al SAD è curabile", afferma il direttore clinico di Seleni, Christiane Manzella, PhD. "Ma con qualsiasi depressione emergente o depressione precedente che intensifica o interferisce con la tua capacità di funzionare, o se semplicemente non ti senti come te stesso, contatta l'aiuto di un professionista della salute mentale qualificato. E cerca aiuto immediato se hai pensieri di farti del male. "