Genitori, bambini e morale

Le responsabilità dei genitori nei confronti dei loro figli sono obbligatorie. Solo in circostanze estreme possono essere legittimamente messi da parte. Un genitore non sceglie di prendersi cura di un bambino nello stesso modo in cui una persona sceglie un amico o sceglie di essere onesto.

L'obbligo di prendersi cura dei bambini è così travolgente da essere quasi fuori discussione, oltre ogni immaginazione, oltre ogni possibilità di scelta. I genitori che non adempiono a questi doveri sono giustamente condannati. I genitori sono moralmente responsabili di provvedere al benessere dei loro figli.

La biologia fornisce l'istinto per la cura dei bambini. Alcuni genitori hanno difetti biologici – una madre si rifiuta di offrire il suo seno, si allontana in depressione o abbandona il bambino agli elementi. In condizioni normali, però, i bambini sono curati. Non hanno bisogno di fare nulla per essere nutriti, puliti e coccolati. I bambini non hanno bisogno di mettersi alla prova per essere degni di essere curati.

La maggior parte delle madri trova adorabili i propri figli. L'attenzione di un genitore deriva naturalmente da sentimenti di empatia, forse più forti nella madre, ma presenti anche in altri adulti che reagiscono ai volti, alle grida e alle risate dei bambini. L'attaccamento e il legame sono necessari per la corretta crescita del bambino, quindi non sorprende che questi impulsi si trovino in profondità e si trovino nella maggior parte dei genitori. Qualcosa non va con un genitore che rifiuta di prendersi cura del bambino, che si allontana da un bambino bisognoso per dedicarsi ad un'indulgenza personale.

Occasionalmente, qualcosa va storto biologicamente, dove il legame tragicamente infantile / adulto non prende piede. La situazione moralmente riprovevole, però, è quando i genitori scelgono di essere negligenti o offensivi e mettono i propri desideri davanti ai bisogni dei propri figli.

La chimica del cervello di un bambino è influenzata dalle cure che riceve. Un'ondata di sostanze chimiche che migliorano la vita viene rilasciata toccando, tenendo e accarezzando. La tenerezza viene come una voce rilassante, una ninna nanna. Un gene che aiuta a regolare lo stress viene rilasciato nel cervello di un bambino quando riceve risposte empatiche. Prodotti chimici simili sono rilasciati nel cervello del caregiver, fornendo piacere nel comportamento alimentare.

Il bambino e il caregiver sono coinvolti in un legame reciprocamente piacevole. La felicità e la moralità non potrebbero essere più vicine di quanto non siano nelle relazioni genitore-figlio.

Solutions Collecting From Web of "Genitori, bambini e morale"