Guest Post: imparare da Elizabeth Edwards

La morte di Elizabeth Edwards ha portato molte donne a pensare al significato delle loro vite, al loro retaggio per i loro figli e al modo in cui potevano rispondere a una tragedia inimmaginabile. Molti sono rimasti stupiti dalla forza e dalla grazia dimostrate da Elizabeth Edwards alla luce della perdita di un figlio, una diagnosi devastante di cancro terminale e un tradimento schiacciante da parte del marito di oltre 30 anni.

La sua morte ha anche portato molte donne a riflettere sulle proprie amicizie. Tre persone hanno consegnato gli elogi al funerale di Elizabeth Edwards: uno era sua figlia Cate e gli altri due erano amici intimi.

Nel suo ultimo messaggio su Facebook, Elizabeth Edwards ha scritto: "Tutti voi sapete che sono stato sostenuto per tutta la vita da tre grazie salvatrici – la mia famiglia, i miei amici e una fede nel potere di resilienza e speranza".

Quando ho letto il saggio di Diane Auer Jones su The Chronicle of Higher Education, i suoi pensieri eloquenti su Elizabeth Edwards sono il tipo di amico che vorremmo tutti avere risonanza con me. Ho chiesto a Diane se potevo condividere il suo post qui e lei ha gentilmente accettato. Grazie, Diane! ~ Irene


Imparare da Elizabeth Edwards
Di Diane Auer Jones

Sono rattristato dalla morte di Elizabeth Edwards. Non l'ho mai conosciuta personalmente, ma ogni volta che vedevo Elizabeth Edwards in televisione, o leggevo qualcosa che scriveva, o la vedevo da lontano durante i giorni del marito a Washington, non potevo fare a meno di pensare che fosse una di quelle donne che io Voglio avere come mio amico. C'era solo qualcosa in lei che la faceva sembrare saggia e simpatica e regolare, nonostante la ricchezza che lei e suo marito avevano accumulato e il tempo che passavano agli occhi del pubblico. Per me, Elizabeth Edwards sembrava il vero affare: solo un'altra mamma voleva il meglio per i suoi figli e cercava di tenere tutto insieme nonostante le enormi tragedie che aveva dovuto affrontare e le sfide tipiche della vita pubblica.

Nessuno di noi saprà mai cosa è successo a casa di Edwards, o come Elizabeth si sia realmente sentita per le bugie e il tradimento di suo marito durante quei bui momenti di scoperta e umiliazione pubblica. In circostanze che avrebbero costretto alcune donne a vendicarsi, Elizabeth scelse una strada più alta. Non negò il suo dolore o fece finta che non ci fossero momenti in cui doveva lottare per alzarsi dal letto o per non urlare. Ma concentrò le sue energie sulla protezione dei suoi figli, stabilendo la propria identità e tornando alla vita come la nuova persona che era costretta a diventare. Che tristezza aveva bisogno di capire come vivere in modo che lei potesse, a beneficio dei suoi figli, fare i preparativi per morire.

Ero nello spogliatoio in palestra quando ho saputo che era morta. Normalmente la televisione è accesa sullo sfondo mentre la folla mattutina si precipita attraverso le nostre routine individuali e al lavoro. Stamattina, però, qualcuno ha alzato il volume in modo da poter ascoltare la storia sul costante ronzio di docce e asciugacapelli. Il giornalista ha parlato della lettera che Elizabeth aveva scritto ai suoi figli per assicurarsi che crescessero con il suo spirito e i suoi valori, anche in sua assenza. Ammetto di essere su un palcoscenico della mia vita quando guardo male negli spot di Hallmark, ma anche le giovani donne intorno a me si stanno leccando il mascara che gocciola mentre ascoltano questa storia. Gli asciugacapelli sono stati spenti.

Elizabeth Edwards sembrava infinitamente umana e, attraverso le sue lettere, rimarrà così non solo per i suoi figli, ma anche per i loro figli e le generazioni a venire. Spero che i bambini di Edwards saranno sempre in grado di sentire la voce della madre quando leggono le parole che lei ha così amorevolmente scritto per loro.

Il reporter ha fornito un esempio di ciò che era contenuto nelle pagine della lettera, ma per qualche ragione, non posso smettere di pensare al fatto che tra le cose veramente importanti c'erano le istruzioni per estrarre una testa di lattuga e raccogliere la chiesa giusta Non so perché non riesco a smettere di pensare a queste due cose. Forse è perché non so come fare correttamente.

Una volta ho pensato che tutti dovessero avere una lista dei secchi, e non solo quando pensi che stai per dargli un calcio. A quel punto può essere troppo tardi. Dopo aver ascoltato la storia di Elizabeth Edwards, ora sento che forse la lista dei bucket non è così importante. Invece, forse più importante che concentrarsi su ciò che voglio fare prima di morire, potrebbe essere meglio pensare a ciò che potrei voler dire anche dopo che me ne sarò andato. Non vi è alcuna garanzia che alla fine ci sarà il tempo o l'opportunità o anche la possibilità di dire tutte le cose che vogliamo che i nostri cari ricordino.

I miei figli sono cresciuti, quindi a differenza di Elizabeth Edwards, non ho bisogno di pensare a parole che guideranno i miei figli durante i difficili anni dell'adolescenza che attraverseranno in mia assenza. I miei figli hanno ascoltato le storie di famiglia più e più volte, e sono stato bravo a tenere aggiornati gli album fotografici. Abbiamo parlato di tutte le grandi cose un milione di volte e posso vedere nelle loro parole e azioni che la maggior parte dei valori che abbiamo provato a instillare stanno finalmente arrivando. Non tutti, ma la maggior parte.

Invece, sono le piccole cose che voglio spiegare loro. Sicuramente un giorno si chiederanno perché ho un anello Captain Planet in plastica nell'angolo superiore del mio portagioie. Potrebbero voler conoscere le ricette di famiglia per l'imbottitura e la frittata di Natale. Potrebbero eventualmente anche sapere come prendersi cura di un maglione di lana. Alcuni dei messaggi che ho cercato di trasmettere potrebbero sembrare diversi quando i miei figli hanno i loro coniugi e figli da amare. Non è che penso di averla presa a calci in qualunque momento presto, ma non si sa mai il futuro. Dopotutto, corro in taxi DC.

Elizabeth Edwards ci ricorda che mentre non possiamo controllare ciò che fanno gli altri, o prevenire tragedie o determinare il nostro destino, possiamo controllare il modo in cui scegliamo di rispondere alle sfide della vita. Lei ci dice che c'è vita anche nel processo di morte. Ribadisce che il lavoro di una madre non viene mai fatto. Lei ci ricorda che esiste davvero un modo corretto per impiantare un capo di lattuga.

Riposa in pace, Elizabeth Edwards, e che i tuoi figli continuino a imparare da te durante tutti i giorni della loro vita.


Diane Auer Jones è presidente del Washington Campus ed ex assistente segretaria per l'istruzione post-secondaria presso il Dipartimento di educazione degli Stati Uniti.

Questo post è apparso in precedenza nella cronaca dell'istruzione superiore ed è stato ristampato con il permesso dell'autore.

Leggi il precedente post di Diane Auer Jone sul blog di The Friendship :

Guest Post: OMG-Now Anche il BFF non è PC

Solutions Collecting From Web of "Guest Post: imparare da Elizabeth Edwards"