Gli appassionati di ragaologia hanno meno connettività cerebrale tra le regioni chiave

Lightspring/Shutterstock
Fonte: Lightspring / Shutterstock

Conosciamo tutti un '' rageaholic '' che è incline a scoppi di rabbia fuori controllo che possono apparire improvvisamente senza ovvie provocazioni. Tecnicamente, il DSM-5 avrebbe diagnosticato i ragaici con un'aggressività impulsiva come se soffrisse di Disturbo Esplosivo Intermittente . IED è un disturbo comportamentale caratterizzato da "attacchi di rabbia" esplosivi che sono solitamente sproporzionati rispetto alle circostanze di una determinata situazione. (ad esempio, perdere la calma e aggredire qualcuno in risposta ad un evento banale e irrilevante).

Gli individui diagnosticati con IED hanno generalmente scoppi di rabbia acuti che tendono a durare meno di un'ora, ma possono causare una tremenda distruzione fisica ed emotiva. Gli attacchi di rabbia sono spesso accompagnati da una varietà di sintomi corporei che possono includere pressione sanguigna alle stelle, aumento della frequenza cardiaca e un'impennata nella secrezione di ormoni dello stress tra cui adrenalina e cortisolo.

Gli atti di aggressione che si verificano durante un episodio di IED sono spesso seguiti da un immediato senso di catarsi emotivo, come una valvola che rilascia vapore da una pentola a pressione prima che esploda. Tuttavia, il danno e le conseguenze di un attacco di rabbia sono spesso seguiti da vergogna e rimorso perché l'individuo è imbarazzato e dispiaciuto del proprio comportamento.

Attualmente, IED è classificato nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) nella categoria "Disruptive, Impulse-Control and Conduct Disorders". Fino ad ora, il disordine di IED non è stato facilmente caratterizzato, ma la nuova tecnologia di imaging cerebrale ha identificato differenze di segni nel cervello delle persone con IED. Queste nuove scoperte potrebbero essere utili per la diagnosi e le terapie di messa a punto in futuro.

Le persone con IED (Rageaholics) hanno meno materia bianca che collega le regioni del cervello

Lee, et al, Neuropsychopharmacology, used with permission
Questa immagine mostra regioni dello scheletro della materia bianca in cui la connettività nei soggetti IED era significativamente inferiore rispetto ai controlli sani.
Fonte: Lee, et al. Neuropsychopharmacology, usato con permesso

Questa settimana, i neuroscienziati dell'Università di Chicago hanno riferito che le persone con IED hanno meno integrità e densità nella sostanza bianca in una regione del loro cervello chiamata fascicolo longitudinale superiore (SLF). Più specificamente, IED è associato all'integrità della materia bianca inferiore nelle connessioni a lungo raggio tra le regioni del cervello frontale e temporoparietale.

I tratti della sostanza bianca nella SLF collegano il lobo frontale del cervello, che è responsabile del processo decisionale, della regolazione delle emozioni e della comprensione delle conseguenze delle azioni con i lobi parietali, che elaborano l'input sensoriale, la lingua e le interazioni sociali.

Lo studio di luglio 2016, "Riduzione dell'integrità della materia bianca nel disturbo esplosivo intermittente", appare sulla rivista Neuropsychopharmacology .

Per questo studio, i ricercatori di UChicago hanno costruito la loro ipotesi sull'importanza delle connessioni della materia bianca a corto e lungo raggio all'interno del cervello come legate al comportamento sociale ed emotivo. Per identificare un possibile collegamento tra la connettività della materia bianca e l'aggressività impulsiva, il team ha utilizzato il Diffusion Tensor Imaging (DTI), una forma di risonanza magnetica (MRI) che misura il volume e la densità del tessuto connettivo della materia bianca nel cervello.

In una dichiarazione, Royce Lee, MD, professore associato di psichiatria e neuroscienza comportamentale presso l'Università di Chicago e autore principale dello studio, ha detto,

"[L'SLF] è come una superstrada dell'informazione che collega la corteccia frontale ai lobi parietali. . . Non è tanto il modo in cui il cervello è strutturato, ma il modo in cui queste regioni sono collegate tra loro. Questo potrebbe essere il punto in cui vedremo molti problemi nei disturbi psichiatrici, quindi la sostanza bianca è un punto di partenza naturale poiché è il cablaggio naturale del cervello da una regione all'altra ".

La connettività cerebrale è un problema critico perché il cervello delle persone con disturbi psichiatrici di solito mostra pochissime differenze fisiche da individui sani. Basandosi sui deficit di connettività cerebrale in quelli con IED, sembra che non siano in grado di raccogliere tutte le informazioni da un'interazione sociale e di elaborarle accuratamente.

