Gong! 8 semplici modi per svegliarsi e diventare illuminati

Pensi di "illuminazione" come la provincia solo di esseri speciali, come il Buddha, o di coloro che trascorrono la loro vita a gambe incrociate, meditando e cantando "om?" O forse vedi le persone illuminate come persone che in qualche modo passano il loro vive in uno stato di beatitudine terrena o celeste.

Sono stato a volte vittima di questi stereotipi. Ma nel suo nuovo libro, How to Wake Up, l' autrice Toni Bernhard ci aiuta a vedere che i momenti di risveglio possono essere un'esperienza quotidiana per tutti noi, a partire da ora. Leggendo il suo libro, ho capito per la prima volta che le parole "risveglio" e "illuminazione" si riferiscono alla libertà dalla nostra sofferenza psicologica auto-causata. Possiamo raggiungere questa libertà scegliendo deliberatamente di coltivare l'auto-compassione, la gentilezza, la gioia riconoscente e la saggezza.  

Mentre "l'illuminazione" può sembrare un obiettivo elevato, ci sono esercizi – "pratiche" – che possono aiutarti a sviluppare l'abitudine di "svegliarti". In realtà, per quanto strano possa sembrare, alla fine di questo blog, lo farai conosci 8 modi per diventare un "risvegliato". (Per la distinzione sfocata tra "illuminato" e "risvegliato", vedi una vista qui).

Bernhard, un buddista praticante, ha pubblicato il suo primo libro, How to Be Sick, dopo che è stata colpita da una misteriosa malattia simile all'influenza che non sarebbe scomparsa, che ha resistito alla diagnosi e che alla fine l'ha costretta a dimettersi da un lavoro che aveva amato. Dopo la pubblicazione, è stata inondata di e-mail e note di persone con malattie croniche che erano state aiutate dal suo libro. Ma, con sua sorpresa, ha ricevuto anche grazie da persone sane che hanno applicato con successo i suoi insegnamenti alle lotte della propria vita. Questo feedback ha portato al suo secondo libro, How to Wake Up, una descrizione dei principi e delle pratiche buddhiste per tutti coloro che cercano sollievo dalla sofferenza mentale. (Disclosure: Toni Bernhard è un membro del mio cerchio dei blog qui a psychologytoday.com.)

La missione di Bernhard in How to Wake Up è di insegnare abilità pratiche che ci aiutano a cogliere e cambiare stati mentali dolorosi prima che possano prendere il sopravvento. Ecco 8 "wake-up call" dal suo libro. Sebbene siano estremamente semplificate per mantenere questo blog breve, possono offrire uno sguardo per alleviare la sofferenza mentale e quindi aiutarti a diventare un essere più illuminato. (Veramente!)

1. Svegliati dalla sofferenza della storia. È un'esperienza comune capire che ti sei perso nei pensieri, torturandoti con storie drammatiche e distorte sul tuo passato o futuro. (Vedi la mia esperienza qui.) Invece di rimproverarti, Bernhard ti suggerisce di etichettare quella realizzazione come un momento di illuminazione. Ti sei appena svegliato! Quando ho letto questo passaggio nel libro di Bernhard, la frase del vecchio inno è venuta da me: "Una volta ero perso, ma ora sono stato ritrovato." Bernhard usa la frase, "Ah, mi sono perso nei miei pensieri e ora Non sono!"

2. Sveglia al momento presente. Una consapevolezza non giudicante del momento presente – solitamente definito come "consapevolezza" – è "un momento di pace con la nostra vita così com'è". Per esercitarsi assaporando il momento presente, Bernhard suggerisce di dirsi la frase "Solo questo!"

3. Svegliati sintonizzandoti sulle sensazioni del corpo. Abbraccia il momento presente sintonizzando le sensazioni nel tuo corpo. Il tuo corpo può essere una "via per il risveglio" perché le sensazioni fisiche che stai vivendo ti portano nel "momento". Concentrarsi sul tuo respiro, mentre inspiri ed espiri, è un modo per distogliere l'attenzione dal pensiero improduttivo e verso il momento presente.

4. Svegliati accettando i tuoi sentimenti spiacevoli. Quando sorge un'emozione stimolante come rabbia, dolore, autocritica, preoccupazione o invidia, riconosci quella sensazione spiacevole e trattala in modo amichevole, come un ospite. Come dice Bernhard, "Riconoscere la presenza di un'esperienza spiacevole è di per sé un momento di risveglio perché è un momento di coinvolgere con grazia la nostra vita come lo è per noi adesso." Per esercitarsi "seduti con" ospiti così difficili, trova una frase che ti aiuta ad etichettare e ad accogliere le spiacevoli emozioni, come "Ti vedo, rabbia." "Preoccupati, così sei di nuovo tu." "Il vecchio ritornello: Non penserai mai di essere abbastanza bravo." O cita la canzone: "Buono mattina, angoscia. Siediti ". Questo esercizio ti aiuta a vedere che le emozioni spiacevoli non sono residenti permanenti ma semplicemente visitatori temporanei. Tollerandoli, apri la porta per indagare più a fondo.

