Essere genitori e non prendere comportamenti adolescenti personalmente

Chissà, è facile da fare – prendere personalmente ciò che l'adolescente sta facendo o non fare che il genitore non vuole o trova altrimenti offensivo.

"Ha lasciato quel casino per irritarmi!" "Non me lo ha fatto sapere, quindi mi preoccuperei!" In entrambi i casi, le accuse probabilmente non sono vere. Gli adolescenti più sconsiderati possono certamente essere; ma calcolato, probabilmente no. Essere deliberatamente sconvolgenti richiederebbe di considerare come le azioni adolescenziali influenzino i genitori, e il giovane di solito è troppo preoccupato per la crescita personale per avere in mente i sentimenti di mamma e papà.

Quando i genitori prendono personalmente con l'adolescente ciò che non è inteso o non lo è necessariamente, possono complicare il loro coinvolgimento con l'adolescente, rendendo solitamente la questione emotivamente più intensa da affrontare. A prescindere dall'adolescente che fa o non fa, attribuiscono qualcosa di valore personale per il genitore, e quindi raddoppiano il problema. "Prenderlo di persona" è come il genitore che decide: "Questo argomento non riguarda più solo la mia adolescenza; coinvolge qualcosa di importante su di me! "

Ora il confine interpersonale tra di loro diventa sfocato o indistinto, la separazione è persa, e diventa più difficile capire cosa sta succedendo e chi è responsabile di cosa. Quindi, nel counseling con questi genitori, prima di poterli aiutare a gestire qualsiasi problema con il loro adolescente, devo aiutare i genitori a fare i conti con se stessi.

Ad esempio, il genitore attribuisce un significato sconvolgente a ciò che il giovane sta facendo o non facendo. "La sua discussione con me è un atto di sfida!" Dichiara il genitore, e quindi si sente turbato dal potere che ora hanno attribuito al loro adolescente. Se il genitore avesse etichettato l'argomento come "disaccordo" e non "sfida", si sarebbe sentito meno minacciato dall'opposizione. Associare i descrittori infiammatori alle azioni dell'adolescente è un modo comune per i genitori di prendere qualcosa personalmente (aggiungendo qualcosa di personale) e renderlo più sconvolgente di quanto non debba essere.

In generale, quando i genitori si trovano spesso a prendere personalmente le caratteristiche o le azioni dell'adolescente, questo di solito significa che hanno un parto distaccamento da fare – ripristinare una separazione sociale o emotiva adeguata al rapporto con il loro adolescente. Questa dinamica tra genitore e adolescente è più facile da illustrare che da spiegare, quindi quanto segue sono alcuni esempi di ciò che intendo, con una possibile prescrizione genitoriale alla fine.

1) Un genitore che accetta reclami adolescenziali quando non ottiene quello che vuole come prova di inadeguatezza dei genitori può prenderlo personalmente. Ad esempio: la madre a casa permette all'infanzia adolescenziale di negare l'autovalutazione. "Dal momento che non riesco a tenerli felici tutto il tempo, sono una cattiva mamma!" Per ripristinare un adeguato distacco, la donna potrebbe dire a se stessa: "Le loro critiche non riguardano niente che sia necessariamente sbagliato in me; si tratta di loro che non ottengono tutto ciò che vogliono ".

2) Un genitore che assume la disorganizzazione adolescenziale precoce (età compresa tra 9 e 13 anni) è un tentativo deliberato di sfidare l'autorità genitoriale che può assumerlo personalmente. Ad esempio: il padre si oppone al giovane che non tiene traccia delle cose o dimentica ciò che ha promesso. "Sono suo padre, sono al comando, e non lo tollererò ignorando ciò che gli è stato detto!" Per ristabilire un adeguato distacco, l'uomo potrebbe dire a se stesso: "Il suo disordine non riguarda l'ignorarmi di proposito; riguarda la sua difficoltà a gestire la perdita di concentrazione e la maggiore distrazione mentre entra nell'adolescenza ".

