Fort Hood: gli shrink non sono più pazzi, ma meno trattati

Non ho più idea di nessun consumatore dei media riguardo le particolari motivazioni per la follia omicida di Nidal Malik Hasan a Fort Hood ieri, e la furia odierna a Orlando dimostra, ovviamente, che il comportamento violento non ha una descrizione del lavoro. Ma ci sono prove che i fornitori di salute mentale lavorano sotto una paura più grande di stigmatizzazione rispetto al resto di noi.

Questa paura può anche significare che i professionisti della salute mentale hanno meno probabilità di ricevere cure da parte dei laici.

Lo stigma colpisce il trattamento di milioni all'anno. Secondo le statistiche del Dipartimento della salute e dei servizi umani, 44 milioni di americani soffrono di qualche tipo di disturbo mentale in un dato anno. I professionisti della salute mentale, a causa dello stress del loro lavoro, hanno ancora più probabilità di sperimentare depressione e altri disturbi.

La paura dello stigma e della discriminazione significa che circa la metà dei 44 milioni non cerca alcun trattamento. Se sei uno psichiatra o qualsiasi altro fornitore di salute mentale, sei ben consapevole di questi tipi di numeri e atteggiamenti e probabilmente anche meno propensi a cercare un trattamento. Oppure, probabilmente, come dice la Bibbia, prova a guarire te stesso.

Richard Balon, PhD, Wayne State University, ha intervistato 567 psichiatri del Michigan e ha scoperto che il 15,7% si era curato per la depressione, il 43 per cento ha dichiarato di trattarsi per una leggera depressione, e il 7 per cento ha affermato che lo farebbe anche per depressione grave e sensazione suicida.

Un sondaggio simile condotto in Finlandia ha rilevato che i medici erano meno propensi a consultare i professionisti della salute per una vasta gamma di malattie, sia fisiche che psichiatriche.

Apparentemente l'immagine divina che i dottori amano promuovere per se stessi – almeno nell'immaginazione popolare – non ammette le ammissioni di debolezze percepite. Tutti noi restringe e gli operatori sanitari generici hanno l'ulteriore stress di cercare di apparire a prova di proiettile, per così dire.

Questi atteggiamenti appaiono presto nella formazione. Gli studi citati Michael Myers, MD, University of British Columbia indicano che gli studenti di medicina non si fidano nemmeno delle rassicurazioni sull'anonimato dei sondaggi sulla loro salute mentale. Nel complesso, ci può essere una sottostima della malattia mentale tra specialisti medici in tutte le specialità.

Il trattamento che gli psichiatri del Michigan si offrivano era farmaci antidepressivi. È difficile mettersi sul divano. Anche se non sono riuscito a trovare le statistiche per i fornitori non prescrittori – psicologi e assistenti sociali – evitando il trattamento, stimerei che i numeri siano alti anche per loro. Quando i non-prescrittori evitano il trattamento, non ricevono alcun trattamento. (A seconda del punto di vista dei farmaci antidepressivi, questa può essere una buona o una cattiva cosa).

A parte lo stigma generale per la malattia mentale, i professionisti hanno barre specifiche aggiuntive per segnalare un problema.

Nello studio di Balon, il motivo numero uno citato per l'auto-trattamento era il desiderio di mantenere un record di assicurazione per la negligenza pulita, il che dimostra che lo stigma si estende agli aspetti puramente tecnici del fare affari come psichiatra. Un altro problema è che i consigli di licenza contribuiscono alla stigmatizzazione della malattia mentale, anche se autorizzano i professionisti a trattarla. In molti stati, quando richiedi o rinnovi una licenza, ci sono domande specifiche sulla malattia mentale. Se fai scoppiare qualche pillola in sordina, o non riesci a cercare un trattamento, puoi onestamente rispondere a queste domande, ammettendo di non aver cercato un trattamento per una malattia mentale. Ma avere queste domande su una domanda di licenza diventa un'altra barriera al trattamento e pone la malattia mentale allo stesso livello di domande del tipo: "Sei mai stato condannato per un crimine?"

Questo è un problema complesso. Vorremmo identificare coloro che sono vulnerabili e a rischio tra i nostri professionisti psichiatrici per migliorare il loro lavoro e proteggere i loro pazienti. Ma possiamo farlo in modo tale da non ferire le carriere di coloro che stiamo cercando di aiutare?

Balon, R. (2007). "Atteggiamento da psichiatra verso l'auto-trattamento della propria depressione." Psicoterapia e psicosomatica, 76, 306-310.

_____________________________________________________________

Il mio libro, Nasty, Brutish e Long: Adventures in Old Age e World of Eldercare (Avery / Penguin, 2009) offre una prospettiva unica sull'invecchiamento in America. È un resoconto del mio lavoro di psicologo nelle case di cura, la storia dell'assistenza ai miei genitori fragili e anziani – tutto con l'accompagnamento di elucubrazioni sulla mia stessa mortalità. Thomas Lynch, autore di The Undertaking, lo definisce "Un libro per i responsabili politici, gli assistenti sanitari, lo stallo e lo zoppo, il retto e privo di regole: chiunque abbia intenzione di invecchiare".

Solutions Collecting From Web of "Fort Hood: gli shrink non sono più pazzi, ma meno trattati"