Fibrofog: Harbinger of Early Alzheimer's Disease?

Non è infrequente che un paziente affetto da fibromialgia mi chieda se il suo "fibrofog", cioè la disfunzione cognitiva vissuta fino all'80% dei pazienti con fibromialgia, sia un allarmante precursore di qualcosa di peggio.

Qualcosa di più definitivo e più devastante per sé e famiglia.

Qualcosa come la demenza. Di solito i pazienti chiamano "Alzheimer".

E immagino che non sia irragionevole per le persone più giovani chiedersi quale tipo di vecchia miseria potrebbe essere in serbo per loro che hanno un momento così difficile in gioventù.

Queste difficoltà con memoria, concentrazione, linguaggio e pensiero, note come fibrofog, sono vissute da pazienti con fibromialgia che sono generalmente sotto i 60 anni di età. È interessante notare che il fibrofog non è insidioso come la maggior parte dei casi di demenza; e in realtà può essere abbastanza drammatico, creando una quantità significativa di disagio in coloro che ne sono colpiti. È come se la mente di qualcuno fosse stata dirottata dal dolore cronico, le vittime vedevano una strada curva che avanzava veloce e che si sta trasformando in un caso precoce di Alzheimer.

Per fortuna, i dati recenti presentati all'ultimo meeting annuale dell'American College of Rheumatology indicano che il paziente con fibromialgia potrebbe non dover aggiungere la paura di una diagnosi precoce di demenza al peso che la diagnosi di fibromialgia da sola porta alla vita di un paziente con dolore cronico .

Uno studio trasversale ha esaminato un gruppo di pazienti con fibromialgia con sintomi di disfunzione cognitiva della durata non superiore a 12 mesi, confrontando questi individui con un altro gruppo di pazienti con fibromialgia che avevano sofferto di sintomi fibrofagi da qualsiasi luogo tra i sette ei 26 anni. I gruppi erano simili in termini di misure di depressione, livello di istruzione e punteggi di scala del vocabolario.

I due gruppi erano anche simili in quanto non erano state rilevate differenze significative su 13 delle 14 misure della funzione neurocognitiva misurate in questo studio, alcune delle quali comprendevano memoria logica, attività associative accoppiate, riconoscimento di simboli numerici, fluidità di lettere, velocità di elaborazione e velocità di parola e test della velocità del colore. Era la misura della scansione spaziale e del sequenziamento cognitivo in cui i pazienti con fibrofog di lunga durata peggioravano rispetto all'altra coorte.

In modo rassicurante, il livello di deterioramento cognitivo nei pazienti con fibromialgia era estremamente basso rispetto ai pazienti di Alzheimer quando misurato rispetto ai mezzi normativi standardizzati per i 14 test neurocognitivi utilizzati nello studio. In realtà, le misure della velocità di elaborazione e della memoria episodica – che sono significativamente influenzate nella malattia di Alzheimer precoce o cosiddetta "pre-clinica" – erano normali in entrambi i gruppi studiati.

Il fibrofog, sembra, non è una condizione di declino cognitivo progressivo. Nessuno sta perdendo la testa, almeno a causa della fibromialgia.

Solutions Collecting From Web of "Fibrofog: Harbinger of Early Alzheimer's Disease?"