Fare miracoli – tu ed io

È successo un miracolo Non globale, come porre fine alla fame o portare la pace nel mondo. Non uno che sarà annunciato nelle notizie, solo uno locale, lasciando due persone molto felici. Quindi il locale è il miracolo, posso darti l'indirizzo esatto: Lincoln Street, Gerusalemme, Israele. È qui che vive mia madre, la meravigliosa vecchia signora con i problemi agli occhi di cui parla solo lei. Ma i miracoli accadono e questo è iniziato quando il migliore amico di mia madre, il cui nome ebraico è l'equivalente di Joy, si è unito a una comunità di pensionati. Alcune settimane dopo, mia madre, che in precedenza non ne aveva sentito parlare, si iscrisse a quello che ho chiamato "campo estivo" – ha passato cinque giorni di prova in quella comunità di pensionati, decidendo se voleva unirsi a loro presto. E il ragazzo era lei il campeggiatore felice. Lei e Joy e alcuni altri amici (o "ragazze" come li chiama mia madre) condividevano i pasti, guardavano un documentario su un certo presidente, facevano una passeggiata serale e prendevano una lezione di danza del ventre insieme (dopo tutto , Medio Oriente). Invece di raccontarmi le seccature di applicare numerosi colliri ogni giorno, mia madre era piena di favole pettegolezzi. Come quando, nell'ascensore, dopo il documentario, ha commesso l'errore di rivolgersi alla coppia che le andava incontro dicendo "a questo presidente piacevano le donne." La donna dell'ascensore rispose rivolgendosi a suo marito, dicendo "anche tu A me piacevano le donne. "Ahi, a suo marito non piaceva. "Lo fermerai già?" Chiese a sua moglie. Per fortuna arrivarono al loro piano, e sputò una "buona notte, signora", da mia madre, prima di seguire ostinatamente la moglie, che era amareggiata. Una storia succosa, da parte di mia madre ?!
Chi sei, voglio chiedere a questa signora, non esattamente più giovane, ma decisamente meno vecchia, piena di eccitazione e piccole avventure. Chi sei, e che cosa hai fatto con mia madre, che conosce tutti gli oftalmologi in città, e che ultimamente è stata così sottomessa? Solo che conosco già la risposta.
Paul Gaist, PhD, MPH, professore a contratto presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, non conosce mia madre, ma anche lui conosce la risposta. È l'editore del libro "Accendere il potere della comunità: il ruolo dei CBO e delle ONG nella salute pubblica globale", che è stato appena pubblicato da Springer Publishing House (NY, NY). E la risposta è che le comunità sono una potente fonte di salute e forza, in tutto il mondo. Questo nuovo libro dimostra come in un momento di sfide senza precedenti – crisi economiche, disuguaglianze sociali, fattori di stress ambientali, emergenti minacce per la salute – le ONG e le organizzazioni basate sulla comunità stanno guidando il cambiamento, spesso sono i primi a richiamare l'attenzione sui problemi e a creare sempre più significativi e sostenibili soluzioni “.
Con mia madre, il problema era la solitudine, la mancanza di senso di appartenenza e, per la maggior parte della giornata, non avere nessuno con cui parlare. Comunità, circondati da persone della sua età, che condividono i suoi interessi e hanno il tempo di partecipare insieme a numerose attività su misura per i loro bisogni.
Ma le comunità vanno oltre il semplice essere lì per te. Ad esempio, le organizzazioni della società civile (OSC) che costituiscono il movimento per la salute ambientale forniscono intuizioni, lezioni e risorse che sono utili agli operatori e ai responsabili politici nel collaborare con le organizzazioni della società civile ambientali per raggiungere gli obiettivi di salute.
Altri esempi commoventi includono organizzazioni basate sulla fede, come il Comitato centrale mennonita, con lo scopo di promuovere assistenza, sviluppo e pace e dare priorità ai progetti di HIV / AIDS e sicurezza alimentare. Queste sono persone che si uniscono per combattere la buona battaglia, per il loro stesso bene, e per il bene di altre comunità più deboli.
La cosa veramente bella, che viene raramente menzionata, è che l'atto stesso di dare, restituisce, in quanto rende più felice la persona che dà, non solo il ricevente. I lettori del libro di Gaist potrebbero saperlo, come fa mia madre. È stata così preoccupata per Joy, che è stata recentemente sconvolta, che dimentica di lamentarsi del suo collirio. La comunità, vedi, gira il cerchio, lasciando tutti non solo connessi, ma miracolosamente più forti, essendo stati imbevuti del potere di più di uno.

Per ulteriori informazioni sul libro del Dr. Gaist, "Accendere il potere della comunità: il ruolo dei CBO e delle ONG nella salute pubblica globale", vedi: http://www.springer.com/public+health/book/978-0-387 -98.156-7