Grandi film nominati all'Oscar con persone con disabilità

Questa non è una lista esaustiva, ma qui ci sono dieci film nominati all'Oscar che hanno osato andare contro la norma e rappresentare realisticamente com'è la vita per le persone con disabilità mentali o fisiche.

Il mio piede sinistro – 1989

Conta Oscar. Vinto: miglior attore (Daniel Day-Lewis); Migliore attrice non protagonista (Brenda Fricker). Nominato per: Miglior immagine; Miglior regista (Jim Sheridan); Migliore sceneggiatura adattata.

My Left Foot è basato sull'autobiografia di Christy Brown, interpretata superbamente da Daniel Day-Lewis. Brown nasce con una grave paralisi cerebrale in una grande famiglia amorevole in una baraccopoli di Dublino. Ha solo il controllo del suo piede sinistro. (Rifletti su questo per un po '.) Nonostante un'infanzia difficile in cui è trattato dalla maggior parte delle persone come privo di intelligenza, diventa un pittore, un poeta e un romanziere, usando solo la sua mente e le dita del piede sinistro.

Ciò che rende questo film eccezionale è il personaggio di Christy Brown stesso. Non è una persona pia, santa. È un uomo complicato che non è sempre facile da amare. Beve troppo e può essere esigente e arrogante, a volte. Ma è un combattente, un sopravvissuto e un artista dotato. Sono uscito da questo film senza parole con meraviglia per questo essere umano della vita reale.

Frida 2002

Conta Oscar. Vinto: migliore musica, colonna sonora originale; Miglior trucco. Diverse altre nomination, inclusa la migliore attrice (Salma Hayek).

"The Two Fridas" di Frida Kahlo, 1939

In questo film biografico, Salma Hayek interpreta l'artista messicana, Frida Kahlo. Kahlo ha la poliomelite da bambina, che ostacola in modo permanente la crescita della gamba destra. Poi, mentre era una giovane studentessa all'università, è quasi morta in un incidente al trolley in cui il suo corpo è trafitto da un'asta d'acciaio e la schiena è rotta. Non è mai più senza dolore.

Il film è una festa per gli occhi e le orecchie con colori vivaci e ottima musica. Il cuore della storia, tuttavia, è Kahlo, il cui spirito di fuoco è catturato senza paura da Salma Hayek. Nonostante sia spesso nel cast di un corpo e debba dipingere principalmente dal letto, Kahlo crea uno straordinario corpo d'arte, spesso raffigurando su tela la sua angoscia fisica e mentale. Era una donna complessa e straordinaria.

Quattro matrimoni e un funerale 1994

Conta Oscar. Nominato per: miglior foto e migliore sceneggiatura

gonemovies.com
Cast of Four Weddings (David Bower in fondo a destra)
Fonte: gonemovies.com

Charles (il personaggio di Hugh Grant) si innamora di Carrie (il personaggio di Andie MacDowell), e questo è tutto ciò che devi sapere sulla trama. È una commedia romantica divertente e sofisticata, il tipo che sembra non essere più in giro. (Cosa è successo al genere Rom Com?)

Il fratello di Charles, David (David Bower), è sordo. Potrebbe essere una parte minore, ma la sua sordità gioca un ruolo cruciale in diverse scene, e adoro il modo in cui Charles e David usano il linguaggio dei segni per condividere segretamente ciò che pensano davvero delle persone con cui stanno, spesso firmando ciò che sarebbe altamente inappropriato se parlato ad alta voce!

A Beautiful Mind 2001

Conta Oscar. Vinto: la migliore immagine; Miglior regista (Ron Howard); Miglior attrice non protagonista (Jennifer Connelly); Migliore sceneggiatura adattata. Diverse altre nomination, tra cui Russell Crowe come miglior attore.

A Beautiful Mind si basa sulla biografia del vincitore del premio Nobel, John Forbes Nash, Jr., che è un brillante matematico e uno schizofrenico diagnosticato. Nash ha dato un contributo duraturo in molti campi, in particolare la teoria dei giochi, mentre allo stesso tempo lotta con le delusioni paranoiche. Russell Crowe è eccezionale in questo film. Non sceglie una rappresentazione sensazionalistica di Nash. Invece, fa emergere l'umanità di Nash. Di conseguenza, non ci allontaniamo dalla sua malattia mentale; vediamo Nash come un essere umano brillante e premuroso che ha una malattia devastante.

