Gestire il rischio e il pericolo nelle carriere del 21 ° secolo

"Cosa stavo pensando? Perché non l'ho visto arrivare? "Queste sono domande che spesso ci poniamo quando, guardando indietro," dovremmo averlo conosciuto meglio "." Big Sam "Allardyce, l'ex manager della nazionale inglese di calcio, è una sorpresa esempio di qualcuno che avrebbe dovuto vedere il pericolo delle sue azioni. Il 27 settembre 2016, dopo soli 67 giorni di lavoro, è stato costretto a dimettersi in un presunto scandalo di corruzione. Sicuramente conosceva la follia di essere coinvolto in "affari collaterali" in un lavoro di così alto profilo? Apparentemente no.

Guardando più vicino a casa e riflettendo sulla tua carriera, ti sei mai trovato in una situazione in cui eri sopra la testa senza via d'uscita? Oppure, hai "schivato un proiettile" all'ultimo minuto di fronte a una situazione di lavoro potenzialmente pericolosa? La linea di fondo è che se sei il manager della squadra di calcio inglese o se stai perseguendo un ruolo meno importante, devi prendere il controllo della tua carriera piuttosto che permetterti di controllarti. Fai attenzione alle soluzioni rapide, alle scorciatoie e alle "opportunità d'oro" e, soprattutto, gestisci il potenziale rischio e pericolo, così che a differenza di "Big Sam" non finirai per distruggere ciò che hai lavorato tanto a lungo e duramente.

Ma la gestione del rischio è possibile a fronte di una crescente pressione e di un mercato del lavoro altamente competitivo e imprevedibile? La nostra risposta è che è possibile. Tuttavia, spetta a ciascuno di noi, in quanto individuo, assumere la responsabilità delle nostre "carriere intelligenti" per gestire ciò che ci aspetta. In primo luogo, questo significa applicare ogni aspetto della tua intelligenza a ciò che è accaduto nella tua carriera fino ad ora. Quali rischi e pericoli hai già affrontato? Li hai gestiti in modo efficace? Cosa potresti aver fatto diversamente? Quindi, significa guardare al presente. Quali rischi stai affrontando ora? Da dove vengono? Cosa puoi fare per assicurarti che non abbiano un impatto negativo su di te e sulle persone a cui tieni? A sua volta, c'è il futuro, sia immediato che a lungo termine. Qual è il "profilo di rischio" di ciò che ci attende data la tua attuale carriera?

Un modo per gestire il rischio è di essere sempre fedele a te stesso. Ricorda la famosa frase di Amleto "Questo soprattutto: a te stesso è vero". Stai particolarmente attento a fidarti dei "falsi profeti" che affermano di essere in grado di vedere nel tuo futuro e di spingerti in una direzione che sembra a disagio. Perseguire una carriera intelligente significa affidarsi a te stesso, nonché amici fidati e colleghi, per decidere cosa è giusto per te. Tuttavia, significa anche conoscere te stesso intimamente, essere consapevoli di qualsiasi tendenza a vedere ciò che vuoi vedere piuttosto che ciò che è in realtà di fronte a te.

Ma facciamo una pausa qui … Non stiamo suggerendo che il rischio e il pericolo siano qualcosa da evitare. Piuttosto, sono una parte intrinseca della vita; gli danno "scintillio". Quindi il rischio e il pericolo devono essere riconosciuti, gestiti in modo efficace e accettati. Prendiamo l'esempio di Dominique Browning, che a quanto pare ha fatto tutto bene: ha studiato in due università di alto livello, ha perseguito una carriera di grande successo nel settore dell'editoria, tra cui quella di redattore capo presso la rivista Mirabella e House and Garden . Eppure, un giorno, completamente "di punto in bianco", le fu detto che la rivista che gestiva doveva essere interrotta. Ha dovuto fare le valigie e andarsene entro la fine della settimana. Ma quello che è successo è davvero venuto "di punto in bianco"? Potrebbero esserci stati segnali lungo la strada che lei ha mancato?

Forse il modo migliore per capire la situazione di Dominque è di apprezzare la necessità di essere pienamente consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a te. Dominique potrebbe non essere stata in grado di impedire la chiusura della rivista a cui aveva dedicato tanto tempo e lealtà. Tuttavia, potrebbe essere stata più sensibile al fatto che nulla è permanente. Sembrava essersi dedicata al suo ex datore di lavoro, quando una più "lealtà condizionale" poteva essere stata più saggia. Il leader del Massachusetts Institute of Technology, Edgar Schein, ritiene che si tratti di una "normale evoluzione". Devi assumerti la responsabilità della tua carriera "perché la realtà delle organizzazioni è che non possono prevedere o controllare i percorsi di carriera nel modo in cui erano soliti fare". Ciò che non possono controllare ora dipende da te.

Un ultimo pensiero è che ciò che costituisce il rischio o il pericolo, molto simile alla bellezza, giace negli occhi di chi guarda. Dove potresti vedere qualcosa come ad alto rischio e forse anche pericoloso, altri potrebbero non farlo. Il punto chiave qui è che poche cose sono intrinsecamente rischiose o pericolose. Ciò che è importante è come tu, come individuo, gestirli. Se sei un nuotatore forte che salta nell'oceano è meno rischioso per te che per qualcuno che non ha la tua abilità atletica. Quindi va con la tua carriera. Se conosci i tuoi punti di forza e di debolezza e sei in grado di adattarti e adattarti, c'è meno rischio. In altre parole, se hai un rischio di carriera intelligente e il pericolo deve essere abbracciato, ma alle tue condizioni piuttosto che a quello di qualcun altro.

Solutions Collecting From Web of "Gestire il rischio e il pericolo nelle carriere del 21 ° secolo"