5. Svegliati praticando l'auto-compassione. Bernhard afferma che "… ogni momento in cui ci sentiamo veramente gentili e amichevoli verso noi stessi e gli altri è un momento di libertà dalla sofferenza". Sfortunatamente, molti di noi hanno un critico interiore che può bombardarci con critiche devastanti. Bernhard si è confrontata con il suo critico interiore quando si è resa conto di quanto stesse incolpando se stessa per la sua malattia cronica, aggiungendo sofferenza mentale al suo dolore fisico. Alla fine, scrive, "… quando ho visto la sofferenza che mi stavo imponendo, ho pensato: 'Sono una persona decente. Non merito questo tipo di trattamento da me stesso. '"Non riesco a pensare ad una frase migliore da memorizzare rispetto a quella sopra.

6. Svegliati dal giudicare gli altri. Bernhard offre un'utile distinzione tra "valutare" gli altri e "giudicare" gli altri. "Valutare" è il dimensionamento neutrale delle persone, un'abilità necessaria per sopravvivere. "Giudicare" aggiunge il nostro standard su come pensiamo che le cose dovrebbero essere al mix. "Perché non perde peso?" "È una persona spensierata." Per contrastare l'abitudine di giudicare, Bernhard condivide un'idea meravigliosa per una pratica quotidiana: Mentre esce di casa, usa la stecca della mano sulla maniglia della porta per ricordarle di avvicinare le altre persone in modo amichevole e aperto.

7. Svegliati dall'invidia e dal risentimento. Questi due stati mentali sono la fonte della sofferenza per molti. Essere in grado di provare veramente "gioia apprezzata" per la buona sorte di un altro può richiedere la pratica, ma può essere un anti-tossico per i veleni di invidia e risentimento. Per sviluppare questa abitudine, fai una scelta intenzionale per rallegrarti della fortuna degli altri.

8. Svegliati coltivando la saggezza. Sebbene Bernhard suggerisca molte pratiche di saggezza, ho scoperto che la sua affermazione più liberatrice è che il vero risveglio è "il risveglio di una pace e di un benessere che non dipendono dal fatto che un particolare momento sia piacevole o spiacevole". Che sollievo dire te stesso, "Non ho bisogno che la mia vita sia perfetta per essere in pace!"

C'è molto di più in How to Wake Up. Oltre a fornire consigli per vivere, gentilmente consegnati, il libro di Bernhard serve anche come un'introduzione meravigliosamente convincente ai precetti del buddismo. Bernhard ha l'abilità di descrivere idee complesse in modo semplice, illustrandole con esempi personali e storie che rendono queste idee memorabili e significative.

Il risveglio non è un affare di una volta, come sottolinea Bernhard. Si tratta di creare nuove abitudini mentali attraverso la pratica permanente. Anche se ho descritto queste abitudini come "semplici", non sono facili. Richiedono un'attenzione pensosa. Ma solo rendersi conto di quanto della tua sofferenza mentale puoi alleviare una volta riconosciuto il tuo ruolo in esso è stato, per me, un momento "aha" in sé. Non puoi diventare un "essere illuminato" dopo aver letto questo libro utile, ma sicuramente avrai più momenti di vita risvegliata di quanto avevi prima.

Quindi, che cos'è l'illuminazione? Incredibilmente, l'illuminazione è un insieme di abitudini imparabili che possono liberarti dalla sofferenza auto-indotta. Una volta adottate queste abitudini, scoprirai che puoi alleviare la tua sofferenza e quella degli altri.

© Meg Selig, 2013

Se ti è piaciuto questo blog, ti potrebbero piacere anche i miei blog, "3 modi rapidi per frenare il pensiero catastrofico" e "Lenire i dolori emotivi con le scorie" o questo blog su "Le 7 abitudini di persone emotivamente sane" di Guy Winch. Prova i blog di Toni Bernhard qui.

Fonte : Toni Bernhard, How to Wake Up: una guida ispirata dal buddismo per navigare tra gioia e dolore (Wisdom Publications, 2013).

Meg Selig è l'autore di Changepower: 37 Secrets to Habit Change Success (Routledge, 2009). Seguila su Facebook e Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Gong! 8 semplici modi per svegliarsi e diventare illuminati"