Esplorando la dualità del teenager dotato

" La parte più difficile dell'essere un successo è continuare a essere un successo.

– Raven, 18 anni.

All'età di diciotto anni, Raven Magwood è l'eccezione ad ogni regola. È autrice, oratrice motivazionale, regista, studentessa universitaria e ex campionessa nazionale di ginnastica. È sicuro di dire che è stata più adolescente di quanto non lo sarà la maggior parte di noi in una vita. Raven porta con sé l'etichetta di "talento e talento" anche se ammette prontamente che non tutto è "perfetto" nel suo mondo. "Da un lato, è bello sapere che altre persone riconoscono il potenziale significato che posso avere sul mondo. D'altra parte, può essere difficile cercare di essere all'altezza delle aspettative degli altri. "Infatti. L'intelligenza eccezionale è un'arma a doppio taglio per la maggior parte dei bambini, in particolare gli adolescenti, che spesso trovano la pressione per riuscire entrambi inebrianti e soffocanti. Spesso è la dualità di questi poli opposti che danno ai ragazzi intelligenti il ​​dono del successo o la scomparsa del fallimento.

Il sé perfezionista

L'idea che la traiettoria di adolescenti intelligenti sia limitata a una piattaforma mobile verso l'alto con poca lotta sia accademicamente, psicologicamente o socialmente, semplicemente non è vera. Gli adolescenti dotati hanno la stessa probabilità di essere afflitti dalla scarsa autostima degli altri adolescenti, forse anche di più. La ricerca ha dimostrato che gli adolescenti intelligenti hanno in genere un senso elevato di realizzazione e fallimento, il che significa che sono acutamente consapevoli dei propri difetti e imperfezioni e spesso basano il loro senso di valore su come gli altri li percepiscono, come ha fatto Raven. "Ricordo che alle superiori mi rifiutavo di fare domande agli insegnanti per paura di essere giudicato" non così intelligente ", ammette. "Ho sempre voluto superare quello che avevo appena raggiunto. Ho sempre voluto essere la persona di successo che gli altri mi percepivano come ".

Raven, come tanti adolescenti dotati, ha lottato con la costante pressione di dover essere percepito come "perfetto" dai suoi insegnanti, coetanei e persino dai suoi genitori. Il problema con la costante pressione di essere impeccabile – che sia auto-imposto o guidato socialmente – può rapidamente trasformarsi in una crisi psicologica mentre l'adolescente dotato comincia a vedere la sua autostima definita strettamente in termini di prestazioni accademiche. La brutalità di questa realizzazione può influenzare il modo in cui gli adolescenti non solo vedono se stessi, ma possono creare una relazione malsana con gli altri mentre cercano di vivere costantemente fino alla barra impossibile che è stata impostata per loro.

Tuttavia è altrettanto importante considerare che il termine "perfezionismo" può definire sia le caratteristiche di personalità positive che quelle negative. Spesso salta alla conclusione che se i nostri figli sono perfezionisti, devono mostrare comportamenti estremi "al di fuori della norma". Non necessariamente così. Gli adolescenti di talento spesso hanno avuto quella strada a causa della loro attenta cura dei dettagli e della loro unità per avere successo. È questa unità innata che i ragazzi intelligenti hanno che li spinge a stabilire degli obiettivi per se stessi e a vivere fino a loro. In Ellen Winner, Gifted Children , ha notato che "essere un perfezionista potrebbe essere una buona cosa se significa avere standard elevati, per standard elevati portare a risultati elevati (1996)." Nella maggior parte dei casi, i ragazzi eccezionalmente intelligenti hanno bisogno di una laurea di perfezionismo per avere successo.

