Giochi teatrali Aiuta i bambini a ottenere un controllo emotivo

Si prega di consultare il rapporto scientifico completo qui, o guardare un breve video sulla carta qui.

Cosa può fare finta di giocare, recitare e recitare per i bambini molto piccoli? Quando i bambini fingono di usare la loro immaginazione, ovviamente, ma quali altri tipi di abilità sociali, emotive e cognitive potrebbero usare, e in che modo tale uso potrebbe portare a livelli maggiori di quelle abilità? Ci sono molte opzioni diverse, tra cui lingua, comprensione sociale degli altri, regolazione emotiva, empatia e compassione. C'è stata anche una considerevole quantità di ricerche sulla psicologia dello sviluppo che hanno esaminato la relazione tra il coinvolgimento dei bambini nel gioco di simulazione e il loro livello di queste abilità. Tuttavia, come dettagliato da un importante e ben letto documento pubblicato da Angeline Lillard all'Università della Virginia e al suo gruppo, la maggior parte della ricerca sui rapporti tra gioco di finzione e questi risultati manca di controlli scientifici o di ricerca rigorosa e accurata necessaria per essere in grado di fare una causa causale. Cioè, la ricerca non è abbastanza forte per poter dire, ad esempio, "Sì! Fare finta ti rende più bravo con l'empatia! "

Thalia R. Goldstein
Fonte: Thalia R. Goldstein

Quando si parla di giochi di recitazione e di recitazione, le idee sono spesso anche più grandiose e con uno studio molto meno scientifico. Mentre ci sono alcune buone prove a sostegno dell'idea che i giochi di dramma possono portare ad un aumento del vocabolario e delle abilità narrative, i legami tra l'impegno nel dramma e l'aumento delle abilità sociali non sono chiaramente delineati. Insegnanti di recitazione, studenti di teatro e attori hanno da lungo tempo parlato di ciò che il teatro e il gioco di ruolo fanno per loro psicologicamente, e gli aneddoti delle aule e le produzioni di gioco sono molti. Ma prove scientifiche forti e ben controllate sono ancora rare.

Cosa significa fornire prove chiare e causali per l'attività X che causa l'esito Y? Senza addentrarci troppo nella metodologia di ricerca e nella filosofia scientifica, la premessa di base è che devi eseguire un esperimento (chiamato Prova di controllo casuale o RCT) in cui:

1. Hai dei bambini coinvolti nell'attività X e li confronta con un'attività strettamente correlata, al fine di isolare l'attività che X sta causando il cambiamento, piuttosto che qualsiasi attività (questa è la parte "di controllo")

2. I bambini coinvolti nell'esperimento non possono scegliere quale di queste attività saranno coinvolte (questa è la parte "casuale")

3. Le persone che gestiscono l'attività non sanno cosa stai cercando di trovare, quindi non possono "insegnare al test"

4. Le persone che fanno i test non sanno cosa stai cercando di trovare, e inoltre non sanno se i bambini che stanno testando stanno facendo attività X o altre attività.

Questo è il gold standard. Probabilmente sembra molto simile ai tipi di studi che senti quando leggi nuovi farmaci o diete. Questo perché lo è. Gli RCT sono l'ultimo modo scientifico per determinare quale input provoca quale output. Senza buone condizioni di controllo e persone che non hanno nozioni preconcette sui risultati di uno studio, è difficile isolare veramente il percorso causale dal punto X al punto Y.

Come recentemente pubblicato sulla rivista Developmental Science, questo è quello che Matthew Lerner della Stony Brook University e io abbiamo deciso di fare. Ho sviluppato un gioco drammatico di otto settimane per fingere un intervento di gioco. Questi giochi erano basati sugli esercizi di improvvisazione di Viola Spolin che sono venuti a costituire le basi dell'improvvisazione moderna (si pensi a Whose Line Anyway, per la folla prescolastica), ma le otto settimane / 24 sessioni includevano anche altre attività di finzione standard, come vestirsi su in Chef's Hats e "fare una torta di compleanno", o fingere di essere una statua e avere un compagno di classe si pone in modi diversi. I bambini sono stati guidati attraverso questi giochi da un leader del gruppo che sapeva come lavorare con i bambini e come guidarli attraverso un compito, ma che non sapevano cosa stavamo studiando o perché. E questi leader di gruppo non hanno solo insegnato i giochi di dramma. Hanno anche insegnato due condizioni di controllo.