3) Un genitore che si assume la responsabilità del comportamento scorretto degli adolescenti incolpando se stesso come causa può prenderlo personalmente. Ad esempio: il padre alcolizzato, ora in fase di recupero, assume la colpa dell'abuso di sostanze di sua figlia. "Il suo bere è colpa mia!" Per ristabilire un adeguato distacco, l'uomo potrebbe dire a se stesso: "Il suo bere eccessivo non riguarda la mia storia di problemi di alcolismo; sta a lei scegliere di usare eccessivamente e mettersi nei guai adesso. "

4) Un genitore che valuta la sua prestazione personale per il conseguimento dell'adolescente può prenderlo personalmente. Ad esempio: la madre mette in gioco l'orgoglio personale o assume la colpa personale per il curriculum scolastico dell'adolescente. "Il suo successo in aumento o in diminuzione mostra quanto bene o male ho fatto!" Per ristabilire un adeguato distacco, potrebbe dire a se stessa: "I suoi voti non riguardano il mio successo o fallimento genitoriale; parlano dei suoi sforzi irregolari. "

5) Un genitore che si vede tristemente riflesso nell'adolescente può prenderlo personalmente. Ad esempio: il padre vede nell'adolescente la stessa persona timida e solitaria che stava crescendo. "Odio vedere mio figlio senza una cerchia di buoni amici al liceo, proprio come se fossi tornato trhen." Per ristabilire un adeguato distacco, potrebbe dire a se stesso: "Come socializza non è su di me e su come ero o vorrei che fosse ; riguarda lui e le amicizie che sceglie di fare ".

6) Un genitore che mette i suoi stati d'animo in accordo con quelli dell'adolescente può prenderlo personalmente. Ad esempio: per essere emotivamente di supporto, la madre si abbina agli alti della figlia e in particolare ai bassi. "Non posso davvero essere felice quando non lo è; Sento che dovrei mantenere la sua compagnia condividendo la sua infelicità! "Per ripristinare un adeguato distacco, il genitore potrebbe dire a se stessa:" Come si sente il mio adolescente non è come dovrei sentire la stessa cosa; i suoi sentimenti riguardano lei, appartengono a lei e io posso essere lì solo per ascoltare ".

7) Un genitore che compete con l'adolescente per la superiorità può prenderlo personalmente. Ad esempio: il genitore si sforza di apparire migliore o di fare sport meglio di un adolescente che si sente un rivale più giovane. "Non sarò troppo fuori o superato dal mio adolescente!" Per non interrompere il comportamento o le caratteristiche dell'adolescente in modo personale e adeguato, il genitore potrebbe dire a se stesso: "Il modo in cui il mio adolescente appare o si esibisce non è un paragone con me o me loro; riguarda la loro crescita e il loro desiderio di eccellere ".

In generale, può essere utile se i genitori non prendono personalmente il comportamento del loro adolescente. Sebbene a volte sia diretto verso di te o che ti interessi in qualche modo, NON riguarda te. Riguarda il tuo adolescente e le decisioni di autogestione che sta scegliendo. Mantenete questa separazione di responsabilità e le vostre decisioni genitoriali saranno più chiare e semplici da fare.

Nei momenti di confusione "me" con "tu", che a volte la maggior parte dei genitori di adolescenti ha, potrebbe essere utile riflettere sulla seguente dichiarazione di distacco dei genitori, o ancora meglio scriverne uno tuo.

Siamo legati,

Viviamo in una famiglia,

Siamo attaccati dall'amore,

Condividiamo la storia comune,

Dipendiamo l'uno dall'altro,

Siamo influenzati l'un l'altro,

Ma rimaniamo individui separati,

Vivere insieme ancora separati e indipendenti,

Tu fai le tue scelte e io faccio il mio,

Entrambi onoriamo la reciproca responsabilità

Per le decisioni, solo l'un l'altro ha il potere di fare,

Rispetto di come le tue decisioni sono su di te e non su di me.

Per ulteriori informazioni sugli adolescenti genitori, vedere il mio libro, "SOPRAVVIVERE L'ADOLESCENZA DEL TUO BAMBINO" (Wiley, 2013). Informazioni su: www.carlpickhardt.com

La voce della prossima settimana: adeguamento dei genitori alla comunicazione degli adolescenti in giovane età

Solutions Collecting From Web of "Essere genitori e non prendere comportamenti adolescenti personalmente"