Guarda: Nessun cervello maschile estremo in autistica maschio!

Oggi, la teoria del cervello maschile estremo (EMB) è il principale rivale della teoria del cervello impresso, almeno per quanto riguarda la spiegazione dell'autismo. Un nuovo studio ha cercato prove dirette degli effetti del sesso biologico sulla neurobiologia dell'autismo. Lo studio mirava a rispondere a due domande principali:

  1. La neuroanatomia dell'autismo è diversa nei maschi e nelle femmine?
  2. La neuroanatomia dell'autismo si adatta alle previsioni della teoria EMB dell'autismo nei maschi e / o nelle femmine?

Lo studio afferma di essere "il più grande campione ad oggi di adulti maschi e femmine con autismo ad alto funzionamento, con l'obiettivo di rispondere a queste due domande confrontando la neuroanatomia misurata in termini di morfometria basata su voxel … un metodo ben collaudato per l'osservazione locale differenze volumetriche in un quadro di statistica univariata di massa interamente cerebrale. "

In altre parole, è un tentativo di visualizzare l'estremo cervello maschile, e in quanto tale un test cruciale della teoria. Secondo gli autori:

Esaminando separatamente maschi e femmine, abbiamo scoperto che le donne con autismo avevano caratteristiche neuroanatomiche che si sovrapponevano sostanzialmente con le strutture sessualmente dimorfiche nei controlli. Nei maschi con autismo, le previsioni EMB a livello neurale non sono state confermate.

Gli autori continuano ad offrire tre diversi modi in cui l'EMB potrebbe ancora spiegare le loro scoperte, e quindi concludere con la considerazione di un'altra ipotesi che predice una relazione tra autismo e differenziazione sessuale biologica: la teoria della "incoerenza di genere".

Gli autori non menzionano la teoria del cervello impresso, nonostante il fatto che, per quanto riguarda l'autismo, sia così vicino all'EMB. Come suggerisce la visualizzazione sopra, la teoria del cervello impressa sostiene che l'autismo è il risultato di una preponderanza nell'espressione dei geni paterni e del loro stile meccanicistico associato di cognizione durante lo sviluppo: non tanto un cervello maschile estremo quanto uno estremo paterno . Ma naturalmente, poiché tutti i padri sono maschi, le due teorie sono simili. Dove differiscono è nella caratteristica stessa non rivelata dal nuovo studio: vale a dire, la contesa che l'autismo va con un estremo del tipico sviluppo del cervello maschile .

Al contrario, poiché la maggior parte dei geni attivi paterni sono espressi sia nei maschi che nelle femmine, non si può dire che una loro espressione potenziata sia la stessa del tipico sviluppo maschile. Secondo questo modo di vedere le cose, si tratta più di un'espressione genica paterna e / o ridotta della madre all'interno di un cervello che è indipendentemente maschio o femmina, inevitabilmente con esiti variabili e complessi che consentono una sottigliezza molto maggiore rispetto al grezzo Modello EMB.

Inoltre, la teoria del cervello impressa va oltre l'EMB nel proporre che, se il disturbo dello spettro autistico (ASD) è il risultato di un'espressione genica più paterna e meno materna, un disturbo dello spettro psicotico (PSD) come la schizofrenia è l'opposto: più materno e espressione genica meno paterna con una corrispondente preponderanza della cognizione mentalistica. Inoltre, il modello propone che, poiché tutte le madri sono femmine e che tutti i padri sono maschi, i sessi sono leggermente controbilanciati dal continuum mentalistico: le femmine sono mediamente più mentali e i maschi meno (con l'opposto per la cognizione meccanicistica).

Come suggerisce il diagramma, ciò significa che il caso di una femmina di Asperger è più diverso da quello normale di quello maschile, e quindi non sorprende che lo studio abbia effettivamente trovato evidenza di differenze cerebrali nei casi di Asperger femminile non evidenti nei maschi. Questo perché la teoria del cervello impresso, come l'EMB, concorda sul fatto che ci sono differenze di sesso nella cognizione normale, e prosegue suggerendo che i cambiamenti nella neuro-anatomia che determinano un autismo ad alto funzionamento sono quindi probabilmente maggiori nelle femmine rispetto rispetto alle femmine normali rispetto ai maschi normali.

Ciò che la teoria del cervello impresso non predice tuttavia, ma ciò che l'EMB fa in modo cruciale, è che l'autistica maschile dovrebbe mostrare un estremo di sviluppo maschile a questo riguardo. E questo studio dimostra che questo è davvero il caso: non lo fanno.

Naturalmente, la teoria del cervello impressa prevede anche l'esatto opposto in PSD: apparente femminilizzazione del cervello negli psicotici maschili, ma non necessariamente nelle femmine. Come ho sottolineato in The Imprinted Brain , l'estrogeno svolge un ruolo protettivo nello sviluppo del cervello femminile prima della nascita e contribuisce a un decorso meno grave e all'espressione della schizofrenia nelle donne rispetto agli uomini. Inoltre, le femminilizzazioni e / o la de-mascolinizzazione dei maschi da parte degli ormoni steroidei sessuali sono state suggerite come un possibile fattore predisponente per la schizofrenia maschile, mentre altri osservano che in termini di neuro-sviluppo, gli uomini schizofrenici mostrano prove di femminilizzazione (p 176). Infine, come mostro anche a lungo in quel libro, questa è probabilmente la chiave del più bizzarro sintomo psicotico del più famoso di tutti gli psicotici: la convinzione di Schreber che si stesse trasformando in una donna. "Genere-incoerenza" in effetti – e certamente non in un autistico!

Solutions Collecting From Web of "Guarda: Nessun cervello maschile estremo in autistica maschio!"