Ansia esistenziale: crisi di significato e scopo

Per gli adolescenti, gli anni dell'adolescenza portano con sé l'intima opportunità di esplorare pensieri, sentimenti e ciò che li circonda nel tentativo di scoprire chi sono e chi vogliono essere. La ricerca del significato nella propria vita è spesso sentita più profondamente durante l'adolescenza quando gli adolescenti stanno cercando di differenziare un'identità sana dall'affrontare i pericoli della confusione del ruolo di Erik Erickson. La ricerca di uno scopo e di un significato può essere aggravata per gli adolescenti di talento che sono in genere più sensibili e consapevoli di se stessi rispetto agli altri adolescenti, il che li mette in discussione il loro status nella vita in modo più intenso e intenso. Pressioni dal mondo esterno, anche se i genitori, la scuola, gli amici o gli standard sociali rendono fondamentale per i ragazzi dotati di scoprire rapidamente "chi sono e chi vogliono diventare" nel tentativo di vivere fino agli elevati standard stabiliti davanti a loro. Più mettono in discussione i problemi, le idee e il mondo che li circonda, più aumenta la loro ansia e maggiori sono le loro possibilità di interiorizzare questi problemi al punto da scatenare una grave ansia o depressione.

Il lato positivo? Le menti acute dei nostri giorni hanno usato la filosofia e il pensiero esistenziale per ulteriori importanti cause per l'umanità. Socrate che ha osato chiedere "Perché, perché, PERCHÉ?" Ha alimentato la causa per noi di esplorare le profondità interiori di chi siamo e in definitiva come vogliamo vivere la nostra vita, così come altre menti geniali come Einstein, Stephen Hawking e Marie Curie. La possibilità per gli adolescenti intelligenti di abbracciare domande esistenziali profonde e tentare di formulare risposte può semplicemente metterli un passo avanti quando entrano nell'età adulta.

Social Awkwardness: Reality or Myth?

Piaccia o no, c'è un certo grado di verità nell'affermazione secondo cui alcuni ragazzi dotati hanno difficoltà a socializzare con gli altri. Di recente ho parlato con uno dei miei amici, un insegnante di scuola media GT, che ha offerto la sua prospettiva unica. "I ragazzi che insegno sono brillanti e incredibili", ha detto. "Ma la maggior parte di loro ha un certo grado di difficoltà a socializzare con gli altri. Direi che almeno la metà di loro mostra sintomi della Sindrome di Asperger. Ho avuto uno studente che ha insistito per sedersi sotto la sua scrivania tutto l'anno. Avrebbe ottenuto A in ogni prova, ma non riusciva a unirsi socialmente al resto della classe. "Geniale, sì. Socialmente competente, no.

Certamente questo è un esempio estremo di disagio sociale, ma nondimeno quello che dimostra come alcuni ragazzi intelligenti acquisiscono il proprio insieme di comportamenti che accompagnano il loro QI stellare. Tuttavia, è importante sottolineare che gli aspetti che rendono unici molti ragazzi dotati sono gli stessi che li rendono dei geni. Alcuni ragazzi dotati possono dimostrare una mancanza di comprensione sociale, ma ciò non significa che dovrebbero essere relegati a essere trattati come lo "scienziato pazzo stereotipato". Nella mia pratica ho trattato adolescenti dotati di sindrome di Asperger e quelli che non ne hanno e io posso ti dico che anche se per alcuni di loro potrebbe essere difficile socializzare con gli altri, sono altrettanto capaci degli altri adolescenti di avere relazioni significative, con la differenza che devono lavorare un po 'più duramente per raggiungerli.

La pressione per riuscire

Una delle ipotesi più diffuse sugli adolescenti di talento è l'idea che debbano diventare adulti di grande successo . Questo treno di pensieri rimane uno dei più comuni malintesi sugli adolescenti dotati e definisce in modo limitato il successo in termini di raggiungimento dello stato di "Einstein". Questa aspettativa può imporre ulteriori oneri a ragazzi dotati che non esistono per il resto della popolazione adolescente, creando ansia e caos psicologico.

