Gli Stati Uniti contro il G-20 sulla spesa

Al vertice del G-20, concluso di recente, delle principali economie mondiali, gli Stati Uniti si sono trovati in disaccordo con le altre nazioni sul percorso della spesa pubblica. Gli Stati Uniti ritengono che l'alta spesa sia ancora necessaria per prevenire una nuova recessione, ma altre nazioni credono che la spesa debba cadere per regnare in deficit e debiti insostenibili.

Chi ha ragione?

La posizione degli Stati Uniti si basa sul modello keynesiano dei cicli economici da manuale, che suggerisce che la spesa pubblica può ridurre o ridurre le recessioni. Secondo il modello, le recessioni si verificano a causa della mancanza di domanda per il bene e i servizi dell'economia. Il governo può rimediare a questo deficit aumentando la propria domanda, ad esempio costruendo autostrade, acquistando aerei militari o finanziando ricerche. Oppure, il governo può aumentare la domanda da parte dei consumatori e delle imprese tagliando le tasse o aumentando i pagamenti dei trasferimenti come l'assicurazione di disoccupazione, Medicaid o la sicurezza sociale.

Sebbene il modello keynesiano sia ampiamente insegnato e utilizzato, rimane controverso come giustificazione per la spesa pubblica.

Il problema cruciale è che, secondo il modello, qualsiasi tipo di spesa può aumentare la domanda e aiutare l'economia a riprendersi da una recessione. Quindi, se il governo paga le persone per scavare fossati e riempirli, il modello keynesiano dice che questa spesa è vantaggiosa.

Poche persone prendono seriamente questo aspetto del modello, comunque; invece, i sostenitori della spesa keynesiana presumono che il governo abbia molti progetti "buoni" disponibili, come l'estensione dei sussidi di disoccupazione, la costruzione di più strade, il finanziamento della ricerca sull'energia verde o il trasferimento di denaro agli stati in modo da poter evitare i licenziamenti degli insegnanti.

L'affermazione che la spesa keynesiana possa concentrarsi su buoni progetti, tuttavia, è problematica. La spesa pubblica per moderare le recessioni ha bisogno di una rapida inversione di tendenza, pur identificando buoni progetti, pianificandoli in modo appropriato e implementandoli in modo efficace richiede tempo. Quindi, la spesa può facilmente iniziare dopo che è passata una recessione.

Il problema dei tempi non è disastroso se tutta la spesa è destinata a progetti validi, ma ciò solleva la seconda difficoltà. Mentre alcune spese governative su strade, ricerca o istruzione hanno senso, non sempre è meglio, dato che i benefici delle spese extra alla fine colpiscono "rendimenti decrescenti". Una notevole evidenza suggerisce che molti aspetti del governo nelle economie moderne sono andati ben oltre il giusto equilibrio .

Queste preoccupazioni sulla spesa keynesiana sono particolarmente preoccupanti perché il sostegno empirico al modello keynesiano è tutt'altro che irresistibile. Il modello implica che l'impatto di un aumento della spesa dovrebbe essere maggiore dell'impatto dei tagli fiscali, ma le prove esistenti suggeriscono di più l'opposto. In effetti, alcune prove empiriche trovano impatti minimi della spesa, mentre la maggior parte delle ricerche trova un forte impatto dei tagli delle tasse.

Quindi il caso per la spesa keynesiana è imbarazzante, nel migliore dei casi. Se le prospettive del debito negli Stati Uniti e in altre nazioni ricche fossero solo lievemente negative, allora forse i sostenitori della spesa potrebbero ancora presentare un caso. Ma le prospettive del debito sono davvero desolate; la maggior parte dei paesi ha bisogno di tagliare la spesa enormemente.

Alcuni sostenitori della spesa accettano la necessità di tagli, ma suggeriscono che questi possono attendere fino alla fine della recessione. Il problema con questo punto di vista è che quando arrivano tempi migliori, le entrate fiscali cresceranno leggermente, i deficit si ridurranno un po 'e i politici dichiareranno la "vittoria" e aumenteranno la spesa ancora di più. Solo una crisi può generare reali riduzioni della spesa, il che significa che le nazioni ricche – compresi gli Stati Uniti – dovrebbero tagliare le spese ora.

Solutions Collecting From Web of "Gli Stati Uniti contro il G-20 sulla spesa"