Guarisci il tuo cervello: Introduzione alla Neuropsichiatria Nuova

Ti ricordi il dottor Lewis Thomas, il famoso medico-scrittore?

Negli anni '70, il dottor Thomas scrisse un elegante libro di saggi, The Lives of a Cell: Note di un osservatore di biologia, in cui collegava poeticamente gli ultimi progressi della biologia alla cura dei pazienti, agli ospedali, alle questioni sociali, e persino allo stato della biosfera. Lewis Thomas mi ha sempre ispirato come giovane medico e scrittore, e mi è venuto in mente spesso negli ultimi dieci anni, un periodo di incredibili progressi nelle neuroscienze.

Sono uno psichiatra e lavoro nel Dipartimento di Psichiatria della Columbia University, presso l'Istituto Psichiatrico dello Stato di New York a New York. Alla Columbia, insegno, faccio ricerca e gestisco vari programmi. Ma sono anche uno psichiatra clinico, con una pratica attiva in psicofarmacologia e psicoterapia, e poche sere alla settimana vado nel mio ufficio nell'Upper West Side di Manhattan per vedere i pazienti, principalmente con disturbi dell'umore e dell'umore.

Negli ultimi anni sono diventato quello che potreste definire un "nuovo osservatore neuropsichiatrico". Vado a conferenze in Colombia e altrove, parlo con colleghi di ricerca, conduco studi che testano farmaci e gli effetti della terapia, e lavoro con altri medici che eseguono scansioni cerebrali di pazienti con vari disturbi, specialmente con depressione cronica e disturbi d'ansia.

Più di ogni altra cosa, sono rimasto affascinato dal torrente di scoperte nelle neuroscienze, dagli studi di imaging cerebrale alla genetica ai "modelli animali" di malattie psichiatriche, nonché trattamenti innovativi come l'impianto di elettrodi nel cervello per il trattamento di gravi depressione e prove di nuovi farmaci e tipi di terapia come la terapia di "attivazione comportamentale".

Il mondo della ricerca è affascinante e l'ultimo decennio ha portato incredibili progressi: l'inizio di una vera comprensione di come funziona il cervello in termini di salute e malattia. Ogni settimana, spingo avanti e indietro tra il mondo rarefatto della ricerca neuropsichiatrica e le realtà quotidiane del lavoro come psichiatra che tratta le persone con depressione o disturbi d'ansia – che si occupano di compagnie assicurative, rinnovi di prescrizioni e simili.

Vivendo questa doppia vita, ho iniziato a chiedermi: è possibile colmare il divario tra la scienza all'avanguardia e la clinica occupata? Dato quanto sia complicato il cervello e quanto frammentaria sia la nostra conoscenza a questo punto, è possibile elaborare principi di base fondati sulle neuroscienze che possono aiutare a guidare il trattamento di questi disturbi? E ci sono principi che le persone con depressione e disturbi d'ansia – o le loro famiglie e persone care – possono usare per ottenere risultati migliori?

Ho iniziato a scrivere il mio recente libro, Heal Your Brain , oltre un decennio fa, ma sono stati solo gli ultimi quattro o cinque anni che sono riuscito a perfezionare la mia tesi. Ad un certo punto sembrava che ogni settimana ci fosse un nuovo progresso che collegava le ultime ricerche nel laboratorio di neuroscienza con quello che noi psichiatri vedono nei nostri uffici.

Alla fine, mi sono imbattuto in sei concetti chiave per la Neuropsichiatria Nuova. Ognuno di questi è supportato da risultati di ricerca, e ciascuno ha rilevanza per le persone le cui vite sono state colpite da depressione e disturbi d'ansia. Nello specifico, ogni principio può aiutarci – medici e pazienti e le loro famiglie – a gestire meglio questi disturbi, e credo che possano aiutare i ricercatori a lavorare in modo più efficace per superare l'abisso tra il laboratorio e lo studio del medico.

6 concetti chiave per la neuropsichiatria

Come descrivo in Heal Your Brain, e come discuterò nei prossimi post, questi concetti includono quanto segue:

1) neuroplasticità, il rimodellamento in corso della struttura e della funzione del cervello durante tutta la vita, che può essere influenzato da agenti biologici, comportamento, esercizio e modelli di pensiero;

2) l'impatto dannoso della depressione clinica e dei disturbi d'ansia sulla struttura e sulla funzione del cervello;

3) l'importanza di ottenere la "remissione" dei disturbi e i suoi potenziali effetti sulla limitazione o addirittura sull'inversione delle lesioni cerebrali che si verificano a seguito di disturbi psichiatrici;

4) l'importanza di comportamenti come l'apprendimento, la psicoterapia e l'esercizio fisico nonché i trattamenti somatici (farmaci, ecc.) Sul cambiamento della struttura del cervello, sulla connettività e sulla funzione e sull'alleviamento dei disturbi;

5) l'impatto della salute fisica sul cervello e il decorso dei disturbi psichiatrici; e

6) la possibilità di migliorare la resilienza come mezzo per alleviare lo stress cronico e migliorare l'esito a lungo termine dei disturbi dell'umore e dell'ansia.

Lo scopo di questo blog è esplorare i modi in cui ciò che chiamo la Neuropsichiatria nuova può migliorare il trattamento delle persone con disturbi psichiatrici. Ma è anche per esplorare i modi in cui l'esperienza dei pazienti può informare la ricerca e aiutarci a fare studi migliori per migliorare il trattamento. Una cosa che ho realizzato come "New Neuropsychiatry watcher" è che questa comunicazione è una strada a doppio senso. Le intuizioni del laboratorio di ricerca e dello studio medico – per non parlare delle esperienze di persone con depressione e disturbi d'ansia – possono aiutare a superare il divario tra ricerca e pratica e portare a veri progressi nella cura.

* * *

Solutions Collecting From Web of "Guarisci il tuo cervello: Introduzione alla Neuropsichiatria Nuova"