I ragazzi dotati non devono diventare il prossimo Segretario di Stato o il premio Nobel per la Pace per realizzare il loro destino. Notevole professoressa britannica, la dottoressa Joan Freeman, uno dei massimi esperti di bambini dotati, recentemente pubblicata nel suo libro Gifted Lives: What Happens When Gifted Children Grow Up (2010) che solo il 25% circa dei ragazzi dotati ha studiato per adulti vite che corrispondevano al potenziale delle loro promesse iniziali. Il resto dei bambini dotati è diventato sviato da una combinazione di fattori psicologici e sociali come: troppa pressione precoce, malattia mentale o fisica e perdita di guida. Eppure il Dr. Freeman ha scoperto che molti bambini dotati in questo studio hanno raggiunto obiettivi personali e realizzazione con o senza benefici materiali, suggerendo che i ragazzi dotati non dovrebbero preoccuparsi di seguire percorsi di carriera che sono considerati "inferiori a loro" dalla società. In effetti, la loro chiave per la felicità potrebbe semplicemente essere la scelta di una carriera che allevia gran parte di quella pressione per essere perfetta che viene spinta su di loro.

Cosa fare?

Aiutare il tuo adolescente dotato di successo e far deragliare le trappole psicologiche del loro talento è qualcosa che ogni genitore può aiutare a controllare. I bambini dotati sono davvero un gruppo dinamicamente meraviglioso, ma come tutti gli adolescenti, i loro doni arrivano con sfide. Esercita questo saggio consiglio e guarda il tuo adolescente prosperare.

1. Evita "la trappola dei genitori". È facile lasciarsi prendere dall'orgoglio che hai per il tuo adolescente estremamente intelligente, ma non confondere l'orgoglio per l'arroganza. È importante ricordare che si tratta di tuo figlio , non di te . Kara Buntin, madre di due adolescenti dotati, ha sperimentato in prima persona come la pressione dei genitori possa nuocere agli adolescenti. "Oggi gli adolescenti hanno molta più pressione accademica di quanto facessero prima e se i genitori spingono troppo farà problemi [hanno] peggio." Consiglia ai genitori di assicurarsi che le loro esperienze e i loro sogni non offuschino quelli dei loro adolescenti .

2. Trova un equilibrio tra incoraggiare e punire. Gli adolescenti di talento spesso mettono più pressione su se stessi di quanto possa mai fare qualsiasi genitore, ma ciò nonostante, come con qualsiasi adolescente, è importante fare la distinzione tra incoraggiare il loro successo accademico e punirli per questo. Alcuni genitori come Kara Buntin trovano utile "personalizzare" i loro sforzi genitoriali in base ai tratti della personalità di ciascun adolescente. Ad esempio, alcuni ragazzi dotati rispondono male quando ottengono un brutto voto e immediatamente vogliono punire se stessi. Di conseguenza, sono più inclini all'ansia e alla depressione, costringendo i genitori a "punirli" in modo obsoleto. Altri prosperano quando i genitori applicano un'adeguata quantità di pressione ai loro accademici e prosperano per lo stress.

3. Difendi i bisogni dei tuoi ragazzi sia accademicamente che socialmente. I genitori sono sempre i maggiori sostenitori dei loro figli. Questo è vero indipendentemente dal fatto che il tuo ragazzo sia o meno dotato. Eppure alcuni genitori di ragazzi di talento si concentrano esclusivamente sul successo scolastico dei loro ragazzi e non riescono a incoraggiare il loro successo sociale. Sherri Hale, madre di un'adolescente dotata, si sentì frustrata quando scoprì che era quasi impossibile trovare risorse aggiuntive per aiutare i suoi figli socialmente. Presto si rese conto che altri genitori stavano lottando con il modo di aiutare i ragazzi ad equilibrare il successo accademico con la maturità sociale ed emotiva. "C'è un'idea errata secondo cui gli studenti dotati non hanno bisogno di risorse dedicate alle strategie di successo, ma i bisogni degli studenti dotati sono presenti, appaiono solo in modo diverso dalle altre popolazioni studentesche", dice. Questo può essere particolarmente vero nei casi in cui i ragazzi di talento hanno anche la diagnosi di Sindrome di Asperger, in cui le loro abilità sociali possono essere particolarmente deboli e richiedono risorse aggiuntive.

Solutions Collecting From Web of "Esplorando la dualità del teenager dotato"