Esiste il "malocchio"?

Ci sono momenti nel mio lavoro di terapeuta quando cose come la nozione di "occhio malvagio" meritano qualche riflessione. Come italo-americano di seconda generazione, conoscevo la versione italiana del "malocchio", il "mal'occhio" – qualcuno che desiderava che cose brutte ti accadessero come risultato dell'invidia, ma considerava sempre credenze come sciocchezze. Quindi, come persona addestrata a comprendere la psiche umana, ho pensato di esplorare il fenomeno da solo. Il "malocchio" esiste realmente e fa sì che amuleti e rituali abbiano un potere straordinario?

In un film documentario intitolato "Mal'occhio" di Agata De Santis, il "malocchio" era definito come uno sguardo involontario di invidia che provocava mal di testa o mal di stomaco e richiedeva quindi una controffensiva rituale per "guarire" la malattia. Numerosi studiosi furono intervistati e, in conclusione, non potevano essere definitivi nel respingere tali credenze e rituali come ridicoli. Dal punto di vista psicologico, i fenomeni necessitavano di ulteriori considerazioni.

Ho iniziato la mia esplorazione con la mia fonte immediata, mio ​​padre italiano di 92 anni. Erano passati molti anni da quando avevamo parlato della nozione di malocchio e nel sollevare l'argomento, entrambi abbiamo riso. Per effetto, gli dissi che pensavo di poter avere il "mal'occhio", dato che il mio stomaco non aveva avuto ragione ultimamente. Lui sorrise e disse che non dovevo mangiare bene e la prossima volta per guardare quello che mangiavo. Ma poi, per essere sicuro, ha proceduto a mettere la sua mano sulla mia testa e dire una preghiera rituale che gli era stato insegnato quasi un secolo fa in Italia nel tentativo di fare ciò che un Tums non poteva. È stato un momento tenero che mi ha portato a ricordare momenti della mia infanzia quando, nel ritmo frenetico della vita, qualche vecchio parente ha avuto il tempo di vedere se avevi l'occhio malvagio invece di procurarti un'aspirina. Il rituale "anti malocchio" è sempre stato eseguito da una persona anziana materna / paterna con la certezza che dopo le loro parole staresti bene. C'è qualcosa da dire su quanto possa essere potente sia l'attenzione che la cura di qualcosa di fondamentale come un mal di testa o un disturbo allo stomaco. Spiega perché tali credenze e rituali siano sopravvissuti nei secoli. La natura educativa di prendersi cura di e con qualcuno con un mal di testa o problemi di stomaco e il tentativo intenzionato a "curarli" del loro dolore dicendo preghiere rituali quando hanno trovato poco rilievo nella medicina tradizionale aveva senso da una prospettiva psicologica e survivalistica. Di fronte alla scienza del ventunesimo secolo, generazioni evolute dopo, c'è qualcosa da dire sulla forza di un rituale "guaritore": il potere di amare e attirare l'attenzione. Amore e attenzione quando non ti senti bene, come la zuppa di pollo, aiuta molto.

Poi c'è il fenomeno di indossare un amuleto per allontanare il malocchio – un tentativo proattivo di evitare del tutto il malocchio. Per gli italiani è un corno, un "cornetto" o un uomo gobbo. Tali oggetti devono essere dati a te da qualcuno, mai acquistato per te stesso. È proprio il fatto che questo oggetto deve essere dato a te e il potere successivo di una relazione tra donatore e ricevente – la cura dimostrata da qualcuno che si preoccupa di darti qualcosa per allontanare il malocchio, qualcosa "nel caso," questo potrebbe spiegare l'effetto curativo. Ciò che è straordinario è il potere di qualcuno che ti dà qualcosa per "protezione" che supera di gran lunga il soprannaturale.

Quindi, la giuria è fuori per quanto riguarda il "potere" di un amuleto o se "il malocchio" esiste, ma indossare qualcosa che qualcuno ti ha dato per la protezione probabilmente non può far male.

Solutions Collecting From Web of "Esiste il "malocchio"?"