Gli anni d'oro … Non così d'oro.

pixaby.com
Fonte: pixaby.com

Mentre i nostri anni di pensione, o quelli che alcuni definiscono come i nostri "anni d'oro", sono generalmente considerati come il periodo in cui entriamo confortevolmente nella nostra fase finale della vita e godiamo i frutti del nostro lavoro, che è lontano dalla realtà per molti. Le malattie debilitanti, sia fisiche che psicologiche, possono spesso impedirci di vivere al meglio i nostri anni d'oro.

Gli studi indicano che un individuo su tre tra 65 e 85 soffre di qualche tipo di disturbo mentale, come ansia, depressione o dipendenza. La maggior parte delle persone identifica erroneamente la loro depressione come normali sentimenti di tristezza. Spesso caratterizzata da un eccesso di sonno e dall'assunzione di cibo, la depressione può manifestarsi in diverse forme di sintomatologia, come l'insonnia, l'eccesso di cibo e persino l'irritabilità. È anche creduto erroneamente da molti che essere depressi nei nostri anni d'oro sia normale, o che la depressione come condizione psicologica non esista a causa di sentimenti interiorizzati di vergogna associati allo stigma negativo di avere una malattia mentale. Sfortunatamente, questo travisamento e stigma influenzano negativamente la qualità della vita, la qualità del trattamento e l'accesso a tale trattamento per gli anziani, poiché la salute mentale non viene affrontata o trattata con il livello di attenzione che dovrebbe essere la maggior parte dei medici.

pixaby.com
Fonte: pixaby.com

La depressione e altre condizioni emotive allo stesso modo possono aumentare il rischio di malattie mediche, come il morbo di Alzheimer o, al contrario, essere il prodotto di tali malattie. Inoltre, l'Associazione Alzheimer sostiene che i latinos negli Stati Uniti sono a più alto rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer rispetto ad altri gruppi etnici a causa dei tassi acuti elevati di diabete e pressione arteriosa che esistono all'interno di quella popolazione.

Quindi, con tutto ciò detto, perché aspettare una soluzione? Sii proattivo e chiedi al tuo medico o terapeuta una raccomandazione per un trattamento o un farmaco se ritieni che possa essere utile per te. Anche gli aspetti della nostra salute che potremmo trovare insignificanti, come il sonno, sono essenziali per funzionare correttamente e devono essere esaminati da un professionista, poiché quasi la metà degli adulti oltre 60 sperimentano l'insonnia, secondo NIH Senior Health.

A livello emotivo e spirituale, c'è molto che possiamo fare per sentirci bene. Pensa all'ultimo giorno della tua vita. Come ti sentirai a riflettere sul tuo viaggio? Che cosa hai fatto bene, o non così bene? Se oggi è l'ultimo giorno della tua vita, cosa rimpiangeresti di non aver fatto diversamente? Crea la tua lista e preparati a rendere la tua vita ciò che hai sempre voluto che fosse. Forse c'è qualcuno di cui hai bisogno per scusarti o perdonare, e nel fare questo, troverai la pace. Forse c'è qualcuno che devi ringraziare, e così facendo, troverai soddisfazione. Potresti aver dimenticato di dire a qualcuno quanto li ami e, nel fare ciò, troverai soddisfazione. A volte queste piccole ma grandi cose sono ciò che ci impedisce di sentirci felici. Altre volte, tuttavia, sono le avversità che abbiamo vissuto e che continuiamo a ripetere nella nostra mente senza essere in grado di dimenticarlo. C'è anche un trattamento per questo.

pixaby.com
Fonte: pixaby.com

Tuttavia, a volte il nostro benessere è associato a fattori ereditari. Ad esempio, la demenza causata dall'Alzheimer ha una componente genetica. Anche così, possiamo fare molto per il nostro benessere, come mangiare bene (cibi naturali, come verdure, pesce, noci, olio d'oliva e meno carboidrati, grassi, cibi fritti, zucchero, ecc …), esercizio (che non significa necessariamente palestra, ma qualcosa di fattibile e conveniente come camminare e fare il giardinaggio, cose che spesso non riusciamo a fare come risultato dei nostri stili di vita moderni), stress inferiore e formazione delle nostre menti. Facendo le attività sopra citate, creiamo gradualmente un ciclo perpetuo di benessere che è interconnesso e alimentato da ciascun componente. Se stai già partecipando ad alcune di queste sane abitudini, prova a crearne di nuove e ad attenervisi. Ad esempio, se stai già esercitando la tua mente con i puzzle, prova a imparare una lingua diversa o prendi lezioni per imparare la fotografia o uno strumento musicale per metterti alla prova. I videogiochi non sono così male come sembrano, specialmente quando stimolano varie aree del cervello e ci richiedono di svolgere più attività contemporaneamente. A questo proposito, ci sono diversi videogiochi che vengono sviluppati per uso clinico, sulla base del concetto che l'allenamento mentale può prevenire la demenza provocata dall'Alzheimer. Tuttavia, i videogiochi possono anche causare isolamento sociale, che dovrebbe costringerci a non giocare più di 30 a 45 minuti al giorno.

pixaby.com
Fonte: pixaby.com

Una vita sociale è la chiave principale per mantenere una vita sana. Inoltre, la maggior parte delle persone che vivono da sole ma hanno un animale domestico sono in genere più sane di quelle che vivono completamente sole. Le relazioni con un'alta percentuale di longevità della vita hanno un forte senso di famiglia e sostegno sociale in combinazione con il grande rispetto per gli anziani dovuti alla loro esperienza e saggezza.

Quindi, prendi contentezza nel sapere che i tuoi cari saranno sempre lì per te, e usarli come motivazione per vivere la vita più ottimale possibile. Questa è la tua vita e hai tutte le ragioni per sfruttarla al meglio.

Solutions Collecting From Web of "Gli anni d'oro … Non così d'oro."