Figlie non amate e trigger di vacanza: 5 modi per far fronte

So, entrando, che nessuno dei miei regali si misurerà. Che mi considererò fortunato se non mi abbindoli prima ancora di sederci a cena. Posso solo sperare che si tenga i guanti dai miei figli perché ho già deciso che me ne vado se lo fa. E, se ciò accadrà, sarò incolpato di aver rovinato le vacanze a tutti. Dopotutto, sono presumibilmente il "difficile".

Photograph by Comfreak. Copyright free. Pixabay
Fonte: fotografia di Comfreak. Copyright libero. Pixabay

Accanto alla festa della mamma – che porta con sé un dolore molto speciale – la stagione delle vacanze riempie molti adulti di terrore, soprattutto se il loro rapporto con la madre è stato irto, emotivamente doloroso o addirittura dannoso. È il motto del tifo forzato delle vacanze e tutte quelle fotografie di famiglie sorridenti e felici che fanno provare alla figlia, ancora una volta, che è l'unica ragazza del pianeta la cui madre non la ami. Risveglia il suo senso di vergogna per essere individuato in questo modo, anche se è un'adulta e, di fatto, ha una famiglia tutta sua.

La più benevola delle domande – "Cosa stai facendo per le vacanze?" – riapre vecchie ferite in modi che spesso confondono quando tutti sembrano così ottimisti e felici. Cosa dire quando il tuo collega è entusiasta di volare in fuoristrada per Pittsburgh, nonostante gli inevitabili ritardi e gli inconvenienti aeroportuali di vedere mamma e papà e temere di andare a una cena unica che dura trenta minuti? Come gestisci l'acquisto di un regalo quando sai che tutto ciò che offri sarà rifiutato o deriso, e probabilmente rispetto al presunto regalo perfetto che il tuo fratello ha portato?

Non sono ancora sicuro se ho intenzione di andare da quando non ho davvero superato lo scorso Natale quando, dopo aver elargito regali a mio fratello e mia sorella, tutti splendidamente incartati, mi ha consegnato una busta bianca, dicendo che Ero troppo difficile da acquistare. Dentro c'era una banconota da venti dollari. Ero letteralmente senza parole perché mi sentivo come uno schiaffo. In realtà era uno schiaffo. Devo davvero farlo di nuovo in nome della famiglia?

Se stai ancora provando a gestire la relazione – che molte figlie fanno per molte ragioni – gli script prevedibili che escono con il contatto diretto sono incredibilmente scoraggianti: le repressioni sottili e non così sottili di te e di tutto ciò che riguarda la tua vita; il servile su tua sorella, il preferito di mamma; il modo in cui ti senti marginalizzato e piccolo, ancora una volta.

Poi, c'è il dilemma di cosa dire delle vacanze se non sei andato a contatto con tua madre: rovesci i fagioli e ti armati per avere un aspetto critico o ti chiami le tue risposte, provando vergogna come te? Molte figlie riferiscono che anche con le loro famiglie, sentono un tremendo senso di perdita in questo periodo dell'anno e, a volte, tonnellate di rabbia per l'ingiustizia di tutto ciò. Altri, soprattutto se si trovano soli, cadono preda della vecchia abitudine di auto-biasimo e si chiedono se sia, in realtà, tutta colpa loro.

"Mi piacerebbe mettere tutto il mese di dicembre fino al 2 gennaio con la funzione di chiamata rapida"

Quello era il triste sentimento condiviso da uno dei miei lettori, e so che non è sola. Come gestire lo stress della stagione, indipendentemente da dove ti trovi, cercando ancora di salvare la relazione, cercando di capire come gestirla o non avere contatti? L'approccio migliore consiste nell'identificare i trigger in primo luogo e proporre un piano per far fronte in tempo, in modo da non ridurti a un blob tremolante di reattività. Di seguito è riportato un elenco di fattori scatenanti che la maggior parte delle figlie non amate si troveranno a dover affrontare durante le festività natalizie.

Quella sensazione che tu sia l'unico …

Questo è esattamente ciò che l'eccitazione nella voce del tuo vicino comunica quando descrive le prossime vacanze – l'isolamento che sentivi crescere, pensando che tu fossi l'unico bambino non amato del pianeta, l'unico senza una madre che non voleva altro che vederla figlia felice. Come ho già scritto e sottolineato nel mio nuovo libro Daughter Detox: Recupero da madre non amata e Recupero della tua vita , questa sensazione di essere individuato è quasi altrettanto dannosa della mancanza di amore materno stesso.

