Gioie superficiali e felicità profonda

Per cosa mi prendi, un idiota? Charles de Gaulle, quando un giornalista gli chiese se fosse felice.

Mia moglie ed io eravamo felici per vent'anni. Poi ci siamo incontrati! Rodney Dangerfield

Possiamo distinguere tra due tipi di esperienze che vengono chiamate "felicità": una è l'emozione transitoria della gioia e l'altra è il profondo sentimento di felicità. In un modo alquanto simile, possiamo parlare dell'emozione transitoria della gioia erotica e del sentimento di profondo amore. Sebbene siano le esperienze profonde per le quali in genere guardiamo, nella maggior parte dei casi queste profonde esperienze richiedono la presenza di gioie superficiali. Tuttavia, avere quelle gioie superficiali non assicura la generazione di profonda felicità e amore.

Un'esperienza che consiste nella semplice gioia superficiale o desiderio sessuale può includere un piacere immediatamente gratificante e relativamente breve. La felicità profonda è tipicamente associata a un funzionamento ottimale che utilizza e sviluppa le capacità e gli atteggiamenti essenziali dell'agente in modo sistematico per un periodo prolungato di tempo. Una felicità profonda si trova in attività complesse che apprezziamo nel loro interesse. L'amore profondo è simile.

Si può tracciare una distinzione tra piacere superficiale e soddisfazione profonda. Il piacere superficiale è un'esperienza immediatamente gratificante, relativamente di breve durata, che richiede poche o nessuna profonda capacità umana. La soddisfazione profonda comporta un funzionamento ottimale, utilizzando e sviluppando le capacità e gli atteggiamenti essenziali dell'agente. Parte della soddisfazione profonda è la capacità di superare i problemi e fare progressi. Il funzionamento ottimale degli esseri umani differisce dal funzionamento minimo degli animali, il che implica pura soddisfazione o rilassamento. Le persone che soffrono di stati avanzati di senilità e di bambini, spesso hanno stati d'animo piacevoli, ma non sono la profonda soddisfazione tipicamente ricercata dagli adulti sani, molti dei quali preferiscono essere un Socrate insoddisfatto che un maiale soddisfatto. Se fossimo soddisfatti del piacere superficiale, non avremmo alcun incentivo a perseguire le nostre ambizioni o a cercare attività soddisfacenti. Alla lunga, questo ci renderebbe infelici. Rimpinzarsi di beni di consumo può darci piacere a breve termine, ma è improbabile che ci renda sostanzialmente più felici; la gola non è la stessa cosa del nutrimento (vedi qui).

La felicità non può essere raggiunta semplicemente ripetendo esperienze piacevoli superficiali. Un evento piacevole è spesso progressivamente meno piacevole con la ripetizione. Una nuova acquisizione, molto apprezzata all'inizio, sembra essere ordinaria. Quindi, le acquisizioni da sole non possono fornirci una soddisfazione profonda e duratura. La felicità non è un risultato isolato, ma piuttosto un processo dinamico in corso. E così è l'amore profondo, mai un risultato isolato, ma un'esperienza continua di stare insieme.

Come emozione acuta, la felicità è uno stato a breve termine di piacere o soddisfazione che si verifica in seguito a uno specifico (reale o immaginario) cambiamento positivo. Anche una persona generalmente depressa può ridere di tanto in tanto ed essere soddisfatta di un evento specifico. Le persone e i bambini senili possono spesso essere soddisfatti o contenti della loro situazione. Possono anche essere descritti come aventi un certo grado di felicità, ma questo non è il profondo sentimento di felicità tipico degli adulti sani e desiderato da loro. La felicità profonda implica il funzionamento ottimale degli esseri umani, non il minimo funzionamento di semplice soddisfazione o rilassamento che può essere trovato nella vita di animali stupidi.

Alla luce della sua natura dinamica e permanente, un fattore importante nel generare la nostra felicità profonda è la frequenza con cui le persone sperimentano l'emozione occasionale della felicità e altre emozioni positive; questo fattore è risultato essere il singolo migliore predittore di felicità come sentimento. In un certo senso, la felicità come sentimento consiste nelle acute emozioni della felicità; quindi una successione di specifiche esperienze positive aumenterà la nostra felicità a lungo termine. Combinando insieme i due fattori genera il seguente consiglio pratico suggerito dallo psicologo David Lykken: "Una dieta costante di piaceri semplici ti manterrà al di sopra del tuo punto stabilito. Trova le piccole cose che sai darti un po 'troppo, un buon pasto, lavorare in giardino, passare il tempo con gli amici e cospargere la tua vita con loro. A lungo termine, questo ti lascerà più felice di qualche grande risultato che ti dà un grande vantaggio per un po '. "

Come la felicità, anche l'amore profondo non consiste principalmente in alcuni grandi momenti magici; piuttosto, abbiamo bisogno di una dieta costante di piaceri semplici con i nostri cari. L'amore profondo non è costituito da una sorta di sostanza celeste, ma dall'ordinaria sostanza quotidiana della vita normale, che diviene celeste se condivisa con la persona amata. In alcuni casi questo tipo di trasformazione può essere facile e naturale; in altri richiede sudore e lacrime. Non c'è garanzia di rimborso per il successo di questa trasformazione, ma quando ci riesce, produce una grande felicità.

In definitiva, la nostra vita potrebbe essere più facile di quanto pensassimo: non dobbiamo scegliere tra gioie superficiali e felicità profonda (o amore), poiché la seconda comprende la prima. Tuttavia, sebbene la strada verso la felicità e l'amore profondi implichino molte gioie superficiali, la presenza di tali gioie non assicura che queste profonde esperienze emergeranno necessariamente. La vita, dopo tutto, non è così facile. Ma come disse George Bernard Shaw: "La vita non è fatta per essere facile, figlio mio; ma prendi coraggio: può essere delizioso. "

Solutions Collecting From Web of "Gioie superficiali e felicità profonda"