Famiglie frantumate: le tre fasi della sofferenza

Blogger ospite: Magaret Altman MSW

Nella storia della salute mentale c'è stata una mancanza di attenzione al processo emotivo e fisico che una famiglia sopravvive mentre osserva e cerca di aiutare una persona cara malata di mente. Questo processo è traumatico che distrugge il nucleo vitale della famiglia e lascia la devastazione nella sua scia. Ogni membro della famiglia e il quadro coeso del sistema familiare sono influenzati dal deterioramento della persona amata e dal sistema di salute mentale che fallisce come opportunità di trattamento, come rete di sicurezza e come risorsa sociale / psicologica. Le esperienze traumatiche in corso sulla famiglia hanno effetto su genitori, nonni, fratelli, cugini e bambini che non sono ancora abbastanza maturi per capire cosa abbia distrutto la famiglia e creato il caos e la rovina sul suo cammino.

Il campo dell'epigenesi ci informa che lo stress e il trauma influiscono sul nucleo genetico del nostro essere e che i cambiamenti genetici vengono tramandati attraverso le generazioni. Questo fatto scientifico ci desta l'impatto duraturo che vive con lo stress, e il dolore emotivo avrà sulle generazioni future. Il trauma, come ora sappiamo, non solo terrorizza o ci terrorizza, ma ci costringe anche a fare profondi adattamenti biologici su come funziona il nostro cervello e questo influenza il pensiero, il processo decisionale e la pianificazione. Quando il cervello rileva gravi minacce alla sopravvivenza fisica, stressanti traumatici come gravi incidenti, disastri, violenze, abusi o tradimenti, il sistema di allarme nel cervello viene attivato e letteralmente dirotta il resto delle operazioni del cervello per mettere tutti i sistemi in modalità di emergenza finché la minaccia non viene scappata o superata. Il trauma familiare ha implicazioni emotive, fisiche e sociali di lunga durata ed è diventato un problema che la nostra società non può più ignorare.

Riforma della salute mentale nei domini di; accesso alle cure, identificazione delle persone che hanno bisogno ma che non possono accettare aiuto, portare le famiglie nel gruppo di trattamento e applicare tutti i metodi di trattamento efficaci è la chiave per alleviare la sofferenza di una moltitudine di persone.

Questo articolo delinea le 3 fasi principali di Family Trauma (Seeing, Searching, Securing) con il contributo di familiari che hanno scritto delle loro esperienze vissute. Le loro voci ed espressioni saranno disponibili in un film "Shattered Families" prodotto dal Dr. Stephen Seager.

1 Vedendo il deterioramento "Nessuno capisce come gli altri genitori. Nessuno"

Guardare una spirale amata in confusione, isolamento, comportamenti dannosi e paranoia è un'esperienza emotivamente traumatica per un membro della famiglia. Molte delle gravi malattie mentali come la schizofrenia, il disturbo bipolare e la depressione maggiore sono caratterizzate da comportamenti che possono iniziare nell'infanzia ma non vengono diagnosticati fino all'adolescenza e alla prima età adulta, anche se la tendenza attuale è quella di una diagnosi precoce. L'espressione dei sintomi; allucinazioni, delusioni, paranoia, comportamento imprevedibile possono essere presi come acting-out adolescenti all'inizio o come comportamenti legati alla droga / alcol e le famiglie sono spesso in modalità di osservazione iper-consapevoli mentre il problema inizia ad aumentare. Molti genitori tentano, inizialmente, di mitigare la situazione da soli coccolando l'individuo o semplicemente lasciandoli soli. Guardano e aspettano e alcuni negano per un po 'la natura critica del deterioramento. Questo è un momento stressante per la famiglia che spera che le cose tornino alla "normalità". Presto diventa chiaro che la situazione è diventata drammatica. Ci sono discussioni rabbiose tra i genitori, i fratelli vengono ignorati, i bambini sono in modalità di chiusura o recitano, la famiglia inizia a dividersi mentre i membri della famiglia si oppongono a ciò che sta accadendo. La struttura coesa della famiglia è indebolita dal momento che ogni membro lotta per dare un senso al comportamento di cui è testimone e non sono sicuri di cosa fare. Mentre stanno in piedi in una posizione indifesa, altre persone potrebbero intromettersi con commenti e suggerimenti. C'è vergogna e imbarazzo insieme a paura e rabbia.

