Eye of the Beholder: The Brain Sabotaging Love

Purchased by UCLA from Shutterstock for Dr. Gordon
Fonte: acquistata da UCLA da Shutterstock per il Dr. Gordon

Hai mai pensato che potrebbe essere il modo in cui funziona il tuo cervello che ti impedisce di trovare il vero amore o relazioni salutari? Crediamo erroneamente che le nostre opinioni e giudizi siano basati sul pensiero razionale e sull'obiettività. In realtà, le nostre opinioni sono il risultato del nostro cervello che presta attenzione selettivamente a cose che confermano le nostre convinzioni e ignorano quelli che non lo fanno. [1-6]

Hai mai pensato di acquistare un tipo specifico di giacca? Poi all'improvviso inizi a vederlo ovunque. Quante volte hai detto o pensato ", ho visto così e così indossarne uno in un film, su un cartellone pubblicitario e in una rivista. L'universo mi stava inviando un segno. "L'universo non si trova nel settore dell'invio dei segni. Stavi vivendo l'illusione della frequenza. In un dato giorno, il tuo cervello acquisisce molte più informazioni di quelle che deve ricordare. Vedi molte persone che indossano giacche, nei film e negli annunci. Non ti ricordi di tutti loro perché la tua memoria si sarebbe impantanata con informazioni inutili se ricordavi tutto ciò che vedevi. Quindi ricordiamo solo ciò che è rilevante [7-9] Se stai pensando di acquistare una giacca specifica, quella giacca diventa rilevante. Non lo vedi più di quanto faresti se non stessi pensando di comprarlo, o più di una giacca che non stai considerando di acquistare. Lo stai solo notando di più, il che crea l'illusione della frequenza. [10-14]

purchased by UCLA from Shutterstock for Dr. Gordon
Fonte: acquistata dall'UCLA da Shutterstock per il Dr. Gordon

Quando l'illusione della frequenza passa dall'essere un fenomeno passivo a una ricerca attiva, si verifica un errore di conferma. La distorsione di conferma filtra la realtà per soddisfare le tue aspettative prestando selettivamente attenzione alle cose che confermano le tue aspettative. [1-3, 6, 15-18] Questo è problematico quando ci induce a smettere di indagare sulla vita e a cercare la verità. Gli esempi includono giornalisti che riportano in modo selettivo fatti o scienziati che compromettono l'integrità dei paradigmi di ricerca per ottenere risultati che confermino le loro aspettative. [19, 20]

Al contrario, opinionisti politici e analisti sportivi dipendono da pregiudizi di conferma per guadagnarsi da vivere. La verità non è importante dove sono interessati perché il pubblico non li guarda per informazioni, ma conferma di cose che già credono. Amiamo i sapientoni e gli analisti che filtrano le informazioni in base al nostro sistema di credenze e odiano quelli che non lo fanno. [2, 3, 15, 16]

In che modo la bias di conferma influenza l'amore e le relazioni? Bene, se credi che le belle donne siano cercatori d'oro e una luce si accenda nella loro gola quando aprono la bocca, presterai attenzione alle prove a sostegno solo di quell'aspettativa. Se credi di aver bisogno di un particolare tipo di uomo o donna per essere felice, noterai solo le cose su quel tipo di uomo o donna che ti rendono felice. [2, 21]

Se credi che non potresti mai innamorarti di una persona diversa da una religione, razza, background educativo, origine nazionale o che è dello stesso sesso o di un altro sesso di quanto tu non sia [22-28] – non ricorderai mille ragioni che ti suggeriscono di ricordare e ricordare le poche ragioni che non puoi.

