Fame: è tutto nella tua testa

S.McQuillan
Fonte: S.McQuillan

La vera fame è guidata da diversi sistemi biologici nel tuo corpo. Nel cervello, i segnali di fame e pienezza provengono da due centri nervosi all'interno dell'ipotalamo che aiutano a controllare il comportamento alimentare: l'ipotalamo laterale e l'ipotalamo ventromediale. L'ipotalamo laterale risponde a qualsiasi stimolazione interna o esterna che ti fa sentire affamato. Una volta mangiato, l'ipotalamo ventromediale invia segnali che ti dicono quando ti senti pieno e hai abbastanza cibo.

Per sviluppare le tue intuizioni alimentari, è importante ascoltare entrambi. Ecco come funziona:

Ti senti affamato. ->

Tu mangi. ->

Il livello di zucchero nel sangue sale. ->

Viene stimolato il centro di alimentazione nel cervello (l'ipotalamo ventromediale). ->

Ti senti pieno. ->

Smetti di mangiare. ->

Le tue gocce di zucchero nel sangue. ->

Il centro di alimentazione nel cervello (l'ipotalamo laterale) viene stimolato ->

e il ciclo continua.

Il tuo cervello lavora con il tuo stomaco, che contribuisce alla sensazione di pienezza usando quella che viene chiamata "memoria muscolare". La parete dello stomaco è usata per contenere una certa quantità di cibo prima che si dilati abbastanza da inviare segnali di pienezza al tuo cervello. Quando mangi, lo stomaco aspetta di essere riempito dalla stessa quantità di cibo. Se stai cercando di rompere l'abitudine di mangiare troppo, vorrai riqualificare la memoria muscolare dello stomaco in modo che inizi a inviare segnali "I'm full" al tuo cervello molto più rapidamente, quando c'è meno cibo nello stomaco. Lo fai imparando a stare lontano dagli estremi della fame famelica e della pienezza a disagio. Mangia quando inizi a sentirti affamato e smetti di mangiare quando ti senti confortevolmente soddisfatto, appena prima di sentirti completamente sazio.

Quando sei veramente affamato, inizierai a ricevere segnali riconoscibili della fame, come un sentimento doloroso, vuoto o brontolio nello stomaco. Se aspetti troppo tempo per mangiare, potresti avere mal di testa o sentirti debole, stanco o con le vertigini. Per la maggior parte delle persone, il miglior consiglio è quello di mangiare pasti equilibrati ogni volta che inizi a sentirti veramente affamato, ma a non più di quattro ore di distanza

Ci vuole tempo ed è solo uno dei tanti strumenti importanti per la manutenzione del peso, ma quando pratichi questo tipo di alimentazione consapevole o intuitiva, stai permettendo ai sistemi di regolazione integrati nel tuo cervello e nello stomaco di tornare ai loro ritmi naturali e riconnettersi con la capacità innata del tuo corpo di mantenere un peso sano.

Solutions Collecting From Web of "Fame: è tutto nella tua testa"