Affermare che questi giochi stavano cambiando causalmente le capacità emotive e sociali dei bambini, dobbiamo isolare ciò che era specifico di questi giochi, al di fuori del fatto che i bambini stavano semplicemente spostandosi fisicamente, interagendo con un insegnante, interagendo con l'altro, o pensando a personaggi: tutte cose che i bambini possono fare in molte attività, non solo in drammatici giochi di finzione. Quindi, parallelamente, ho sviluppato due condizioni di controllo per testare insieme ai giochi di dramma. Una condizione di controllo era costruire con blocchi. I bambini di questo gruppo stavano ancora lavorando in un gruppo, muovendosi fisicamente nello spazio, interagendo con un leader di gruppo e lavorando verso un obiettivo. Ma non c'era la fisicalizzazione dei personaggi, nessuna incarnazione di emozioni e stati mentali. La seconda condizione di controllo era leggere storie. I bambini di questo gruppo stavano ancora pensando a narrazioni e personaggi e lavoravano ancora l'uno con l'altro e un leader di gruppo per rispondere alle domande, ma non c'era ancora alcuna incarnazione fisica di personaggi, emozioni o stati mentali.

Per testare gli effetti di questi drammatici giochi di finzione, abbiamo condotto un esperimento in un programma estivo prescolare. Dopo che i loro genitori hanno dato il permesso, un gruppo di bambini di 4 e 5 anni in un programma HeadStart a New York City sono stati assegnati in modo casuale, tramite lotteria, a partecipare a uno dei tre gruppi. I leader del gruppo, formati negli interventi, ma non nei risultati, hanno condotto le 24 sessioni. Un gruppo diverso di assistenti di ricerca di laboratorio, formazione per diventare psicologi clinici, testò i bambini nella settimana prima che iniziasse l'intervento, e poi di nuovo una settimana dopo l'intervento. Nessuno dei capigruppo o degli assistenti di ricerca conosceva gli obiettivi dello studio, anche se, naturalmente, viviamo in una cultura che parla costantemente di risultati educativi e sociali per i bambini, e quali tipi di attività di gioco o di test possono aiutare meglio questi risultati .

Prima che i bambini avessero ricevuto uno qualsiasi degli "interventi" (i diversi tipi di gioco), e poi di nuovo dopo la fine delle 24 sessioni, abbiamo messo alla prova il loro controllo emotivo (quanto bene potevano calmare la propria angoscia di fronte agli altri? angoscia, e quanto spesso hanno riferito di essere travolti dalle loro stesse emozioni), così come dalla loro empatia, aiuto e compassione. Abbiamo scoperto che solo nel gruppo teatrale di finzione drammatica, e non nel gioco a blocchi o nel gruppo temporale, i bambini sono migliorati nel controllo emotivo durante le diciotto settimane. Da questa scoperta e dai metodi che abbiamo usato per scoprirlo, possiamo affermare che si trattava di qualcosa sui giochi di dramma, specifici per incarnare personaggi, emozioni e stati mentali (perché abbiamo provato a controllare per tutto il resto), che ha causato i bambini migliorano nel controllare le loro emozioni travolgenti. È importante sottolineare, tuttavia, che non abbiamo trovato che i bambini nel gruppo teatrale di finzione drammatica hanno migliorato la loro comprensione degli altri, l'empatia o la compassione più che i bambini negli altri gruppi. L'effetto del dramma teatrale drammatico era unico per il controllo emotivo.

Perché questo effetto e perché così specificamente?

