Guerra ai poveri

Una delle maggiori differenze nel modo in cui la sinistra e la destra vedono il mondo riguarda lo stato sociale. Attualmente, il governo federale spende circa $ 1 trilione all'anno su 126 mezzi testati programmi di benessere. Ciò equivale a quasi $ 22.000 per ogni povero in America, o $ 88.000 per una famiglia di quattro persone.

Che differenza fa tutta questa spesa?

Tra le persone a destra, c'è poco dubbio. Questi programmi stanno distruggendo la cultura delle comunità di destinatari. Stanno sostituendo una cultura di autosufficienza e auto-aiuto con una cultura della dipendenza. Sorprendentemente, un record di 91,5 milioni di persone in età lavorativa – quasi un terzo dell'intera popolazione – non lavora e nemmeno cerca lavoro.

Tra i conservatori che ho incontrato, che una volta erano poveri (e ne ho incontrato un numero sorprendente), l'opinione che il welfare sovvenziona e incoraggia la dipendenza è quasi una verità evidente. Non sono sicuro di aver mai incontrato un liberale che una volta era povero. Ma poi di nuovo, i liberali che incontro sono tutti nel mondo accademico e di politica pubblica, lontani dalla popolazione povera di cui parlano così spesso. Penso che questo sia un affascinante fenomeno sociologico. Se la mia esperienza è diversa dalla tua, pesa nella sezione commenti.

[A proposito, sto ignorando gli artisti shakedown: Jesse Jackson, Al Sharpton e simili. Non abbiamo idea di cosa pensino davvero queste persone, dal momento che (come ha documentato Juan Williams) usano abitualmente le cause liberali per mettersi in fila.]

L' editorialista del New York Times Paul Krugman afferma che i repubblicani che vogliono ridurre la spesa per il welfare stanno conducendo una "guerra ai poveri". La maggior parte delle persone a destra pensa che sia il contrario: è lo stato sociale e i suoi apologisti che stanno seriamente danneggiando povero.

Chi ha ragione?

Come la cultura conta

Parliamoci chiaro di cosa stiamo parlando. Il distretto della scuola indipendente di Dallas ha recentemente annunciato che ogni studente nel distretto scolastico riceverà ora una colazione gratuita e un pranzo gratuito. La ragione? Così pochi studenti si sono qualificati per pasti a "prezzo pieno" o "a prezzo ridotto" che, cercando di identificarli, costano più di quanto valeva. E come ho sottolineato in un post precedente, i bambini che ricevono pranzi e colazioni gratuiti ottengono sempre più una cena gratuita. Pensaci. Abbiamo deciso che i genitori di ogni singolo bambino che frequentano la scuola pubblica a Dallas sono troppo poveri per nutrire i propri figli.

Hai mai smesso di considerare quanto della vita moderna sia condizionata dal fatto che milioni di giovani donne hanno figli che non possono sostenere? Risulta che gli stessi genitori che non possono permettersi di nutrire i propri figli non possono permettersi di ospitarli o di pagare le loro cure mediche. Inoltre non riescono a fornire un ambiente domestico favorevole all'apprendimento. Ecco perché ora c'è una grande spinta per la scuola materna finanziata dal governo.

Chiaramente, non stiamo aiutando alcune persone a rinunciare alla loro fortuna. Stiamo sovvenzionando un modo di vivere.

E una cultura. Un altro recente articolo su The Dallas Morning News ha riportato che 11 scuole pubbliche che sono state temporaneamente chiuse a South Dallas sono state vandalizzate:

"Ogni volta che lasci qualcosa chiuso a South Dallas, lo faranno a pezzi e lo distruggeranno", ha detto Tim Sweet, che ha vissuto per la strada da [Pearl C. Anderson Middle Learning Center] per 20 anni. "È solo uno spreco di denaro."

Al contrario, durante la mia gita mattutina a North Dallas, passo ogni giorno da una casa che è stata imbarcata per più di un mese e non c'è una traccia di graffiti ovunque.

Un dibattito unilaterale

Iniziamo osservando che quando si parla di benessere, non stiamo vivendo un vero dibattito. Da una parte c'è la borsa di studio. Dall'altro lato c'è l'invettiva.

I lavori accademici su questo argomento spaziano da George Gilder Wealth and Poverty (1981) a Losing Ground di Charles Murray (1984) e più recentemente a Coming Apart ( 2012) di Charles Murray. In The Redistribution Recession (2012), l'economista dell'Università di Chicago Casey Mulligan conclude che metà della disoccupazione in eccesso che stiamo vivendo è dovuta a programmi che stanno pagando le persone a non lavorare. (Vedi la mia recensione qui.) Altri seri studi economici danno anche sostegno al punto di vista conservativo.

Non sono a conoscenza nemmeno di un singolo libro o studio sulla sinistra che propone una spiegazione alternativa credibile di ciò che sta accadendo. Insieme ad altri lettori del New York Times , tuttavia, sono regolarmente esposto agli argomenti ad hominem nelle colonne di Paul Krugman. Questo è il suo ultimo:

L'ostilità repubblicana verso i poveri e gli sfortunati ha ormai raggiunto un tale livello di febbre che il partito in realtà non rappresenta nient'altro, e solo osservatori volontariamente ciechi possono fallire nel vedere quella realtà …

Sono ancora chiaramente interessati a fare in modo che i poveri e gli sfortunati ottengano il minimo aiuto possibile …

Quindi c'è davvero una guerra ai poveri, che coincide con e approfondisce il dolore di un'economia travagliata. E quella guerra è ora il problema centrale e determinante della politica americana.