Figli di un Dio minore 1986

Conta Oscar. Vinto: Migliore attrice (Marlee Matlin). Nominato per: Miglior immagine; Miglior attore (William Hurt); Miglior attrice non protagonista (Piper Laurie); Migliore sceneggiatura adattata.

Marlee Matlin interpreta un ex studente in una scuola per sordi che resiste agli sforzi di un nuovo insegnante (William Hurt) per mostrarle come leggere le labbra e usare la sua voce sorda. Matlin è eccellente in questo film, allo stesso tempo volitivo e vulnerabile. È una delle mie storie d'amore preferite. Alcuni hanno criticato il film per questo, dicendo che è una storia d'amore che usa la sordità come espediente, ma non l'ho sperimentato in quel modo. In effetti, ho imparato molto sulla sordità guardando il film, quasi fosse un docu-drama.

Venendo a casa 1978

Conta Oscar. Vinto: miglior attore (John Voight); Migliore attrice (Jane Fonda); Migliore sceneggiatura. Nominato per: Miglior immagine; Miglior regista (Hal Ashby); Miglior attore non protagonista (Bruce Dern); Miglior attrice non protagonista (Penelope Milford); Miglior montaggio di film.

listal.com
Jane Fonda e John Voight
Fonte: listal.com

John Voight interpreta un veterano del Vietnam paralizzato da una lesione del midollo spinale sofferta in combattimento. Soffre anche di (quello che oggi chiameremmo PTSD). Lui e un volontario dell'ospedale (Jane Fonda) si innamorano, anche se suo marito (Bruce Dern) sta combattendo in Vietnam.

Alcuni lettori potrebbero obiettare sul fatto che il personaggio di Fonda sia sposato (anche se in ogni film ho considerato che un partner o l'altro era infedele a un certo punto). Ciononostante, Coming Home è il primo film che ritrae realisticamente una relazione sentimentale tra una persona che ha un corpo robusto e un'altra che soffre di una disabilità devastante, realistica in quanto non evita di descrivere le sfide sia emotive che fisiche che affrontano. Ricordo di aver letto un commento su questo film fatto da un uomo paraplegico. Ha detto che ha portato un'intera generazione di donne a guardare gli uomini su sedie a rotelle in una luce completamente diversa.

Iris – 2001

Conta Oscar. Vinto: miglior attore non protagonista (Jim Broadbent). Nominato per: Migliore attrice (Judi Dench); Migliore attrice non protagonista (Kate Winslet).

Famosa filosofa e scrittrice inglese, Iris Murdoch (Judi Dench), combatte il morbo di Alzheimer come suo marito, il critico letterario John Bayley (Jim Broadbent), lotta per prendersi cura di lei. Kate Winslet interpreta il giovane Murdoch e Hugh Bonneville (Lord Grantham per i fan di Downton Abbey ) suona il giovane Bayley.

Questo film biografico si basa sulle memorie di John Bayley e ripercorre la sua quarantennale relazione con Murdoch. Il film si muove senza interruzioni tra il vecchio Murdoch, la cui mente sta scivolando nella demenza, e il più giovane Murdoch, che è uno spirito libero volitivo e perfidamente divertente. Il contrasto tra questi due periodi della sua vita è difficile da guardare, a volte. Ciò che rende questo film eccezionale è la recitazione forte di tutti e quattro i lead. Broadbent, in particolare, è straziante quanto il marito del vecchio Murdoch, che sta lentamente perdendo il suo compagno per tutta la vita in amore e amicizia. La sua impotenza e la sua disperazione sono palpabili.

Philadelphia – 1993

Conta Oscar. Vinto: miglior attore (Tom Hanks); Migliore canzone ("Streets of Philadelphia"). Diverse altre nomination.

