Ginkgo Biloba per deterioramento cognitivo e demenza

Come funziona Ginkgo

L'estratto di Ginkgo ( Ginkgo biloba ) viene utilizzato in Europa e Nord America per trattare la demenza e altre malattie neurodegenerative. La maggior parte delle preparazioni disponibili in commercio sono standardizzate a due principi attivi: glicosidi e terpenoidi flavoni. Il componente flavonoide è un potente antiossidante e si ritiene abbia un beneficio neuroprotettivo generale. La frazione terpenoide interferisce con le piastrine e aiuta le persone a recuperare dopo un ictus diminuendo il rischio di coaguli di sangue nel cervello e riducendo la morte delle cellule nervose associate a ictus. I costituenti del Ginkgo possono anche inibire la neurotossicità e la morte delle cellule nervose causate dall'ossido nitrico.

Il ginkgo può migliorare il funzionamento cognitivo in adulti non dementi sani e con deficit cognitivi

Due studi controllati con placebo hanno rilevato che un prodotto a base di erbe composto contenente Ginkgo biloba (160 o 320 mg) e Panax ginseng (400 mg) ha prodotto un miglioramento transitorio delle prestazioni di richiamo negli adulti sani. Il funzionamento cognitivo migliorato sembra raggiungere il suo picco circa 6 ore dopo la preparazione delle erbe. I risultati preliminari suggeriscono che la combinazione di Ginkgo con un'altra erba tradizionale cinese ( Codonopsis pilosula ), può migliorare le prestazioni cognitive negli adulti sani più di una delle due sole erbe. Una meta-analisi di 11 studi clinici su estratti ginkgo standardizzati in soggetti anziani con disabilità cognitiva che non soddisfacevano i criteri completi per la demenza suggeriva effetti cognitivi costanti.

Risultati incoerenti per Ginkgo come trattamento della demenza

Revisioni sistematiche precoci di studi controllati randomizzati su ginkgo in demenza hanno concluso che i preparati di ginkgo in dosi comprese tra 120 e 600 mg al giorno da più settimane a 1 anno si traducono in modesti miglioramenti nella memoria, nel funzionamento cognitivo generale e nelle attività della vita quotidiana da lievi a demenza di Alzheimer moderata e demenza multi-infartuale. Tuttavia, una revisione sistematica di tutti gli studi controllati randomizzati pubblicati fino al 2006 sul ginkgo nel trattamento della demenza e altri tipi di deterioramento cognitivo acquisito ha rilevato prove incoerenti , osservando che le prove iniziali erano generalmente piccole o metodologicamente errate, inclusa l'assenza di preparati standardizzati e l'uso di diverse scale di valutazione della demenza tra gli studi. In uno studio di 24 settimane, in doppio cieco controllato con placebo, i pazienti con demenza lieve o moderata sono stati randomizzati a un estratto di ginkgo standardizzato (160 mg al giorno) rispetto all'inibitore della colinesterasi donepezil (5 mg al giorno) o al placebo. A 24 settimane, i pazienti che assumevano ginkgo e donepezil hanno sperimentato miglioramenti equivalenti nelle prestazioni cognitive e nel funzionamento globale. I risultati di uno studio suggeriscono che il tasso di declino cognitivo complessivo è moderatamente rallentato nella demenza grave.

Ginkgo ha problemi di sicurezza legati alle interferenze con la normale coagulazione del sangue

Il ginkgo è generalmente ben tollerato. Lievi effetti collaterali transitori comprendono mal di stomaco, vertigini e mal di testa. Sono stati segnalati casi di sanguinamento spontaneo. Il ginkgo deve essere evitato in soggetti che assumono aspirina o anticoagulanti come il warfarin o l'eparina. I preparati di G. biloba devono essere sospesi almeno 2 settimane prima dell'intervento . G. biloba può causare un aumento degli enzimi epatici, e ci sono segnalazioni di casi di sindrome serotoninergica quando assunti con SSRI.

Solutions Collecting From Web of "Ginkgo Biloba per deterioramento cognitivo e demenza"