Se credi che non sei abbastanza bravo, o abbastanza bello per qualcuno – allora troverai ogni ragione per non esserlo, e non noterai mai le ragioni per cui sei. [29-32] Inoltre, presterai attenzione a ogni cosa che fanno ciò che conferma quell'aspettativa, e non ricorderai le cose in contrario. Se credi che non ti meriti la felicità, passerai dalla felicità per avvicinarti al dolore, senza mai ricordare le prove della precedente, o la prova dimentica di quest'ultima. Se la società ti dice di venire dal nulla perché sei cresciuto povero, imparerai a non vedere nulla ea ignorare tutto. [31-38]

Cercare di sopravvivere sotto il carico cognitivo del nostro mondo complesso è quasi insopportabile per il vecchio cervello. Calcola costantemente trilioni di comandi. [39, 40] Pertanto, cambiando le sue aspettative è aggiunto lavoro. Il cervello è resistente al lavoro aggiuntivo. A lui piace consolidare e semplificare per motivi di efficienza. Ciò non è altrettanto facilmente realizzabile se le aspettative non vengono soddisfatte.

purchased by UCLA from Shutterstock for Dr. Gordon
Fonte: acquistata dall'UCLA da Shutterstock per il Dr. Gordon

Il problema è aggravato dal vivere in un mondo curioso che darà a una donna un milione di dollari per vedere i suoi seni, ma solo un centesimo per testimoniare la sua anima. Se Madison Avenue e Wall Street non ci hanno detto che gli uomini devono essere questo, e le donne devono esserlo, questo ha valore, e questo no, lo sei anche tu, lo sei anche tu, puoi andare qui, ma non puoi andare lì – le aspettative nel cervello potrebbero essere meno aspre e spietate. Tuttavia, non lo sono. Quindi, un mondo molto indifferente modella le nostre aspettative. [41-50] A sua volta, questo sottomette il pensiero razionale e l'oggettività applicando i filtri alla realtà e sostituisce la sete di informazioni con la fame di conferma. [2-4, 6]

Quindi cosa fare? Fermati, torna indietro dalla televisione, dai videogiochi e dagli schermi del computer (dopo aver finito di leggerlo ovviamente). Vai a investigare la vita, non aspettarti di trovare nulla, ma solo per vedere cosa c'è. Non uscire sapendo chi sei, ma piuttosto esci come sei, con la volontà di diventare qualcosa in un mondo dove persone, luoghi o cose potrebbero o non potrebbero essere qualsiasi cosa. Soprattutto … Rimani favoloso e fenomenale!

Una conversazione TedX molto interessante

Iscriviti alla mia mailing list

O visitami a:

Huffington Post

Dr. Gordon Online

Facebook

cinguettio

Centro UCLA per la Neurobiologia dello stress presso la David Geffen School of Medicine

RIFERIMENTI

1. Wills, AJ, et al., Attenzione, apprendimento predittivo e effetto inverso della velocità di base: evidenza da potenziali relativi all'evento. Neuroimage, 2014. 87: p. 61-71.

2. Uhlmann, EL e R. Silberzahn, Conformità in condizioni di incertezza: affidamento sugli stereotipi di genere nelle decisioni di assunzione online. Behav Brain Sci, 2014. 37 (1): p. 103-4.

3. Bronfman, ZZ, et al., Le decisioni riducono la sensibilità alle informazioni successive. Proc Biol Sci, 2015. 282 (1810).

4. Decker, JH, et al., L'apprendimento della ricompensa esperienziale supera l'istruzione prima dell'età adulta. Cogn Affect Behav Neurosci, 2015. 15 (2): p. 310-20.

5. Doll, BB, et al., Controllo didattico dell'apprendimento rinforzato: un'indagine comportamentale e neurocomputazionale. Brain Res, 2009. 1299: p. 74-94.

6. Mercier, H. e D. Sperber, perché gli umani ragionano? Argomenti per una teoria argomentativa. Behav Brain Sci, 2011. 34 (2): p. 57-74; discussione 74-111.

7. Barnes, TD, et al., L'attività dei neuroni striatali riflette la codifica dinamica e la ricodifica delle memorie procedurali. Nature, 2005. 437 (7062): p. 1158-1161.

8. Nairne, JS, et al., Memoria adattativa: rilevanza del fitness e mente del cacciatore-raccoglitore. Psychol Sci, 2009. 20 (6): p. 740-6.

