Gli eroi ci rendono più intelligenti?

Nelson Mandela

Quando il leggendario presidente sudafricano Nelson Mandela è scomparso nel 2013, il mondo ha risposto con angoscia mista a riverenza. Il presidente Barack Obama ha osservato che Mandela "non appartiene più a noi. Egli appartiene ai secoli ". Con questa affermazione, Obama ha illustrato ciò che abbiamo sempre fatto ai nostri più grandi eroi: li forgiamo nell'eternità.

Perché idolatriamo grandi leader eroici? Ovviamente, gli eroi ci forniscono speranza e ispirazione. Ma la mia ricerca sugli eroi rivela una scoperta sorprendente: anche loro ci rendono più intelligenti. Gli eroi migliorano la nostra intelligenza sul mondo e ci insegnano le lezioni sulla traiettoria delle nostre vite.

La nostra ricerca ha scoperto quattro modi in cui gli eroi ci insegnano la saggezza.

1. Gli eroi ci insegnano come rispondere in situazioni di crisi

Nel 2007, Wesley Autrey, un operaio edile che viveva ad Harlem, ha ricevuto riconoscimenti internazionali quando ha salvato un estraneo completo da un treno della metropolitana di New York. Autrey vide l'uomo cadere sui binari della metropolitana proprio mentre si avvicinava un treno. Rendendosi conto che non aveva il tempo di spostare l'uomo dai binari, Autrey prese la straordinaria decisione di sdraiarsi sopra di lui tra i binari mentre il treno passava sopra di loro entrambi. Solo mezzo pollice separato Autrey da gravi lesioni o morte.

Dopo aver compiuto questo atto eroico, Autrey ha ricevuto centinaia di lettere da persone che lo ringraziavano per aver mostrato loro come vivere le loro vite e come rispondere in situazioni di emergenza. Autrey e altri eroi altruisti come lui ci insegnano cosa fare, e la cosa giusta da fare, in situazioni difficili. Eroi come Autrey forniscono una sceneggiatura per un'azione eroica a un mondo affamato di tale sceneggiatura.

2. Le storie di eroi illuminano verità di vita paradossali

Il guru spirituale Richard Rohr sostiene che le storie degli eroi sono saturate da complesse verità di vita che sono quasi impossibili da afferrare per gli umani a meno che non siano illustrate all'interno di una buona storia di eroi. Molte di queste verità sono segreti paradossali della crescita umana e dello sviluppo. Ad esempio, in una tipica storia di eroi, l'eroe non può crescere come persona se non dopo aver sperimentato una caduta o un fallimento significativi. "Dove inciampi", scrisse il mitologo comparativo Joseph Campbell, "lì giace il tuo tesoro".

Altre verità paradossali nelle storie di eroi includono la saggezza che (a) dobbiamo uscire di casa per trovare casa; (b) dobbiamo perderci per trovare noi stessi; (c) dobbiamo arrenderci per vincere; e (d) dobbiamo rinunciare a qualcosa di importante per ottenere qualcosa di importante.

3. Gli eroi ci insegnano che il loro viaggio è il viaggio umano

Joseph Campbell riteneva che il viaggio dell'eroe fosse parallelo alle fasi dello sviluppo umano. Tutti i giovani adulti sono cacciati dai loro mondi sicuri e familiari e nel mondo reale spaventoso. Le fasi dello sviluppo della vita umana dello psicologo Eric Erikson suggeriscono una traiettoria dell'eroe durante la nostra vita, con i giovani adulti spinti a stabilire competenze e ritagliarsi un'identità per se stessi.

Gli adulti più anziani raggiungono uno stadio di generatività , che Erikson definisce come il desiderio delle persone di creare cose che sopravviveranno e di restituire alla società che ha dato loro così tanto. Le storie degli eroi ci insegnano che siamo tutti equipaggiati per lo sviluppo per intraprendere un viaggio da eroe lungo tutta la vita.

4. Gli eroi ci aiutano a sviluppare l'intelligenza emotiva

Lo psicanalista Bruno Bettelheim riteneva che le fiabe per bambini fossero utili per aiutare le persone, specialmente i bambini, a capire l'esperienza emotiva. Gli eroi di questi racconti sono di solito soggetti a esperienze oscure e inquietanti, come incontri con streghe, incantesimi malvagi, abbandono, abbandono, abuso e morte. Gli ascoltatori di questi racconti sviluppano strategie per risolvere le loro paure e angosce.

Bettelheim riteneva che anche le fiabe più angoscianti, come quelle dei fratelli Grimm, aggiungessero chiarezza alle emozioni confuse e dessero alla gente un senso più ampio del significato e dello scopo della vita. L'oscurità delle fiabe permette ai bambini di crescere emotivamente, sviluppando così la loro intelligenza emotiva e preparandoli alle sfide dell'età adulta.

Conclusione

Gli eroi ci danno molto più dell'ispirazione: sono i nostri più grandi maestri. Gli eroi ci mostrano i segreti per sbloccare il nostro massimo potenziale in quanto esseri umani. Lo fanno modellando la virtù, chiarendo verità di vita complesse e paradossali, dotandoci dell'intelligenza emotiva e rivelando come il loro viaggio può essere anche il nostro viaggio. Nessuna meraviglia che Obama abbia detto che Nelson Mandela "appartiene ai secoli". La saggezza che otteniamo dai nostri eroi ha una qualità senza tempo che ci aiuta a prosperare come esseri umani.

Bibliografia

Allison, ST, e Goethals, GR (2011). Eroi: cosa fanno e perché ne abbiamo bisogno . New York: Oxford University Press.

Allison, ST, e Goethals, GR (2013). Leadership eroica: una tassonomia di influenza di 100 individui eccezionali . New York: Routledge.

Bettelheim, B. (1976). Gli usi dell'incantesimo: il significato e l'importanza delle fiabe . New York: Knopf.

Campbell, J. (1949). L'eroe dai mille volti . New York: New World Library.

Franco, ZE, Blau, K., & Zimbardo, PG (2011). Eroismo: analisi concettuale e differenziazione tra azione eroica e altruismo. Revisione della psicologia generale , 15, 99-113.

Rohr, R. (2011). Cadendo verso l'alto . New York: Jossey-Bass.

Smith, G., & Allison, ST (2014). Reel heroes, Volume 1: Two Hero Experts Critica i film . Agile Writer Press.

Solutions Collecting From Web of "Gli eroi ci rendono più intelligenti?"