Gioco del sistema: come utilizzare i confronti per impostare gli obiettivi

Sono passate due settimane da New Years e dove sono andate queste risoluzioni? Perso nei cuscini del divano con i popcorn kernals della notte del cinema di ieri sera? Perché il mais caramellato si attacca così bene e le risoluzioni no? Qui, parlerò di come possiamo usare confronti e diversi tipi di confronti per creare obiettivi che non solo rimarranno ma saranno ottenuti.

Standard: guarda agli altri per capire dove andare, cosa essere

Tutti probabilmente conoscono gli standard numerici. Numeri come il GPA richiesto per laurearsi con il massimo dei voti, l'indice di massa corporea (BMI) che ne classifica uno in sovrappeso, e l'età che rende un adulto sono tutti esempi di standard che usiamo per giudicare noi stessi. L'utilizzo di questi standard può essere molto utile per stabilire gli obiettivi. A volte, non ci riferiamo agli ordini emessi dal governo o dal medico per determinare quale dovrebbe essere il nostro obiettivo, ma guardiamo ai modelli (super modelli, modelli di ruolo) per aiutarci. Questo a volte può metterci nei guai. Ad esempio, le persone spesso si confrontano con modelli di riviste, anche senza volerlo. E, poiché tali modelli sono stati alterati in modo non realistico dal punto di vista digitale (e anche se lo sappiamo), l'esposizione a questi può creare degli standard non realistici. Quindi, mentre è importante guardare a fonti esterne e standard consolidati e condivisi per stabilire obiettivi appropriati, dobbiamo fare attenzione che tali obiettivi siano realistici.

Cambia: guarda ai sé passati per capire quanto sei andato lontano

Un altro modo in cui definiamo gli obiettivi è guardando chi siamo ora e decidendo che vogliamo cambiare. Possiamo decidere che vogliamo perdere 5 sterline o essere più salutari o lavorare di più (o lavorare di meno). Piuttosto che concentrarsi su una destinazione particolare che vogliamo raggiungere, ci concentriamo su un luogo che vogliamo lasciare. Questi tipi di obiettivi possono essere complicati: una considerevole letteratura dimostra che possiamo giocare questi confronti per farci sentire meglio, anche quando si sono verificati pochi cambiamenti. Anne Wilson si riferisce a questo come all'effetto "chump to champ". Quando le persone guardano indietro ai sé passati, possono valutare i loro sé passati in modo più negativo di quanto non fossero in realtà. Questo spingere giù il sé in passato sembra che ci sia stato un miglioramento e un guadagno maggiori nel tempo. Ad esempio, gli studenti che erano motivati ​​a sentire che le loro abilità sociali stanno migliorando sono suscettibili di classificarsi come studenti ancora meno popolari al liceo di quanto non fossero. Questa stessa strategia può permetterci di deludere i nostri obiettivi. Abbiamo detto che volevamo mangiare più verdure, ricordiamo che mangiamo molto o pochi vegetali la settimana scorsa? Abbiamo detto che volevamo metterci in forma, quanto erano stretti i nostri jeans il mese scorso?

Anche se ci sono degli svantaggi nel fissare gli obiettivi attraverso entrambi i metodi, usare i metodi insieme può essere potente. In primo luogo, gli standard possono essere utilizzati per creare obiettivi realizzabili (cosa possono ottenere le persone come te?) E assicurarsi di sapere quanto in alto mirare (quale salario si può ottenere?). In secondo luogo, misurare il cambiamento può aiutarti a riconoscere che stai facendo dei guadagni e muovendoti verso i tuoi obiettivi. Mentre vuoi sempre tenere d'occhio quanto sei lontano dai tuoi obiettivi, può essere gratificante vedere quanto lontano sei arrivato. E se ti attieni ai numeri duri (quanti più passi fai ogni giorno, quante ore passerai in relax), puoi costringerti ad essere "onesto" riguardo ai tuoi cambiamenti e ai tuoi progressi. Guardare avanti e guardare indietro sono entrambi utili per rendere reali queste risoluzioni.

Solutions Collecting From Web of "Gioco del sistema: come utilizzare i confronti per impostare gli obiettivi"