Una madre parla "C'è un senso di impotenza, allarme e paura quando la persona non risponde al tuo contatto e ai tuoi sforzi viene risposto con rabbia e sospetto. Sai che qualcosa è terribilmente sbagliato e in questa fase, senza informazioni, tutto ciò che puoi fare è cercare di entrare in contatto e osservare il processo spaventoso. "

Un padre parla "Non era più il ragazzo che conosceva – il bambino spensierato con la zazzera nera che preferiva giocare con le pentole e le padelle della famiglia rispetto ai suoi giocattoli. Era qualcun altro. "

La fase del "vedere" spesso culmina con una crisi che spinge la famiglia in attività frenetica.

Da una nonna di 76 anni "In questa particolare mattina, M non ha sorriso indietro. La sua faccia era piatta ei suoi occhi erano pietrosi e iniziò a parlare con voce profonda in un linguaggio bizzarro che mi confondeva. M poi si avvicinò al mio letto, brandì uno dei miei bastoncini metallici e mi colpì in testa con esso. Ho urlato e ho cercato di alzarmi, ma le mie gambe sono fallite e sono caduto a terra.

Mentre giacevo, M mi colpiva ancora e ancora nella testa, continuando a parlare nella sua strana lingua. Ricordo che alzai le mani per proteggermi, ma M continuò imperterrita: mi picchiò finché le mie dita si ruppero e il letto bianco, le pareti bianche, il soffitto a volta bianco erano schizzati di sangue.

1 Ricerca di aiuto

Questa è una fase molto dirompente per le famiglie che hanno avuto una realtà che li ha colpiti duramente e sanno che i loro cari hanno bisogno di cure urgenti. Il sistema familiare rimane spesso in tumulto; diviso sull'esistenza di un problema critico e / o cosa fare al riguardo. Come vedremo nelle storie sottostanti, alcuni membri continuano a negare la gravità persino dell'esistenza di un problema a causa dello stigma legato alla malattia mentale e alla loro convinzione che l'amore vincerà tutti i problemi. Altri iniziano un corso frustrante di contatto con medici, agenzie, linee di punta, altri parenti e si trovano faccia a faccia con barriere impenetrabili. Gli ostacoli per ottenere aiuto sono enormi. Iniziano con l'individuo che non crede che lui o lei abbia bisogno di assistenza e i professionisti che potrebbero aver incontrato la persona e non possono fornire informazioni a causa di vincoli legali. E poi i muri continuano a crescere ei membri della famiglia diventano disperati, arrabbiati e molto depressi. L'abuso è cumulativo e lo stress di solito provoca insonnia, stanchezza e altri sintomi fisici che sono duraturi. Leggiamo le descrizioni di genitori, fratelli e altri che sono in un ciclo di dolore e che sperimentano il sistema di salute mentale rotto; incapacità di ottenere informazioni vitali, la mancanza di letti d'ospedale e le leggi che rendono difficile l'impegno involontario, i soggiorni terribilmente brevi in ​​ospedale e la mancanza di programmi di trattamento per monitorare l'assistenza ai pazienti.

Durante questo tragico processo, la persona amata dalla mente continua a deteriorarsi, davanti agli occhi delle famiglie, in una casa dove regna il caos e i genitori hanno completamente perso il controllo.

Un fratello parla "Ho mandato via e-mail il suo dottore molte volte, un noto psichiatra e professore in un'università di livello mondiale. Di solito non c'era nessuna risposta. Quando ci fu, fu solo una breve affermazione: "non ha ancora il permesso di parlare con nessuno".

