Finalmente il baccelliere troverà "The One"?

Ho visto ABC "The Bachelor" (e "The Bachelorette") più volte di quanto voglio ammettere. Come la maggior parte delle persone, in linea di principio mi oppongo alla realtà TV, ma in pratica a volte semplicemente non riesco a farmi cambiare canale. Per coloro che non hanno visto lo spettacolo, ora alla sua 17a stagione, ecco la premessa: un uomo (o una donna) incredibilmente attraente è abbinato a circa venticinque donne (o uomini) incredibilmente attraenti. Quel cuore solitario utilizza quindi più date di gruppo e individuali, petting pesanti, sessioni di paracadutismo in comune e visite per incontrare i genitori al fine di analizzare le scelte e trovare una vera corrispondenza.

In questa stagione Sean, un venditore di assicurazioni di 28 anni del Texas, ha ridotto le sue date a due donne. Presto, sceglierà la sua ragazza numero uno e, se lo spettacolo va come previsto, infilerà un anello di fidanzamento al dito. Quindi, sarà questo?

Sicuramente, con così tanti tra cui scegliere, le probabilità sono che Sean trovi l'amore della sua vita, no? Questa situazione potrebbe sembrare la risposta al sogno di tutti: più scelte in una stanza di quelle che la maggior parte di noi probabilmente avrà in una vita. Ma con ogni probabilità, Sean e la sua nuova fidanzata non troveranno l'amore eterno; meno del 20% delle coppie in questa serie TV sono rimasti insieme per più di alcune settimane dopo la messa in onda del finale.

Perché una formula così perfetta dovrebbe produrre risultati così deludenti? Non dovrebbero più scelte aumentare la probabilità di colpire il chiodo rapporto sulla testa? Una nuova ricerca sulla natura del processo decisionale umano ha rivelato una scoperta sorprendente: più opzioni hai nella vita, più infelice sei. In uno studio (descritto nel libro di Barry Schwartz, The Paradox of Choice: Why More Is Less) alcuni soggetti hanno detto che potevano portare a casa una delle due opere d'arte come dono, mentre agli altri soggetti veniva detto di scegliere una stampa da un dozzina di opzioni artistiche. Più tardi quel giorno, alla domanda su quanto fossero felici con la loro scelta, le persone con solo due immagini tra cui scegliere erano più felici di quelle che avevano dodici scelte. I ricercatori hanno scoperto che i soggetti con più scelte erano infelici perché hanno finito per lasciare l'esperimento con la fastidiosa sensazione di aver perso qualcosa. La ricerca mostra che la stessa cosa vale per i menu dei ristoranti, gli stili di abbigliamento e i colori della vernice: troppe scelte lasciano le persone rimpianti per ciò che non hanno scelto.

Avere scelte non rende felice una persona; accettare le scelte che fa la persona. Uno dei segreti del successo coniugale è la capacità di una persona di riconoscere che una volta che lui o lei si è impegnato a stare con una persona, deve resistere all'impulso di guardarsi attorno per cercare di capire cosa c'è di "meglio" là fuori . Uno dei maggiori rischi di infedeltà è il coniuge che negozi di confronto. Dopo pochi anni (o mesi!) Di matrimonio, i difetti di un partner possono sembrare lampanti e "altre scelte" possono sembrare un sogno che si avvera al confronto. Ma, decidendo di uscire dal matrimonio per qualcosa di meglio, molto probabilmente finirà come un incubo.

Il percorso verso un matrimonio duraturo è accettare il tuo partner come l'unica scelta che hai fatto, e impegnarti a fare di lui o lei l'unica scelta per sempre.

Quindi, Sean, mentre decidi su una donna, e se quella donna decide su di te, ecco alcuni consigli non richiesti: metti subito fuori tutte quelle altre donne dalla tua mente. Se incanalate tutte le vostre energie nell'accettare la vostra nuova fidanzata come una di una (non una delle 25), voi e lei potete semplicemente battere le probabilità e partecipare a un matrimonio che dura una vita.

Solutions Collecting From Web of "Finalmente il baccelliere troverà "The One"?"