Le condizioni di controllo del gioco a blocchi e della storia sono controllate per interagire con un insegnante, interagire con altri bambini e attività orientate agli obiettivi. Storytime ha condiviso un focus sulla narrativa e personaggi con drammatici giochi finti, e ha bloccato il movimento fisico condiviso e lavorato per raggiungere un singolo obiettivo in un gruppo. Unico nel drammatico gruppo del gioco di finzione è stata l'incarnazione. Solo in questo gruppo i bambini incarnavano emozioni, stati mentali, personaggi e obiettivi. Ed è questa incarnazione che può aver insegnato ai bambini come controllare i loro stati emotivi, non a reagire in modo eccessivo o essere sopraffatti dagli altri.

Perché non abbiamo trovato livelli più elevati di empatia o comprensione degli altri?

Molte delle teorie e dei lavori precedenti si sono concentrati sul teatro, sul teatro e fingevano un modo per orientare i bambini verso le altre persone e permettere loro di provare più empatia per gli altri. Non l'abbiamo trovato qui. Una possibilità è che non è qualcosa di specifico sul dramma che aumenta l'empatia. Forse in qualsiasi momento i bambini devono lavorare in gruppo verso un obiettivo, come hanno fatto nei block play e nei giochi di dramma, aumentano l'empatia. O forse è sufficiente conoscere semplicemente le narrazioni e le emozioni, e quindi non c'è stato alcun effetto differenziale tra i giochi di dramma e il tempo della storia.

Ma un'altra possibilità riguarda il gruppo di bambini con cui abbiamo lavorato e gli effetti che abbiamo trovato. Non puoi sentire le emozioni di un'altra persona se ti fa sentire sopraffatto. È difficile avere empatia per gli altri se sei troppo occupato con la tua stessa angoscia. Pertanto, la capacità di controllare e attenuare il proprio stato emotivo è spesso considerata un precursore della capacità di comprendere gli stati emotivi degli altri e provare empatia e simpatia per loro. Se un bambino non è in grado di controllare le proprie emozioni, non sentiranno empatia (e, francamente, neanche gli adulti!).

Quindi è possibile che con questo gruppo di bambini SES bassi, iniziassero con livelli di controllo emotivo inferiori alla media (un'affermazione che richiederebbe un gruppo di bambini SES di alto livello come gruppo di confronto da validare come vero). Ciò che i drammi hanno fatto unicamente, quindi, è aumentare il loro controllo emotivo. Forse se avessimo continuato, avremmo visto in seguito un aumento di empatia e simpatia. Lavora per pensare al futuro!

Come nota finale, non voglio affermare in alcun modo che il motivo per cui i bambini si impegnano in corsi di recitazione o in giochi di finzione è quello di dare loro un migliore controllo emotivo. Questo non è lo scopo del dramma o del gioco. Sono interessato a ciò che il dramma può fare per i bambini, così come le domande fondamentali sul perché esiste (nonostante così tante forze, vincoli finanziari e temporali, che sembrano funzionare contro di esso). Il controllo emotivo può essere un beneficio, per questo gruppo di bambini, ma altri benefici possono emergere a seconda del tipo di attività teatrali, del tipo di bambini e delle esigenze di ciascun gruppo. Questo, penso, è il vero vantaggio e beneficio del dramma e della recitazione. È incredibilmente flessibile. Diverse tecniche, giochi e attività di recitazione possono essere modellate e utilizzate con diverse popolazioni – dal Theatre of the Oppressed techniques per le comunità che si occupano di soggiogamento – al classico addestramento shakespeariano per i prigionieri di lavorare attraverso le questioni dell'espressione emotiva e della rabbia. Stiamo solo iniziando a graffiare scientificamente la superficie di tutte le prestazioni, l'incarnazione del carattere e delle emozioni, e il gioco delle storie può fare.

* Questo lavoro è stato finanziato da una generosa sovvenzione della John Templeton Foundation. Tutte le opinioni espresse nel presente documento sono di proprietà dell'autore.

Si prega di consultare il rapporto scientifico completo qui, o guardare un breve video sulla carta qui.

Solutions Collecting From Web of "Giochi teatrali Aiuta i bambini a ottenere un controllo emotivo"