Una madre parla "Lei divenne sempre più delirante e paranoica. Ho mandato molte volte il suo dottore, un noto psichiatra e professore in un'università di livello mondiale. Di solito non c'era nessuna risposta. Praticamente questo regolamento dice ai suoi cari che, "Mi dispiace, ma tuo figlio deve morire o tuo fratello deve morire, o tua sorella deve morire, o tua madre deve morire, o i tuoi nonni devono morire, prima che possiamo avere la tua famiglia membro il trattamento di cui hanno bisogno ", ha detto. "Voglio dire, ha senso?"

Le chiamate alla squadra di crisi sono inutili In più di 20 altre occasioni, dal conteggio di una madre, alla famiglia fu detto dallo staff di intervento di crisi che non valeva la pena spingere per un impegno o che suo figlio non soddisfaceva i criteri

Da una sorella "All'improvviso esplose in me dopo ore di allattamento un leggero percepito. Il suo cervello le dice cose che non sono vere, quindi non agisce sempre correttamente. Lei non può farci niente e lei ci ama. "Non ha ancora il permesso di parlare con nessuno."

La famiglia esiste in uno stato di paura "Vivere nella paura; Disse che non capivano cosa stava succedendo e che se si fossero messi sulla sua strada lui "si sarebbe fatto saltare la testa".

Una madre sta tremando dal terrore "Ho pianto nella sala d'aspetto. L'accumulo di un anno di angoscia e stress era ora aggravato da una nuova realizzazione per lei: non mi sentivo più sicuro di vivere con suo figlio ".

La persona malata di mente parla per favore manda la polizia a spararmi ".

Un padre spiega che i brevi soggiorni in ospedale non sono efficaci; "In base alla legge sull'impegno involontario della Pennsylvania, un ospedale deve rilasciare una persona quando non è più considerata un pericolo per sé o per gli altri e il personale medico giudica quella persona che può essere inserita nel" meno restrittivo "setting per ottenere un trattamento. Praticamente questo regolamento dice ai suoi cari che, "Mi dispiace, ma tuo marito deve morire o tuo fratello deve morire, o tua sorella deve morire, o tua madre deve morire, o i tuoi nonni devono morire, prima che possiamo avere la tua famiglia membro il trattamento di cui hanno bisogno ", ha detto. "Voglio dire, ha senso?"

Il comportamento della persona malata di mente passa attraverso il comportamento criminale mentre la famiglia cerca un trattamento. Un giorno, dopo aver ascoltato una canzone suonare su una stazione radio locale, Michael lo interpretò come un messaggio di Dio di andare in città e trovarla. La donna ha subito presentato un ordine restrittivo contro di lui e Michael è stato licenziato dalla Taverna Kutztown.

C'è prigione e prigione come la persona si trasforma in paranoia e delusioni. Si stima che il 56 percento dei prigionieri statali, il 45 percento dei prigionieri federali e il 64 percento dei detenuti abbiano un problema di salute mentale.

Da una madre Mio figlio è stato ammanettato, vestito con una tuta bianca, a mio figlio è stato mostrato essere condotto da un agente di polizia nel tribunale della contea di Berks a Reading. Mentre camminava, la sua testa ciondolava da una parte all'altra ei suoi occhi erano svogliati – come se fosse in trance. Guardando a malapena la telecamera, alzò il dito medio nella sua direzione. A causa della mancanza di posti letto gratuiti nell'ospedale statale di Wernersville, ha aspettato un mese in più nella prigione della contea di Berks prima che potesse essere trasferito.

Quando i tentativi di ottenere un aiuto falliscono e la persona amata affronta la vita nelle strade o un ciclo di prigione, ospedali e morte, la famiglia rimetterà la persona a casa. Ci sono molti programmi per quelli con problemi di droga e alcol ma pochi per i malati mentali. L'agenzia governativa; SAMSHA ha privilegiato i finanziamenti per programmi ad alto funzionamento e per droga e alcol e finanziamenti limitati per i programmi di malattia mentale.