9. Bruel-Jungerman, E., C. Rampon e S. Laroche, Neurogenesi dell'ippocampo adulto, plasticità sinaptica e memoria: fatti e ipotesi. Rev Neurosci, 2007. 18 (2): p. 93-114.

10. Block, RA e RP Gruber, percezione del tempo, attenzione e memoria: una revisione selettiva. Acta Psychol (Amst), 2014. 149: p. 129-33.

11. Brown, AS ed EJ Marsh, Evocando false credenze sull'esperienza autobiografica. Psychon Bull Rev, 2008. 15 (1): p. 186-90.

12. Chialvo, DR, Come ascoltiamo ciò che non c'è: un meccanismo neurale per l'illusione fondamentale mancante. Chaos, 2003. 13 (4): p. 1226-1230.

13. Cohen, P. e J. Cohen, l'illusione del clinico. Arch Gen Psychiatry, 1984. 41 (12): p. 1178-1182.

14. Dubord, G., Parte 8. Illusioni cognitive. Può Fam Physician, 2011. 57 (7): p. 799-800.

15. Paperno, D., et al., Le stime basate sul Corpus di associazione di parole predicono pregiudizi nel giudizio sulla verosimiglianza di concatenazione di parole. Cogn Psychol, 2014. 74: p. 66-83.

16. Munro, GD e JA Stansbury, Il lato oscuro dell'autoaffermazione: preconcetto di conferma e correlazione illusoria in risposta a informazioni minacciose. Pers Soc Psychol Bull, 2009. 35 (9): p. 1143-1153.

17. Todd, J., A. Provost e G. Cooper, Lasting prime impressioni: un pregiudizio conservatore nei filtri automatici dell'ambiente acustico. Neuropsychologia, 2011. 49 (12): p. 3399-405.

18. Downar, J., M. Bhatt e PR Montague, correlazioni neurali di apprendimento efficace in esperti decisori medici. PLoS One, 2011. 6 (11): p. e27768.

19. Smith, DF, mappatura del cervello cognitivo nel bene o nel male. Perspect Biol Med, 2010. 53 (3): p. 321-9.

20. Duarte, JL, et al., La diversità politica migliorerà la scienza psicologica sociale. Behav Brain Sci, 2014: p. 1-54.

21. Corno, SS, ragionamento degli adolescenti sull'esclusione dai gruppi sociali. Dev Psychol, 2003. 39 (1): p. 71-84.

22. Ross, MW, Typing, doing, being being: sessualità e internet. J Sex Res, 2005. 42 (4): p. 342-52.

23. Koblin, BA, et al., Un trial randomizzato di un intervento comportamentale per MSM nero: lo studio DiSH. AIDS, 2012. 26 (4): p. 483-8.

24. McKenzie, S., Queering gender: anima / animus e il paradigma dell'emergenza. J Anal Psychol, 2006. 51 (3): p. 401-21.

25. Birksted-Breen, D., Fallo, pene e spazio mentale. Int J Psychoanal, 1996. 77 (Pt 4): p. 649-57.

26. Berkowitz, D., L. Belgrave e RA Halberstein, L'interazione di drag queen e gay in spazi pubblici e privati. J Homosex, 2007. 52 (3-4): p. 11-32.

27. Hatzenbuehler, ML, S. Nolen-Hoeksema e J. Dovidio, In che modo lo stigma "entra sotto la pelle": il ruolo di mediazione della regolazione delle emozioni. Psychol Sci, 2009. 20 (10): p. 1282-9.

28. Vrangalova, Z. e RC Savin-Williams, salute psicologica e fisica per lo più eterosessuali: una revisione sistematica. J Sex Res, 2014. 51 (4): p. 410-45.

29. Link, BG, et al., Comprensione dell'importanza dello "stigma di interazione simbolica": come le aspettative sulle reazioni degli altri si aggiungono al peso dello stigma della malattia mentale. Psychiatr Rehabil J, 2015. 38 (2): p. 117-24.

