Errori notturni

Kenneth E., 26 anni, è stato arrestato per lo stupro di una ragazza di 15 anni. Erano ad una festa nella stessa casa e durante la notte, diversi ospiti che erano rimasti si erano sistemati su materassi ad aria. Kenneth e la ragazza erano l'una accanto all'altra. Aveva assorbito una notevole quantità di vodka prima di addormentarsi, e quando si svegliò si ritrovò in piedi nel giardino esterno, nudo.

Sosteneva di non avere memoria di nient'altro, ma la ragazza disse che si era svegliata per trovarlo su di lei, violentandola. Lei aveva urlato e lui le aveva detto di "fare silenzio" prima di alzarsi e andarsene come in trance. Ha ammesso di aver commesso lo stupro e si è scusato con la famiglia della ragazza, ma hanno chiamato la polizia.

Nel processo, nel 2007, la difesa di Kenneth fu che soffriva di una condizione chiamata "sexsomnia", e si era addormentato quando si costrinse con la ragazza. Non sapeva cosa stava facendo e non era in grado di controllarlo. Pertanto, non poteva essere ritenuto penalmente responsabile.

La ragazza di Kenneth ha testimoniato a suo nome, dicendo che le faceva spesso le cose a letto mentre era addormentato e non ne aveva più memoria in seguito. Aveva fama di sonnambulismo tra i suoi amici nella RAF. Gli avevano persino regalato una T-shirt "Night Rider" come uno scherzo.

Il Dr. Irshaad Ebrahim, del London Sleep Center, ha testimoniato che l'alcol e lo stress possono essere fattori in questa parasonnia. Inoltre, poiché Kenneth aveva volato di recente da un altro paese, aveva sintomi di jet lag e privazione del sonno.

Questa testimonianza è stata persuasiva. Dopo solo due ore, la giuria ha emesso un verdetto di non colpevolezza. La vittima era stordita. Quest'uomo l'aveva stuprata e lui l'aveva ammesso, ma non era "colpevole".

In realtà, ci sono stati altri casi simili. Un architetto di giardini di Toronto ha attraversato un simile calvario. Anche lui beveva molto durante una festa di croquet estiva nel 2003, quando tentava di fare sesso con un partner non voluto. Si erano separati e si erano entrambi addormentati alle estremità opposte di un divano a forma di L. La donna si svegliò per trovarlo su di lei.

Si era tolto le mutande e le aveva tirato su la gonna. Lo spinse via e disse che sembrava essere confuso. Tuttavia, stava pensando abbastanza chiaramente da indossare un preservativo. Ha chiamato la polizia e lui è stato arrestato.

Durante il suo processo, il paesaggista affermò di essere stato sonnambulo e di avere un piccolo ricordo dell'incidente. Un esperto di disordini del sonno ha testimoniato a suo nome e, poiché il pubblico ministero non è riuscito a offrire un esperto per contraddire questa testimonianza, la giuria ha assolto. Nel 2008 una corte d'appello ha confermato il verdetto.

La sexsomnia, chiamata anche disturbo comportamentale REM e "bandito", è una forma rara ma diagnosticabile di automatismo in cui le persone svolgono atti sessuali indecenti nel sonno. Tra le attività di sexsomnia ci sono il parlare volgare, la masturbazione aggressiva, i lamenti forti e lo stupro. Ricercatori canadesi hanno coniato il termine in un documento del 2003.

Secondo il dottor Carlos Schenck, uno psichiatra del Centro regionale per i disturbi del sonno del Minnesota, ci sono undici diversi tipi di disturbi del sonno che, collettivamente, sono etichettati come sexsomnia. Questo fenomeno rappresenta circa il 4 per cento dei disturbi del sonno degli adulti e può indurre una persona psicologicamente sana ad impegnarsi in attività sessuali mentre dorme, anche forzandola sugli altri.

Schenck fece una ricerca di letteratura di 56 anni di letteratura medica, studiò testi medici e raccolse informazioni attraverso sondaggi. Ha scoperto che i maschi comprendevano la più grande percentuale di persone che avevano tali disturbi, ma certamente colpisce anche le femmine.

I sofferenti di solito imparano cosa stanno facendo mentre sono incoscienti solo se un partner, un compagno di stanza o una vittima li dice. Quelli a maggior rischio spesso hanno sofferto di altre parassomnie, come il sonnambulismo o il terrore notturno. Alcuni ricercatori pensano che sia il risultato di un problema del cervello, ed è probabilmente correlato all'epilessia.

L'automatismo, specialmente nel caso di disordini sessuali, rimane una difesa controversa, ei risultati in un'aula di tribunale sono irregolari come con qualsiasi altra sindrome psicologica. Spesso, dipende dalla capacità dell'esperto di persuadere. Alcuni legislatori hanno provato a introdurre fatture per chiudere quelle che chiamano scappatoie, in modo che i criminali pericolosi, svegli o addormentati, siano ritenuti responsabili e trattati.

Inutile dire che le vittime di crimini in cui una difesa come la sexsomnia ispira un'assoluzione sentono che viola il processo legale e deraglia la giustizia. Tuttavia, gli esperti insistono sul fatto che si tratta di un disturbo medico legittimo che priva i malati di controllo comportamentale.

Un ricercatore che ha studiato undici casi una decina di anni fa ha scoperto che la sexomnia risponde ai trattamenti per altri disturbi del sonno, anche se alcuni farmaci del sonno sembrano attivarla. La ricerca di un rimedio appropriato continua.

Solutions Collecting From Web of "Errori notturni"