Facebook e il tuo cervello

Facebook addict

Non hai bisogno di uno psichiatra per dirti che il mondo è impazzito su Facebook. Il clamore incredibile dell'offerta pubblica di questo mese ci ha mostrato che, come hanno fatto gli oltre 900 milioni di persone che usano Facebook almeno una volta al mese. Ecco una rapida occhiata a qualche chimica del cervello per spiegare perché.

Alcuni dicono che l'informazione interna è il carburante che guida Wall Street. Bene, la droga interna su Facebook è la dopamina, una sostanza chimica organica rilasciata nel cervello e associata a sentimenti piacevoli.

Quando guardiamo un viso attraente, la dopamina viene rilasciata nello stesso percorso di ricompensa che viene stimolato quando mangiamo cibo delizioso, guadagna denaro, fai sesso o usi cocaina. Pubblichiamo tutte le nostre migliori foto su Facebook e selezioniamo attentamente la nostra immagine del profilo per dare il benvenuto agli amici nella nostra pagina. Gli utenti possono fare clic e sentire la fretta ogni volta che vogliono.

Naturalmente, anche storie tristi o momenti provanti sono condivisi, ma l'obiettivo è di indurre gli spettatori a secernere ossitocina, l '"ormone dell'amore", e ottenere il loro aiuto. Sentirsi supportati durante i periodi di crisi aiuta a mitigare il dolore causato dal rilascio di cortisolo, l'ormone dello stress. Facebook imbroglia il nostro cervello facendoci credere che i nostri cari ci circondano, il che storicamente era essenziale per la nostra sopravvivenza. Il cervello umano, perché si è evoluto migliaia di anni prima della fotografia, fallisce a molti livelli per riconoscere la differenza tra immagini e persone.

Oxytocin at work

Dal 2004 sono stati creati oltre 125 miliardi di connessioni di amicizia su Facebook. Con due miliardi di "mi piace" al giorno e un miliardo di commenti, Facebook stimola il rilascio di carichi di dopamina e offre una cura efficace alla solitudine.

La novità innesca anche questi prodotti chimici "buoni". Facebook ha conquistato il mercato con queste risposte chimiche con 300 milioni di nuovi post ogni giorno. E come se non bastasse, hanno aggiunto giochi, e ora i 100 milioni di utenti possono rilasciare dopamina ogni volta che giocano. Non dimenticare la funzione di invito promettendoci più dopamina e ossitocina mentre anticipiamo i bei tempi con i nostri amici.

Scavando più a fondo nel meccanismo, troviamo i neuroni specchio nel cervello che vengono attivati ​​quando vediamo qualcuno esprimere emozioni o impegnarsi in attività. Questi neuroni sono responsabili dei sentimenti di empatia e dell'apprendimento imitativo. Quando vedi volti sorridenti, i tuoi neuroni specchio ti sorrideranno senza nemmeno sapere perché. Le emozioni sono contagiose e Facebook è un focolaio di emozioni positive che ci invitano a tornare per di più. Quindi, lo facciamo.

La dopamina e l'ossitocina sono cose potenti, e nessuno oltre a Facebook ha capito come offrirle al pubblico in modo abbastanza efficace.

  • I baby boomer vivono più a lungo che mai, in modo ambivalente
  • Come condividere le false notizie minaccia la nostra democrazia
  • Sentirsi bene? Cosa fa fluire i buoni sentimenti?
  • Come sopravvivere al tuo stress di pianificazione del matrimonio
  • Un'idea subdolo per la prossima riunione del personale
  • Il dono sorprendente della gratitudine
  • 5 modi per smettere di dare alle persone negative troppa energia
  • Dolore, paura e morte documentati presso l'impianto di riproduzione delle scimmie
  • Il miglior sesso tra i genitori può significare più bambini resistenti
  • Assicurazione sanitaria non assicurativa
  • Coffee evoca il tuo cervello. . . o no?
  • 10 "cattive" abitudini che a volte possono essere buone per te
  • Il futuro del grasso
  • Sono stato punito?
  • Quale è più facile - essere un genio o essere ritardato?
  • Trauma sessuale, stupro, PTSD e suicidio, parte 2
  • #WeBelieveYou
  • Come scegliere un partner desiderabile ed evitare una scelta sbagliata
  • Il potere delle routine nella tua salute mentale
  • La bellezza nella malattia mentale
  • 4 strategie basate sulla scienza per superare un ex
  • Addio, Tim
  • The Downside of Perfection: 7 Tratti da domare
  • Amore e comprensione: puoi averne uno senza l'altro?
  • 5 consigli per disintossicare il tuo posto di lavoro
  • I genitori possono aiutare gli studenti universitari troppo?
  • La mente di un dittatore
  • Cinque approcci gestionali alla prevenzione della violenza sul posto di lavoro
  • Teso? Quattro tecniche per rilassarsi in movimento
  • Zee Drugs
  • La crisi della paternità
  • Concorrenza, paranoia e cannibalismo
  • Come la paura ha distrutto una carriera
  • Sei sveglio ma non puoi muoverti
  • #rednoseday: la salute mentale è equità sociale!
  • Perché dovremmo perdonare?