Tom Hanks interpreta un avvocato di alto profilo, Andrew Beckett, che muore di AIDS. Assume un altro avvocato, Joe Miller (Denzel Washington), per aiutare in giudizio il suo datore di lavoro per averlo licenziato. Questo è il primo film di grande budget sull'AIDS. A mio parere, Denzel Washington meritava un Oscar per la sua interpretazione. Le scene più commoventi e potenti del film descrivono la sua trasformazione da un omofo interessato a se stesso che spera di diventare ricco e famoso dal caso, a qualcuno che vede Beckett come un essere umano con le stesse speranze e sogni di lui, Miller , ha.

Rain Man – 1988

Conte Oscar. Vinto: la migliore immagine; Miglior regista (Barry Levinson); Miglior attore (Dustin Hoffman); Migliore sceneggiatura. Diverse altre nomination.

Dopo la morte di suo padre, Charlie Babbitt (Tom Cruise), scopre che la fortuna di 3 milioni di dollari di suo padre è stata affidata a un fratello maggiore che non sapeva di avere. Il fratello, Raymond (Dustin Hoffman), è stato istituzionalizzato per gran parte della sua vita a causa dell'autismo. Charlie trova Raymond e lo porta fuori dall'istituzione, sperando di mettere le mani sui soldi. Mentre si imbarcano in un viaggio di ritorno a Los Angeles, diventa chiaro che Charlie vede Raymond come un bagaglio in eccesso. Raymond è un autistico ad alto funzionamento che ha alcune abilità sbalorditive, ma non può relazionarsi emotivamente con Charlie. Ma Charlie, a modo suo, è altrettanto emotivamente stentato.

Mentre il film avanza, Charlie gradualmente arriva ad amare Raymond così com'è. Mi sento allo stesso modo su Tom Cruise in questo film come faccio con Denzel Washington a Philadelphia . Per me, sono le vere star (anche se i loro co-protagonisti hanno vinto gli Oscar), perché interpretano i personaggi che vengono trasformati e, in effetti, "risvegliati" durante il corso del film. Se hai mai dubitato che Tom Cruise potesse dare una grande esibizione, guarda questo film.

Passion Fish – 1992

Conta Oscar. Nominato per: Migliore attrice (Mary McDonnell); Migliore sceneggiatura (John Sayles, che ha anche diretto).

Wikimedia Commons
Alfre Woodard
Fonte: Wikimedia Commons

Immagina di essere una bella del Sud che va a New York City e la rende grande come una star di soap opera. Poi, durante la notte, diventi un paraplegico a causa di un incidente automobilistico. Dopo la riabilitazione, non hai altra scelta che tornare alla tua casa d'infanzia ormai vuota nella calda e umida Louisiana Bayou. Passi i prossimi mesi tormentati da questo turno che la tua vita ha preso, guidando via, con il tuo sbronzo e l'amarezza, ogni persona che assumi per aiutarti. Questa è May-Alice, interpretata da Mary McDonnell.

Poi un giorno, Chantelle (l'incomparabile Alfre Woodard), si candida per il posto. Deve anche voltare la sua vita, così tanto, che rimane fedele al lavoro nonostante i tentativi di May-Alice di cacciarla via come lei ha gli altri. Anche se il film presenta altri personaggi riccamente disegnati – alcuni comici, alcuni tristi, anche potenziali beaus per le due donne – parla della relazione tra May-Alice e Chantelle. Nei loro ruoli di potere ineguale, quello del datore di lavoro e del dipendente, trovano l'amicizia e quindi la redenzione. È uno dei miei film preferiti.

© 2012 Toni Bernhard. Grazie per aver letto il mio lavoro. Sono l'autore di tre libri:

Come vivere bene con Chronic Pain and Illness: A Mindful Guide (2015)

Come svegliarsi: una guida ispirata dal buddismo per navigare tra la gioia e il dolore (2013)

Come essere malati: una guida ispirata dal buddista per i malati cronici e i loro caregivers (2010)  

Tutti i miei libri sono disponibili in formato audio da Amazon, audible.com e iTunes.

Visita www.tonibernhard.com per ulteriori informazioni e opzioni di acquisto.

Usando l'icona della busta, puoi inviare questo pezzo via email ad altri. Sono attivo su Facebook, Pinterest, Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Grandi film nominati all'Oscar con persone con disabilità"