30. Munnelly, A., et al., Il trasferimento delle funzioni di esclusione sociale e inclusione attraverso relazioni di stimolo derivate. Learn Behav, 2014. 42 (3): p. 270-80.

31. Weinert, C., S. Cudney e C. Winters, Supporto sociale nel cyberspazio: la prossima generazione. Comput Inform Nurs, 2005. 23 (1): p. 7-15.

32. Twenge, JM, et al., L'esclusione sociale diminuisce il comportamento prosociale. J Pers Soc Psychol, 2007. 92 (1): p. 56-66.

33. Latner, JD, AJ Stunkard e GT Wilson, studenti stigmatizzati: età, sesso ed effetti etnici nella stigmatizzazione dell'obesità. Obes Res, 2005. 13 (7): p. 1226-1231.

34. Nurmi, JE, et al., Strategie sociali e solitudine. J Soc Psychol, 1997. 137 (6): p. 764-77.

35. Strauss, RS e HA Pollack, emarginazione sociale dei bambini sovrappeso. Arch Pediatr Adolesc Med, 2003. 157 (8): p. 746-52.

36. Agroskin, D., J. Klackl, ed E. Jonas, Il cervello auto-simpatico: uno studio VBM sul substrato strutturale dell'autostima. PLoS One, 2014. 9 (1): p. e86430.

37. Osgood, NJ, fattori psicologici nel suicidio tardivo. Crisi, 1991. 12 (2): p. 18-24.

38. Del Rey Calero, J., [Povertà, esclusione sociale, capitale sociale e salute]. An R Acad Nac Med (Madr), 2004. 121 (1): p. 57-72; discussione 72-6.

39. Zenke, F. e W. Gerstner, Limiti alle simulazioni ad alta velocità di reti neuronali di spiking che usano computer generici. Front Neuroinform, 2014. 8: p. 76.

40. Kovac, L., Bioenergetics: una chiave per il cervello e la mente. Commun Integr Biol, 2008. 1 (1): p. 114-22.

41. Eastwood, J., et al., Esclusione sociale, comportamento infantile, isolamento sociale e aspettative materne predicono in modo indipendente i sintomi depressivi materni. Brain Behav, 2013. 3 (1): p. 14-23.

42. Bhanji, JP e MR Delgado, The Social Brain e Reward: elaborazione delle informazioni sociali nello Striato Umano. Wiley Interdiscip Rev Cogn Sci, 2014. 5 (1): p. 61-73.

43. Benn, S. e R. Jones, Il ruolo del capitale simbolico nelle controversie delle parti interessate: il processo decisionale riguardante i rifiuti irrisolvibili. J Environ Manage, 2009. 90 (4): p. 1593-604.

44. Davis, EM, et al., Differenze razziali e socioeconomiche nelle esperienze di perdita di peso delle donne obese. Am J Public Health, 2005. 95 (9): p. 1539-1543.

45. Richard-Davis, G. e M. Wellons, differenze razziali ed etniche nella fisiologia e nei sintomi clinici della menopausa. Semin Reprod Med, 2013. 31 (5): p. 380-6.

46. ​​Beyene, Y., G. Becker e N. Mayen, Percezione dell'invecchiamento e senso di benessere tra gli anziani latinoamericani. J Cross Cult Gerontol, 2002. 17 (2): p. 155-72.

47. Mulley, G., Miti dell'invecchiamento. Clin Med, 2007. 7 (1): p. 68-72.

48. Kuyper, L. e T. Fokkema, La solitudine tra gli anziani lesbiche, gay e bisessuali: il ruolo dello stress minoritario. Arch Sex Behav, 2010. 39 (5): p. 1171-1180.

49. Myhre, AM, E. Gjevik e B. Groholt, [La vita lascia i suoi segni]. Tidsskr Nor Laegeforen, 2006. 126 (7): p. 909-11.

50. Caouette, JD, et al., Expectancy bias media il legame tra ansia sociale e bias di memoria per la valutazione sociale. Cogn Emot, 2014: p. 1-9.

Solutions Collecting From Web of "Eye of the Beholder: The Brain Sabotaging Love"