Guarigione senza tempo alle porte della percezione

In che modo le sostanze psichedeliche potrebbero ridurre i sintomi psichiatrici.

Proprio ora, mentre stavo per iniziare a scrivere il mio post sugli effetti delle sostanze psichedeliche sulla malattia psichiatrica, ho notato questo notiziario online: La Food and Drug Administration (FDA) statunitense sostiene un programma di sviluppo clinico per la terapia della psilocibina per la depressione resistente al trattamento.

Cosa sta succedendo? La psilocibina è un farmaco psichedelico presente in natura prodotto da diverse specie di funghi (il tipo “magico”). Sebbene le sostanze psichedeliche siano considerate droghe illecite, la società odierna è meno vincolata da battaglie ideologiche come quelle degli anni ’60, quando le sostanze psichedeliche come l’LSD o la psilocibina erano considerate un pericoloso intossicante o la promessa di salvezza mistica. La ricerca scientifica sta ancora sondando gli effetti psicologici a breve e lungo termine dell’LSD, della psilocibina e dell’ayahuasca. Inoltre, i laboratori universitari di Londra e Zurigo stanno studiando cosa succede nel cervello di volontari sani sotto l’influenza di sostanze psichedeliche.

Ciò che si può dire è che le sostanze psichedeliche inducono fortemente stati alterati di coscienza, influenzando così le dimensioni del tempo, dello spazio e dell’esperienza del sé. Questi cambiamenti sono paragonabili solo ad altri stati estremi di coscienza che si verificano nei sogni o nell’estasi mistica. Queste esperienze includono l’unità di sé con l’universo, la sensazione di atemporalità e la certezza di sperimentare una verità sacra che è, purtroppo, indescrivibile.

Ma in che modo gli psichedelici aiutano negli stati depressivi o in altre malattie psichiatriche? Uno studio, condotto da Roland Griffiths della Johns Hopkins University di Baltimora, prevedeva la somministrazione di psilocibina a pazienti terminali. L’assunzione ha portato a forti diminuzioni dell’umore depresso e dell’ansia di morte nella maggior parte degli individui. Inoltre, il senso della vita è tornato e l’ottimismo generale è aumentato. Come possono essere spiegati questi effetti positivi e persistenti? Possono essere attribuiti potenzialmente alla sensazione di una connessione più forte con altre persone e con il mondo, poiché i pazienti hanno riportato esperienze tipiche di tipo mistico.

Decine di altri studi stanno ora studiando se le sostanze psichedeliche possono essere utili per i pazienti con depressione e ansia per i quali le terapie farmacologiche standard non hanno mostrato effetti. Questi farmaci sono anche testati per trattare l’alcol, la metanfetamina e la dipendenza dal tabacco. Ma bisogna essere cauti: questi studi sono ancora considerati sperimentali. Devono essere condotti studi clinici più ampi. Questo è esattamente ciò che la già citata approvazione della FDA sta per scoprire se le sostanze psichedeliche possono essere usate con successo come trattamento regolare in un contesto psichiatrico professionale quotidiano.

Nella parte teorica del suo dottorato Tesi all’Università di Melbourne, Paul Liknaitzky nel 2017 ha spiegato come gli stati di coscienza alterati possono influenzare i sintomi psichiatrici in depressione, ansia e dipendenza da sostanze.

In queste sindromi psichiatriche, gli individui mostrano iper-consapevolezza del sé e del tempo. È tutto su di loro – il sé è iper consapevole di sé, l’affetto negativo è alto e il tempo trascina. Inoltre, quei pazienti hanno una perdita di connessione con altre persone e il mondo. Liknaitzky spiega poi come le caratteristiche fondamentali degli stati di coscienza alterati siano antitetiche ai sintomi psichiatrici. Portano a una minore consapevolezza di sé e del tempo. Ricorda i rapporti citati sotto l’influenza di sostanze psichedeliche-unicità del sé con l’universo, la sensazione di atemporalità. E le persone si sentono più in contatto con altre persone e il mondo.

