Girls and Math: Study Combats Stereotype Threat

Mia figlia, Kestrel, riceve il suo STEM sul Denver Museum of Nature and Science

Quando facciamo un'escursione, mia figlia di 5 anni vuole giocare a quiz di matematica. Le chiedo cose come: "Se ci sono otto gambe in una famiglia che include un cane, quante persone ci sono nella famiglia?" E questo aiuta a distogliere la mente dalle miglia. Le piace la matematica. Pensa di essere brava a farlo. E sono terrorizzato che quando entrerà all'asilo questo autunno, la sua fiducia e alla fine le sue abilità inizieranno a corrodersi.

Questo è il motivo per cui ero interessato a leggere un articolo pubblicato la scorsa settimana sulla rivista Child Development che mostra che non solo le ragazze sono sei inclini ai pregiudizi inconsci che possono danneggiare le loro abilità matematiche, ma questi pregiudizi possono essere cancellati, lasciando atteggiamenti e le abilità funzionano al meglio.

In primo luogo, potresti già conoscere la minaccia dello stereotipo . Questa è l'idea che teniamo dentro di noi la paura di agire accidentalmente in modi che confermano gli stereotipi su noi stessi e che queste paure siano come magneti che ci trascinano verso le azioni stereotipate che speravamo di evitare. Ricercatori come Sian Beilock dell'Università di Chicago mostrano che questa stereotipizzazione minaccia letteralmente spazio nella nostra memoria di lavoro, il laboratorio del cervello per tutto ciò che facciamo in questo momento. E con la minaccia stereotipata che rivendica un "frammento" di memoria di lavoro, ci rimane meno spazio per le manipolazioni mentali che si esprimono come intelligenza.

Per esempio, se mia figlia inizia (inconsciamente!) A preoccuparsi che una risposta sbagliata possa confermare che le ragazze sono cattive in matematica, ha meno spazio disponibile sul cervello per assicurarsi che sia brava in matematica. Potete immaginare altri stereotipi e il modo in cui questa ridotta capacità di memoria di lavoro può renderli auto-avverati. È una trappola feroce. Conoscere semplicemente uno stereotipo rende difficile contrastarlo.

Lo studio della settimana scorsa su Child Development ha mostrato, per la prima volta, il potere di questa minaccia stereotipata anche nei bambini troppo giovani per approvare consapevolmente convinzioni stereotipate. Lavorando con 276 neolaureati (età media 6,5 ​​anni), i ricercatori Silva Galdi, Mara Cadinu e Carlo Tomasetto si sono chiesti per la prima volta se i ragazzi di questo giovane pensiero fossero migliori in matematica. Si scopre che non lo hanno fatto consapevolmente!

Ma forse hai sentito parlare di test di associazioni implicite? Se non lo hai, dai un'occhiata a Project Implicit, ospitato da Harvard. Il test misura, ad esempio, quanto velocemente associ volti maschili neri a buone parole. O facce maschili bianche. O volti femminili in bianco e nero. La tua velocità di associazione implicita può mostrare il tuo pregiudizio. (Ed è affascinato correlativamente con le opinioni che esprimi su un quiz che precede lo stesso IAT).

Nell'attuale studio, una versione per bambini dello IAT ha mostrato che sì, anzi, anche i bambini piccoli come ragazzi associati di prima elementare con matematica e ragazze con linguaggio.

Poi i ricercatori hanno fatto colorare i bambini. Un terzo dei bambini ha colorato un'immagine raffigurante una ragazza che risolve un problema di matematica in una lavagna mentre un ragazzo era seduto in prima fila a guardare. Un terzo colorava l'immagine di un ragazzo che risolveva un problema di matematica mentre una ragazza osservava. E un terzo ha colorato un paesaggio. Poi i ricercatori hanno fatto fare matematica ai bambini. Vedi dove sta andando?

Le ragazze con una minaccia stereotipata potenziata inconsciamente colorando l'immagine di un ragazzo attivo in matematica e una ragazza passiva di matematica aggiunsero i numeri più lentamente e con minore precisione delle ragazze che erano state colpite con un compito di colorazione di Danica McKellar. I ragazzi? Meh. Almeno in questo compito, sembrava che i tizi di primo grado fossero ancora piuttosto ignari di punire la mente attraverso lo stereotipo di genere.

C'è bellezza e orrore in questo. L'orrore è ovvio: anche in prima elementare, le ragazze sentono l'attrazione degli stereotipi inconsci che possono inviare abilità matematiche nell'imbuto. Ma la bellezza è che questo studio conferma che gli stereotipi matematici basati sul genere non sono genetici o altrimenti "naturali". Colpevolezza culturale: le ragazze non sono peggio in matematica, dopo una semplice operazione di colorazione che ha messo in discussione questa stereotipia, le abilità matematiche delle ragazze erano perfettamente uguale al loro stereotipo matematico-ignaro controparti maschili.

In altre parole, l'amore di mia figlia e la sua fiducia in matematica non devono erodere man mano che invecchia. Cioè, lo sai, se mia moglie ed io, tutti i suoi amici, suo fratello, i suoi insegnanti e i modelli di società che la circondano danno da mangiare a mia figlia l'equivalente della pagina da colorare attiva da ragazza.

Non sto scommettendo sulla società. E così farò il mio più maleducato per continuare ad alimentare il suo "quiz di matematica" mentre camminiamo nella speranza di calpestare quella stereotipia matematica passiva per le ragazze sulla pista prima che la mia influenza svanisca e che la società prenda il sopravvento. Come un vaccino MMR, spero che riempendo la mia bambina di aspettative per il successo in matematica possa inoculare lei contro le pagine da colorare negative che la società continua a mettere sulla sua scrivania.

Solutions Collecting From Web of "Girls and Math: Study Combats Stereotype Threat"