Hai bisogno che tutti conoscano il tuo stato?

racorn / Shutterstock

La mia generazione è probabilmente una delle ultime a ricordare la vita prima dei social media (o prima di Internet, se è per questo). Sono costantemente affascinato dal modo in cui le persone utilizzano punti vendita come Facebook, Twitter o Instagram per condividere i dettagli della loro vita con amici, familiari e chiunque e chiunque possa essere anche lontanamente interessato.

I ricercatori sono sempre più interessati a quali tipi di informazioni le persone scelgono di condividere sui social media e perché. Un recente articolo pubblicato sul Bollettino di personalità e psicologia sociale ha esaminato esattamente questa idea, chiedendo quali sono le caratteristiche delle persone che scelgono di rendere più o meno visibili le loro relazioni sentimentali su Facebook e quali sono le loro motivazioni per farlo?

Questa ricerca di Lydia Emery e colleghi (2014) ha condotto diversi studi in cui hanno esaminato il desiderio delle persone di rendere visibile il loro stato di relazione su Facebook, o la loro effettiva visibilità delle relazioni su Facebook (la presenza di uno stato di relazione sulla loro pagina) come funzione delle loro tendenze ad impegnarsi in diversi stili di legame emotivo nelle relazioni. Nello specifico, hanno esaminato l'ansia e l'evitamento dell'addetto adulta come predittori della visibilità della relazione desiderata ed effettiva.

  • L'ansia da attaccamento è un costrutto ampio che si riferisce alla tendenza delle persone a provare ansia elevata riguardo alle loro relazioni romantiche in età adulta (ad esempio, Mikulincer & Shaver, 2003). Le persone ad alto livello di ansia da attaccamento tendono a desiderare alti livelli di vicinanza nelle loro relazioni e ad essere estremamente vigili e reattive alle minacce percepite alla relazione. L'ansia da attaccamento è spesso equiparata ad avere una visione negativa di se stessi, o alla tendenza a mettere in dubbio se si è amabili e degni di essere curati (ad esempio, Collins e Allard, 2001).
  • L'evitamento dell'attaccamento , d'altra parte, è un costrutto generico che si riferisce alla tendenza per gli individui a provare disagio ed evitamento di troppa intimità nelle loro relazioni romantiche in età adulta (ad esempio Mikulincer & Shaver, 2003). Le persone ad alto livello di evitamento degli attaccamenti tendono a essere a disagio a seconda dei partner per il supporto e cercano di mantenere una certa distanza tra loro e i loro partner. L'evitamento degli attaccamenti è spesso equiparato ad avere una visione negativa degli altri, o alla tendenza a mettere in discussione se gli altri sono affidabili e affidabili.

Attraverso tre studi, i ricercatori hanno scoperto che l'ansia era associata a un maggiore desiderio di visibilità delle relazioni su Facebook, oltre a una maggiore probabilità di vedere la propria relazione visibile su Facebook. L'evitamento, d'altra parte, prevedeva meno desiderio e meno visibilità effettiva delle relazioni. I ricercatori hanno anche scoperto che quando le persone si sentivano più insicure sulle loro relazioni – o perché erano indotte a sentirsi così in laboratorio, o perché era giorno in cui si sentivano naturalisticamente in quel modo nella loro relazione – desideravano rendere le loro relazioni più visibile ed erano più propensi a pubblicare contenuti relativi alla relazione sulle loro pagine Facebook.

Tutto ciò è emerso anche considerando quanto tempo le persone hanno speso su Facebook in generale.

Infine, i ricercatori hanno esaminato le motivazioni che le persone avevano quando volevano rendere le loro relazioni più visibili sui social media. Indipendentemente dalle dinamiche di attaccamento, hanno scoperto che le persone erano più interessate all'utilizzo di Facebook per comunicare la loro relazione quando erano motivati ​​a sentirsi bene con se stessi (per esempio ad aumentare la propria autostima) o volevano che gli altri li percepissero come felici e relazione stabile.

In breve, sembra che i nostri approcci alle relazioni romantiche possano alterare il modo in cui comunichiamo le informazioni su tali relazioni agli altri sui social media.

Collins, NL & Allard, LM (2001). Rappresentazioni cognitive di attaccamento: il contenuto e la funzione dei modelli di lavoro. In GO Fletcher & MS Clark (a cura di) Blackwell Handbook of Social Psychology: Interpersonal Processes (pp. 60-85). Malden, MA: Blackwell.

Emery, LF, Muise, A., Dix, EL, & Le, B. (2014) Puoi dire che sono in una relazione? Visibilità di allegati e relazioni su Facebook. Bollettino di personalità e psicologia sociale, 40, 1466-1479.

Mikulincer, M., & Shaver, PR (2003). Il sistema comportamentale dell'attaccamento in età adulta: attivazione, psicodinamica e processi interpersonali. In MP Zanna (a cura di), Advances in experimental social psychology (Vol. 35, pp. 53-152). New York, NY: Academic Press.

Solutions Collecting From Web of "Hai bisogno che tutti conoscano il tuo stato?"