Strategie di coping : Riconoscere che questa è una posizione di default e che stai facendo le parole di altre persone in dichiarazioni personali su di te e vedendo che tutte quelle pubblicità per le vacanze – famiglie felici e solidali, bambini attenti – stanno spingendo vecchi bottoni fin dall'infanzia. Disattiva i trigger riconoscendo la loro provenienza e concentrati invece sui positivi nella tua vita adulta. Ricorda a te stesso che si stima che circa il 40% o più di tutti i bambini non soddisfino i loro bisogni emotivi durante l'infanzia; in realtà sei su un treno affollato, in verità. Uno studio suggerisce che invece di contare le tue benedizioni, in realtà le sottrai e ciò ti consente di apprezzare la presenza delle persone buone e le circostanze della tua vita, i piaceri e il conforto che ti danno.

Sentimenti di perdita e cascate di emozioni

Quel senso di esclusione dalla cerchia amorevole della famiglia può essere molto intenso per molte figlie, anche dopo la morte delle loro madri (e dei padri); è controintuitivo, ma anche le figlie che non hanno iniziato alcun contatto possono ancora sentire il dolore di essere spente durante le vacanze. Questa è la natura delle cause scatenanti, naturalmente: risvegliare e riportare in superficie i sentimenti non elaborati. Gestire queste emozioni può essere difficile per molte figlie, specialmente se sono un mix di sentimenti – tristezza con rabbia, per esempio, o disperazione con indignazione.

Strategie di coping : la maggior parte dei bambini non amati ha difficoltà a gestire le emozioni, a prescindere dal sentirsi o dall'essere incapaci di autoregolarsi quando stressati ed emotivamente inondazioni come risultato. Riconoscere i propri deficit è un punto di partenza e lavorare per diventare più efficaci nel gestire i sentimenti forti prima dello stress delle vacanze può essere un punto di svolta. Lavorando sull'etichettatura, quello che senti – distinguendo un'emozione da un'altra – ti aiuterà ad affrontare. Riconoscere la tua reattività e la sua fonte – che è davvero nel passato e non nel presente – può aiutarti a spostare la prospettiva in modo significativo. Pianifica di trascorrere del tempo con persone a cui tieni veramente a cuore e in cui ti senti sicuro e apprezzato, se essere solo ti farà sentire solo.

Se stai vedendo la tua famiglia di origine, sii proattivo

Ricordo ancora la mia speranza – questo è molti, molti anni fa – che in qualche modo, le cose sarebbero cambiate in modo diverso e magicamente e, non sorprendentemente, quelle sensazioni si sarebbero inevitabilmente intensificate mentre le vacanze si avvicinavano. Se stai ancora pensando che ci sia una formula magica che cambierà le cose – forse finalmente dirai la cosa giusta e tua madre ti riconoscerà come la persona amorevole che sei, o la pensosità del tuo dono sarà l'epifania lei ha bisogno – devi capire che ti stai preparando per delusione e dolore. In realtà, il realismo sarà un compagno migliore per te durante le vacanze che un pio desiderio e inoltre, ci sono altri passi da fare prima dell'inizio delle vacanze.

1. Esamina le tue aspettative

Se stai facendo affidamento su un miracolo o una magia, ti stai essenzialmente dando per delusione. Passa un po 'di tempo a pensare alle tue aspettative sul tempo che trascorrerai con la tua famiglia e stabilisci i tuoi obiettivi. Se stai mantenendo questa relazione per il bene dei tuoi figli, tienilo a mente e ricorda che il livello a cui ti impegni dipende da te. Nessuno può spingere i pulsanti se hai già deciso che non glielo permetteresti.

2. Imposta i limiti e atteniti a loro

Non sei più un bambino e hai tutto il diritto di decidere in anticipo ciò che vuoi e non tollererà in termini di comportamento di altre persone. Ciò non significa che tu debba essere scortese, ostile o arrabbiato – anche quando sei da parte di questi comportamenti – ma devi stabilire dei limiti e agire di conseguenza. Puoi uscire da una stanza, se necessario, se sei stato attaccato, dire a qualcuno che si sta comportando in modo inappropriato e lasciare la riunione se necessario. Le vacanze ei legami familiari non danno a nessuno, nemmeno a tua madre, carta bianca per screditarti o cercare di umiliarti. Tienilo a mente. Allo stesso tempo, non permettere a te stesso di essere trascinato o innescato; se necessario, ritira semplicemente e indica le tue ragioni con calma e con educazione.