Genitori e nonni verranno in soccorso, spesso mettendo a rischio la loro salute, le loro vite e le loro relazioni. La famiglia si sposta in una modalità protettiva cercando di tenere lontane le persone, ridurre le interferenze, creare un'atmosfera calma e amorevole. Ma vivono in stati di costante paura e disperazione.

1 Proteggere e proteggere l'amato

Nel tentativo di mantenere un posto sicuro per il familiare malato di mente, molti hanno deciso che chiamare la polizia è pericoloso. Per i genitori di bambini con malattie mentali, questo scenario è roba da incubi. Molti di questi genitori – spesso ancora custodi per i loro figli adulti – sono riluttanti a chiamare il 911 nella paura che un ufficiale mal addestrato aumenti l'emergenza per la salute mentale in un crimine. Ma di fronte a bambini violenti o autolesionisti e alla mancanza di servizi di supporto, spesso scoprono di non avere altre opzioni.

Per i genitori di bambini con malattie mentali, chiamare la polizia per chiedere aiuto quando un bambino diventa violento o agitato può trasformarsi in un incubo.

Una narrazione dalla descrizione dei genitori; Il 12 novembre dello scorso anno, T, 37 anni, ha lasciato la casa che ha condiviso con sua madre e sua figlia adolescente in nient'altro che una camicia da notte per la seconda volta quella notte. Sapendo che A-diagnosticata con disturbo bipolare e schizofrenia – era a piedi nudi e fuori a temperature vicine allo zero, la sua famiglia ha chiamato la polizia per chiedere aiuto nel riportarla indietro.

Entro un'ora dalla loro chiamata, A sarebbe morto, come risultato di essere trattenuto fisicamente dagli agenti della polizia di Cleveland. Sebbene A non fosse né armata, violenta, ubriaca, né sospettata di attività criminale, secondo la causa di morte ingiusta presentata dalla sua famiglia contro la città di Cleveland, fu sbattuta sul marciapiede, e la sua faccia si spinse sul pavimento, prima che lei è stato ammanettato e lasciato incosciente e seminudo per strada.

Per i genitori di bambini con malattie mentali, questo scenario è roba da incubi. Molti di questi genitori – spesso ancora custodi per i loro figli adulti – sono riluttanti a chiamare il 911 nella paura che un ufficiale mal addestrato aumenti l'emergenza per la salute mentale in un crimine. Ma di fronte a bambini violenti o autolesionisti e alla mancanza di servizi di supporto, spesso scoprono di non avere altre opzioni.

Da una madre Si diceva che il figlio schizofrenico fosse "accusato alla polizia" dopo aver chiamato il 911. "Fu un rapido bombardamento, boom, boom, boom. Non ho sentito nessun avvertimento ", riferisce.

"Cosa c'è che non va in voi ragazzi?" Disse suo figlio dopo che gli avevano sparato – che, secondo i testimoni, erano le ultime parole morenti di suo figlio.

Mentre la famiglia cerca di proteggere e proteggere la loro amata, a sua volta, diventano più isolati e timorosi. Alcune famiglie accumulano armi e altre rimangono dietro porte bloccate che raramente si avventurano all'esterno. I bambini sono confusi e socialmente isolati, spesso con scarso rendimento scolastico. Hanno imparato a non parlare della situazione a casa e raramente si rivolgono all'attenzione degli insegnanti perché rimangono in uno stato di chiusura.

Come un ciottolo gettato in uno stagno, le increspature del trauma si espandono verso l'esterno mentre la pietra sprofonda nel fango. Mentre leggi questo articolo, riconosci le famiglie che stanno parlando? Forse la tua famiglia sta vivendo questi eventi traumatici, o il tuo vicino? Non è mai così lontano che possiamo, se ci prendiamo cura delle persone responsabili, che rimangano nascoste e che il dolore continui senza sosta.

M. Altman MSW margiealtman@yahoo.com

stephen seager
Si prega di inserire la didascalia qui.
Fonte: mareggiatore di stephen

Solutions Collecting From Web of "Famiglie frantumate: le tre fasi della sofferenza"