Spesso, le persone con IED pensano che gli altri siano ostili quando non lo sono e traggono conclusioni sbagliate sulle intenzioni degli altri. Le persone con problemi di rabbia tendono a fraintendere le intenzioni di altre persone in situazioni sociali.

Piccole sfumature nel linguaggio del corpo, il tono della voce, o la connotazione di certe parole, possono tutti erroneamente interpretare per rinforzare la falsa credenza che l'altra persona stia sfidando il rageaholic. La diminuzione della connettività tra le regioni del cervello che elaborano una situazione sociale potrebbe portare a un giudizio compromesso che si trasforma in esplosione esplosiva di rabbia.

Conclusione: imparare a sostituire la rabbia con equanimità

 studiostoks/Shutterstock
Fonte: studiostoks / Shutterstock

La scoperta di deficit di connettività in una specifica regione del cervello (come l'SLF) fornisce un importante punto di partenza per ulteriori ricerche sulle persone con IED. Inoltre, le persone con disturbo borderline di personalità – che condividono problemi sociali ed emotivi simili a IED – sembrano avere la stessa anormalità nel SLF.

Individuare i circuiti cerebrali che guidano comportamenti sociali aggressivi potrebbe portare allo sviluppo di nuovi farmaci terapeutici per il trattamento di disturbi neuropsichiatrici associati ad aggressività come il disturbo esplosivo intermittente.

Lo studio, ha concluso il co-autore Emil Coccaro, "Questo è un altro esempio di deficit tangibili nel cervello di quelli con IED che indicano che il comportamento impulsivo aggressivo non è semplicemente un" cattivo comportamento "ma un comportamento con una reale base biologica che può essere studiata e trattata “.

L'equanimità è l'antitesi dello IED e significa "mantenere calma mentale, compostezza e regolarità, specialmente in una situazione difficile". Nel corso degli anni, ho scritto ampiamente sull'importanza dell'equanimità nelle nostre vite quotidiane. Mantenere l'equanimità ti permette di lasciare che l'ostilità delle altre persone ti stacchi dalla schiena come se fosse rivestita di teflon e coperta con Crisco.

"Fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te" è la regola d'oro della maggior parte delle religioni. L'equanimità è una delle quattro nobili verità del buddismo. Ma praticare l'equanimità è laico. È anche buon senso. Se vuoi avere successo nella vita, l'equanimità ti porterà molto più lontano che essere uno straccione. Le capacità di apprendimento che ti consentono di non essere emotivamente reattivo quando ti senti insidiato o attaccato richiede molta moderazione e pratica, specialmente se il tuo cervello è cablato per IED. Ma la neuroplasticità rende questi cambiamenti una possibilità universale per tutti noi.

Infine, la scarica di adrenalina e di altri ormoni è la risposta "combatti o fuggi" che, partendo dal tuo sistema nervoso simpatico, rende molte persone cieche dalla rabbia. Devi consapevolmente scegliere di disinnescare .

Ogni volta che senti che la tua risposta al combattimento o al volo entra in azione, e senti che potresti avere un attacco di rabbia … Stop. Prendi un respiro. Quindi, tagga le forti emozioni come una bandiera rossa che ti ricorda che ora è il momento di mettere in pratica l'equanimità come massima priorità.

L'equanimità innesca il sistema nervoso parasimpatico innestando il nervo vago e innesca uno stato biologico "tendi-e-fa da amico" mettendo i freni in risposta al combattimento o al volo. Con la pratica puoi usare le tecniche di consapevolezza per colpire consapevolmente il tuo interruttore di equanimità nella posizione "on" e bloccata e superare praticamente ogni situazione con l'equità della mente.

Mantenere la calma quando qualcuno preme i pulsanti richiede molta forza mentale e pratica per ognuno di noi, indipendentemente da come è cablato il cervello. Detto questo, imparare come praticare l'equanimità ed evitare di fare il ragèholic sarà sempre nell'interesse di tutti.

Per saperne di più su questo argomento, controlla i miei post sul blog di Psychology Today ,

  • "Il cervello di un bullo percepisce gli altri come" ricompensa ""
  • "Gli attacchi di rabbia possono scatenare attacchi di cuore"
  • "Madonna, equanimità e forza della resistenza non violenta"
  • "Il coraggio basta a non contrattaccare"
  • "Impara a entrare in empatia con i gruppi esterni"
  • "4 semplici modi per sostituire l'ostilità con l'equanimità"

© 2016 Christopher Bergland. Tutti i diritti riservati.

Seguitemi su Twitter @ckbergland per gli aggiornamenti sui post del blog The Athlete's Way .

The Athlete's Way ® è un marchio registrato di Christopher Bergland.

Solutions Collecting From Web of "Gli appassionati di ragaologia hanno meno connettività cerebrale tra le regioni chiave"