3. Ricorda che possiedi solo il tuo comportamento, non quello di altre persone

La maggior parte delle famiglie disfunzionali ha script prevedibili – schemi di interazione con ruoli assegnati a varie persone – e si dovrebbe essere chiari su ciò che sono e prepararsi per il loro aspetto. Se la conversazione di solito diventa critica e aguzza e ti è sempre stato assegnato il ruolo di capro espiatorio, è probabile che sia esattamente ciò che si verificherà. Riconoscere questi schemi e capire che non hanno nulla a che fare con chi sei – indipendentemente da quello che potresti aver creduto nell'infanzia o negli ultimi tempi – ti permette di rimanere fuori dalla mischia e ti permetterà di farti vedere al meglio. Ricorda anche che il tipo tossico di gioco – il coinvolgimento di alcune famiglie richiede che tu sia un partecipante attivo; stanno cercando di reagire in modo prevedibile perché è così che si gioca il gioco. Se non entri nella sandbox con loro, anche i più devoti narcisisti si arrenderanno. Non è divertente stare seduti in una sandbox da solo.

4. Scambia i trigger per un po 'di gioia (Davvero …)

Non intendo per te afferrare quegli occhiali color rosa e iniziare a dire a tutti che il Natale è il tuo periodo dell'anno preferito e che ami davvero ascoltare i canti in scatola e gli echi di un Natale bianco in ogni negozio e altrove perché ti portano tanta felicità Ma un modo per scappare dalla stanza dell'infanzia nella tua testa è rendersi conto di quanto sei arrivato da quando eri solito dormire lì ogni notte. Forse la tua vita non è perfetta – di chi è, dopo tutto? – ma, c'è ancora molto da festeggiare. Ecco alcune idee per aiutarti a superare la stagione in un unico pezzo.

5. Utilizzare la visualizzazione nei momenti di stress

Gli studi mostrano che visualizzare un tempo o un luogo in cui ti senti rilassato può influenzare il tuo umore e aiutare a gestire le tue emozioni; lo stesso vale per la visualizzazione di una persona con cui ti senti al sicuro. Praticare la visualizzazione – ad esempio usando una fotografia come suggerimento – rafforzerà le tue capacità di auto-sollievo quando inizi a sentirti teso o sopraffatto. Non si tratta solo di gestire lo stress, ma di lasciarti aperto alle emozioni positive mantenendo l'angoscia sotto controllo.

6. Fai qualcosa di speciale per te stesso

Sì, concediti qualcosa che non faresti nel corso ordinario delle cose. Imparare a fare da mamma e a prendersi cura di se stessi fa parte del recupero e le vacanze sono davvero un buon momento per orientarsi nel futuro. Fai qualcosa che non hai mai fatto prima – come prendere una lezione di barrette, imparare a lavorare a maglia o all'uncinetto, o provare una nuova ricetta – per ricordarti di essere flessibile e capace di crescere.

7. Stabilisci obiettivi di recupero e apprezza i tuoi progressi

Uno dei modi migliori per essere sbloccati è quello di farti muovere in una nuova direzione e fissare obiettivi realizzabili per te è un modo per potenziare i tuoi motori mentali ed emotivi. Gli studi dimostrano che in realtà scrivere i tuoi obiettivi alla vecchia maniera – sì, stiamo parlando di carta e penna – non solo ti motiva più del semplice pensarci, ma anche di chiarire le tue intenzioni. Questi dovrebbero essere obiettivi personali legati al recupero dall'infanzia, come diventare più articolati sui propri bisogni, ridurre i vecchi riflessi della reattività, o porre fine al tentativo di conquistare le persone piacendole. Lascia la perdita di peso e alimenti più sani per il nuovo anno, perché ora è il momento di diventare un miglior custode del tuo giardino interno.

E goditi la tua compagnia e assapora i momenti di gioia. Una volta che inizi a prestare attenzione, potresti essere sorpreso da quanti ce ne sono.

Copyright © 2017 Peg Streep

Solutions Collecting From Web of "Figlie non amate e trigger di vacanza: 5 modi per far fronte"