Questa è una trasformazione che può essere raggiunta anche attraverso la meditazione, l’esposizione del carro armato, la corsa di resistenza, la danza, la trance indotta dal tamburo, ecc. Si stanno accumulando rapporti scientifici che mostrano effetti positivi della meditazione sui sintomi psichiatrici o, molto recentemente, come uno L’esposizione al tempo dell’esperienza fluttuante può ridurre i sintomi dell’ansia. Nel serbatoio galleggiante o nel serbatoio di deprivazione sensoriale, galleggi in un serbatoio di acqua scura e insonorizzata con un’alta concentrazione di sale a temperatura della pelle. Non si può vedere, e non si riesce a sentire nulla, tranne il proprio respiro ed espirazione. Perché galleggi nell’acqua a temperatura della pelle, perdi il senso del limite del corpo e dopo un po ‘ti senti rilassato e di buon umore. Il senso di sé e il tempo è ridotto.

Justin Feinstein e colleghi dell’Istituto per la ricerca sul cervello di Tulsa, in Oklahoma, hanno esposto 50 pazienti con ansia e disturbi legati allo stress, cioè stress post-traumatico, ansia generalizzata, panico, agorafobia e ansia sociale, a una sessione di serbatoio galleggiante. La maggior parte dei pazienti ha riportato riduzioni di stress, tensioni muscolari, dolore, depressione, affetti negativi e miglioramenti nel rilassamento, nella felicità e nel benessere generale. Considerando che questa è stata un’esposizione comparativamente breve di una sessione, gli stati di coscienza non possono essere cambiati in modo così drammatico come negli stati indotti da sostanze psichedeliche. Gli effetti nel serbatoio galleggiante sono più paragonabili alle esperienze di meditazione moderate in cui, dopo un po ‘, il senso del sé corporeo e del tempo si riduce. Una dissoluzione dei confini del sé corporeo durante la meditazione può effettivamente portare ad una maggiore felicità, come ha dimostrato un recente studio dello psicologo francese Michael Dambrun (vedi il mio blog su questo studio: Guadagnare felicità perdendo te stesso).

Questi sono risultati entusiasmanti. Nello spiegare la trasformazione che un individuo attraversa, alcuni ricercatori suggeriscono che il “risveglio spirituale” di stati di coscienza alterati dà alla persona una prospettiva diversa sulla vita e un senso del significato. Grandi studi clinici sono sulla loro strada per scoprire se questi nuovi potenziali di trattamento soddisfano le aspettative. In questo modo, i pazienti con disturbi psichiatrici potrebbero essere trattati in modi radicalmente nuovi.

Riferimenti

Wittmann, M. (2018). Altered States of Consciousness: Esperienze fuori dal tempo e dal sé. Cambridge, MA: MIT Press.

  • Dibattito sulle linee guida sul trattamento PTSD
  • Trauma Survivors and Addiction
  • Risultato errato di auto-valutazione dall'uso di criteri errati
  • Cinematerapia: uno strumento utile nella terapia di gruppo
  • Perché NON chiamare il trauma da guerra una malattia mentale?
  • Come evitare di essere catturati in un presunto culto
  • Stai semplicemente trattando i tuoi sintomi?
  • Come l'infedeltà causa il disturbo da stress post traumatico
  • Quando la vita non è più "vita"?
  • Come rompere i legami della vittima e costruire l'autostima
  • Intervista con Rene Denfeld, autore di "The Child Finder"
  • Quattro motivi per cui dovresti prestare maggiore attenzione agli abusi di alcol
  • Joking Matter: Adam West e colleghi analizzano il Joker
  • Una storia di crescita post-traumatica
  • Nuovo studio inquietante
  • Scoprire il trauma del razzismo: nuovi strumenti per i medici
  • Colpisco la testa e non riesco a annusare una cosa
  • Cosa rende una persona spettante e un'altra un eroe?
  • David Walker su popolazioni indigene e salute mentale occidentale
  • Poesia e linguaggio del cuore
  • Abuso sessuale infantile: come gli uomini possono aiutare le donne a recuperare
  • Salute mentale e gravidanza
  • Lezioni dal Limbo
  • Quando il dolore psicologico diventa fisico
  • Accuratezza, distorsione e verità in argento
  • Malattia di Alzheimer: ripetere i fallimenti
  • Terapia artistica creativa: approcci cerebrali alla violenza
  • Il declino dell'empatia e l'appello alla politica dell'ala destra
  • Sono Billy
  • La danza dell'esperienza e del tempo
  • Quanta esposizione di identità è sicura?
  • Perché non sono più un terapeuta di dipendenza dal sesso
  • Il tuo cervello può essere addestrato per autoregolare il pensiero negativo
  • I sopravvissuti al trauma non sono destinati alla sofferenza
  • Cinque passi per una migliore genitorialità
  • The Scoop su "Genuine" Trauma Informed Care