Grief Yoga

Guarire attraverso un’arte antica

Bruce Mars/Unsplash

Fonte: Bruce Mars / Unsplash

È la persona rara oggi che non ha sentito parlare di yoga o che non appartiene a una lezione di yoga. È diventata la cosa sana da fare. La storia dello yoga è ricca e complessa che risale a migliaia di anni fa. Era una disciplina spirituale sviluppata per portare armonia tra mente e corpo. La parola yoga deriva dalla parola sanscrita che significa unire. Il tipo di yoga praticato oggi è molto diverso dalla pratica antica originale. Lo yoga ora ha molte facce diverse. Ci sono lezioni di yoga che ride, yoga caldo, yoga armonica, power yoga, yoga ristoratore, yoga di capra e yoga cane per citarne alcuni. Lo yoga offre numerosi vantaggi. Si dice che migliori il sistema immunitario e la coordinazione. Aiuta nello sviluppo di forza e flessibilità. Lo yoga è un allenamento totale mente-corpo che combina pose con respirazione profonda, meditazione e rilassamento. Si dice che aiuti le persone con artrite, diabete, ipertensione e problemi cardiaci. Anche se non ampiamente conosciuto, può anche aiutare a guarire un cuore spezzato attraverso lo yoga del dolore.

Il dolore è la reazione normale e naturale alla perdita di qualcosa di speciale per noi. È sempre presente nelle nostre vite in vari gradi. Proviamo dolore intenso con la perdita di una persona cara, ma possiamo anche lamentarci della chiusura della nostra caffetteria preferita o del ritiro del nostro medico preferito. Il dolore e lo stress sono memorizzati nei nostri corpi. Lo yoga ci aiuta a sciogliere la tensione emotiva e fisica nei nostri corpi causata dal dolore. È anche un modo per trovare pace e stabilità durante un periodo in cui questo manca alle nostre vite. Karla Helbert (2016), afferma “la pratica dello yoga si indirizza alla cura di sé, aiuta a integrare l’esperienza della perdita e sostiene i sentimenti di connessione e relazione con i propri cari che sono morti.” [1] Lo yoga del dolore non richiede alcun precedente yoga Esperienza. Non è necessario appartenere a una classe di yoga per trarne i benefici. Molte delle pose raccomandate possono essere fatte a casa. Nella revisione di più fonti, ci sono molte pose diverse suggerite per lo yoga del dolore. Ci sono, tuttavia, alcune pose che sono più frequentemente raccomandate di altre:

  1. Gambe fino al muro: in questa posa giacete sul pavimento vicino a un muro e posizionate le gambe verticalmente contro il muro con i piedi rivolti verso il soffitto. Il tuo corpo avrà la forma di una “L. Porta i glutei il più vicino possibile al muro. Rilassati e posiziona le mani lungo i fianchi con i palmi verso l’alto. Concentrati sul tuo respiro e rilasci lo stress e la tensione nel tuo corpo. Puoi tenere questa posa da 5 a 20 minuti. Quando hai finito, premi i piedi nel muro, rotola su un lato, porta le gambe a terra, rotola e spingi dolcemente su di te con il braccio. Siediti e aspetta qualche secondo prima di alzarti in piedi. Se questa posizione sollecita la schiena, posizionare un cuscino o un asciugamano sotto la parte bassa della schiena per supporto.
  2. Posa del bambino: posiziona un tappetino sul pavimento. Inginocchiarsi sul tappeto con i piedi uniti; tieni le ginocchia a una larghezza delle spalle. Siediti sui talloni e poggia le mani sulle cosce. Piegare la testa e il petto verso le cosce. Quindi sposta la testa e il tronco verso il pavimento con la fronte che tocca il tappeto e le braccia distese davanti a te. Rilascia la tensione nel tuo corpo. Tenere la posa per 30 secondi a cinque minuti. Quando hai finito, inspira profondamente e solleva il busto.
  3. Cadavere: questa posa viene in genere utilizzata alla fine di una sessione. Sdraiati su un tappeto o un tappetino con il viso rivolto verso l’alto. Separare le gambe e tenerle a una larghezza delle spalle. Appoggia le braccia lungo i palmi laterali. Chiudi gli occhi e concentrati sulla respirazione. Mentre respiri, lascia andare l’ansia e lo stress. Puoi tenere questa posizione per 20 minuti o finché non sei completamente rilassato. La parte più difficile della posa è stare svegli.

Oltre alle pose restitutive di cui sopra, ci sono anche pose più attive che puoi fare per affrontare il tuo dolore come la posa del mulino a vento o la posa del cammello. Oggi ci sono molti DVD su yoga, libri didattici e video di YouTube per aiutarti. Tuttavia, partecipare a una lezione di yoga offre qualcuno che può guidarti e sostenerti durante il processo. Il lavoro di gruppo può anche aiutarti a non essere così isolato nel tuo dolore. Indipendentemente dal tipo di yoga praticato, è un potente strumento di gestione dello stress. Nel nostro dolore, lo yoga può aiutarci a vedere che anche se il momento presente è doloroso, si sposterà e cambierà e potremo stare bene.

Riferimenti

[1] Helbert, Karla. (2016). Yoga per il dolore e la perdita. Philadelphia, PA .: Singing Dragon.

Solutions Collecting From Web of "Grief Yoga"