Perché si preoccupa? È ormai risaputo che alla gente di destra si interessa in realtà più delle persone bisognose che delle persone a sinistra. Danno più soldi, più del loro tempo, più sangue, ecc. (Vedi Arthur Brooks, Who Really Cares .)

In conclusione: non stiamo avendo un dibattito. Una parte è seria. L'altro lato è slinging epithets.

La carta da corsa

Fai la dichiarazione che "il benessere causa povertà" e non passerà molto tempo prima che tu venga accusato di essere un razzista. Krugman lo fa di routine. Nel suo ultimo articolo sull'argomento, cita i risultati di un sondaggio di opinione pubblica di sinistra:

Hanno trovato la base repubblicana "molto consapevole di essere bianca in un paese che è sempre più minoritario" e di vedere la rete di sicurezza sociale sia come qualcosa che aiuta quelle persone, non persone come loro, e lega la popolazione non-bianca al Partito Democratico. E, sì, l'espansione di Medicaid che molti Stati stanno rifiutando avrebbe aiutato in modo sproporzionato i neri poveri.

Ah sì. Ad hominem di nuovo. Facciamo una breve deviazione e consideriamo alcune prove, in primo luogo da un paese in cui virtualmente non ci sono bianchi e quindi da uno studio incentrato esclusivamente sui bianchi. Si tratta di due modi diversi di prendere la razza fuori dal campo e osservare se cambiano i fondamentali.

Barbados . Questo è un paese quasi tutto nero (96%). Ha alcune somiglianze con gli Stati Uniti. Il loro tasso di povertà relativa è simile, i loro programmi di benessere sono simili e il loro tasso di natalità al di fuori del matrimonio è simile. Ma lì finisce la somiglianza. Poiché l'85% della popolazione che non è povera è anche non bianca, Barbados è una nazione insulare con la sua cultura nera. Ed è notevole.

Barbados ha uno dei più alti tassi di alfabetizzazione al mondo. Il suo reddito pro capite è uno dei più alti nei Caraibi. Una ragione per questi risultati è la forte enfasi posta dai Barbados sull'educazione. L'istruzione secondaria alle Barbados è come il nostro sistema universitario negli Stati Uniti. Gli studenti (ei loro genitori) possono scegliere a quale scuola vogliono partecipare, ma devono essere accettati. La concorrenza è agguerrita per entrare nelle istituzioni più performanti. Conoscete qualcuno che pensa che la scelta scolastica faccia male ai bambini neri? Mandali alle Barbados.

Non devi fare uno studio formale per sapere che la cultura delle Barbados è diversa. Salire su qualsiasi taxi una volta arrivati ​​lì. Con un piccolo suggerimento, l'autista probabilmente parlerà delle scelte scolastiche dei propri figli e delle loro aspirazioni. (Vedi il mio articolo su Howard Law Review .)

Un'alta percentuale di diplomati delle scuole superiori delle Barbados è ammessa alle università della Ivy League negli Stati Uniti. In effetti, un segreto poco conosciuto nell'istruzione superiore statunitense è che le nostre università d'élite stanno raggiungendo i loro obiettivi di diversità con studenti neri, non dagli Stati Uniti, ma dai Caraibi.

Venendo a parte . Nel suo libro più recente, Charles Murray descrive una nazione che sta arrivando in due. Una parte è auto-motivata, autosufficiente ed estremamente produttiva. L'altro praticamente non funziona affatto e fa affidamento sul governo per soddisfare i suoi bisogni primari. E lo studio era dedicato esclusivamente ai bianchi non ispanici. Dalla mia recensione del suo libro:

I tipi di classe medio-alta possono fingere di essere relativisti culturali, accettando qualsiasi stile di vita i loro simili possano scegliere. In realtà, vivono comunque con valori puritani vecchio stile. Si sposano e rimangono sposati. Lavorano duramente e lavorano per lunghe ore.

Non così per il colletto blu, classe mai oltre la scuola superiore, comunque. Un numero scioccante non funziona affatto. Molti non si sposano in primo luogo. Di quelli che si sposano, i tassi di divorzio e di separazione sono alle stelle.

Che dire della felicità e del benessere? Circa il 65% dei professionisti della classe medio alta afferma di essere in un felice matrimonio. Quel numero è diminuito costantemente negli ultimi 40 anni per i tipi di classe operaia; e oggi si attesta al 25%!

Quindi cosa si può fare?

Discuterò le soluzioni in un post futuro.

[Cross-postato sul blog sulla politica sanitaria di John Goodman .]

* * *

Per l'alternativa cruciale a Obamacare, si prega di consultare il libro acclamato dall'Independent Institute: Priceless: Curing the Healthcare Crisis , di John C. Goodman.

Solutions Collecting From Web of "Guerra ai poveri"