Estremità senza fine: la lezione duratura di Disco Diva sulla sessualità femminile

"La gente sarebbe sul balcone allo Studio 54 mentre lo faceva mentre 'Love to Love You Baby' suonava".

-Stephen Burrows, stilista di moda e Studio 54 regolare

La morte di Donna Summer ha il paese che ricorda l'era della discoteca e tutto ciò che ha incarnato – eccesso, edonismo e notti allo Studio 54 che è culminato inevitabilmente nel successo di Summer, Last Dance . "Gli studiosi di cultura popolare hanno notato che l'era disco il movimento da discoteca sposò gay, neri e altri "mainstream" amanti del genere in una sorta di "fantasia comune sincronica" sulla pista da ballo. Disco aveva un'uniforme e un ethos, sicuramente, ma la musica stessa era il mezzo di un cambiamento culturale sismico sentito in tutto il paese.

E al centro della discoteca di mezza decade di primato indiscusso era un ex cantante di chiesa che era scappato per esibirsi in Hair , una ragazza di Boston (nata LaDonna Gaines) che si è reinventata come Donna Summer.

Il motore che la catapultò in cima fu la canzone d' amore del 1975 Love to Love You Baby . In essa, Summer non canta solo dell'amore per "essere amato" e "amare" – i sottili riferimenti al "fu * k" – lo getta. Ancora e ancora, con crescente urgenza e convinzione, culminando in un orgasmo simulato ma piuttosto realistico.

La canzone è stata sorprendente e fresca e ha causato un trambusto molto prima che Madonna e poi Lady Gaga ci scioccassero con i loro costumi influenzati dallo stile di vita S & M e i loro inni di desiderio e assertività femminili. Summer scioccata ed elettrizzata dalla sua voce, che in Love to Love You Baby segue da aliti registri alti ("Fallo per me ancora e ancora, mi metti in una rotazione pazzesca, in un giro"), una specie di sentimento di una donna che accarezza l'ego di un uomo, un ringhio assertivo e lamentoso mentre geme ripetutamente che Sì, in effetti, lo adora.

Ascoltatori e festaioli potrebbero non essere stati sicuri di cosa fosse esattamente così fresco – Bette Middler, ricordando Love to Love You Baby , disse: "Era rivoluzionario … [e] scandaloso. Non è stato premuroso, è stato sessuale. "Ma è probabile il ricentramento dell'esperienza sessuale su ciò che è appagante per una donna che ha sussultato, con i lamenti che scandiscono il punto che le donne vogliono essere ricercate, ma che vogliono se stesse, pure. Fino ad allora, le canzoni sexy che abbiamo ballato erano più spesso su donne bollenti e il desiderio che hanno ispirato negli uomini che le desideravano. Ora avevamo una donna che diceva che il sesso faceva caldo per lei. E in realtà la fa puntare, in modo performante e senza scuse, in tempo reale.

Era come se Love to Love You Baby ridiventasse tutti gli altri suoni e aspetti della disco – il ritmo, il ritmo, il ritmo, l'estasi sudata – e ha rivelato che al centro di un intero stile di vita e di un potente movimento musicale e culturale lì era una donna che ha un orgasmo. Accanto ad esso, "The Hustle" suona come un inno presbiteriano.

E gli americani se lo sono mangiato, trasformando Love to Love You Baby in un numero da record, un hit da settimane. Considerando l'influenza che Summer ha avuto in discoteca e, in seguito, il suo marchio duraturo su musica dance e hip hop (secondo storici della cultura popolare come Alice Echols), consideriamo la portata del suo stile e della sua voce. Ma potremmo anche riconoscere i modi in cui ha portato la possibilità, l'appetibilità, di un piacere sessuale centrato sulla donna nelle piste da ballo di The Loft e 12 West e Danceteria e Studio 54, così come la camera delle ragazze adolescenti e le camere familiari e le tavernette di case suburbane in posti improbabili come il Nebraska e l'intero paese.

L'anno 1975 segnò la pubblicazione di Woman's Orgasm: una guida alla soddisfazione sessuale di Georgia Kline, e la fondazione della SSTAR (The Society for Sex Therapy and Research) e della IASR (International Academy of Sex Research). Ma con una sola canzone e per alcune settimane gloriose, Summer e i suoi produttori hanno messo l'orgasmo femminile al centro della discoteca e della cultura americana.

Ulteriori letture / fonti

Bernstein, Jacob, "Memories of Donna's Disco Nights", Sezione Stili del New York Times , p. 2, 20 maggio 2012.

Echols, Alice, Hot Stuff: Disco e Remaking of American Culture (Norton, 2010).

Haggerty, George, Gay Histories and Cultures (Taylor and Francis, 2000).

Shapiro, George, Turn the Beat Around: la storia segreta della discoteca (MacMillan, 2006).

Solutions Collecting From Web of "Estremità senza fine: la lezione duratura di Disco Diva sulla sessualità femminile"